-> Informazioni

La tua posizione

Modena, MO

Cambia posizione

Cercafarmaco su smartphone Android e Apple
Se hai uno smartphone o un tablet cercafarmaco.it è disponibile anche sull'App Store Apple e sul Play Store Android, clicca sui link seguenti per scaricare l'app:

Inserisci Cercafarmaco sul tuo sito
Widget_cercafarmaco

Copia e incolla il codice html del box sotto sul tuo sito:

ZINC IMIZOL COLL 10ML

Farmaco di automedicazione
RICETTA MEDICA NON RICHIESTA
Prezzo libero
Immagine non disponibile
Codice: 003351020 Codice EAN:
COLLIRIO (nafazolina nitrato: 0,70 g, zinco solfato: 1%)
Codice ATC S01GA51 :
  • Organi di senso
  • Oftalmologici
  • Decongestionanti ed antiallergici
  • Simpaticomimetici impiegati come decongestionanti
  • Nafazolina, associazioni

Produttore: FARMIGEA SpA
Temperatura di conservazione: nessuna particolare condizione di conservazione
Forma farmaceutica: COLLIRIO
Scadenza: 36 MESI
Confezionamento: FLACONCINO CONTAGOCCE
Prodotti simili

Scheda prodotto

DENOMINAZIONE

ZINC IMIZOL

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Decongestionanti ed antiallergici.

PRINCIPI ATTIVI

Zinco solfato F.U.; nafazolina nitrato.

ECCIPIENTI

Acido borico; sodio cloruro; benzalconio cloruro; acqua per preparazioni iniettabili.

INDICAZIONI

Congiuntiviti (angolari, lacrimali, croniche); blefarocongiuntiviti.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Il prodotto e' controindicato: in soggetti affetti da glaucoma; nei pazienti che presentino ipersensibilizzazione verso qualsiasi componente del preparato, con particolare riguardo allo zinco solfato. Controindicato nei bambini al di sotto dei dieci anni.

POSOLOGIA

2 gocce nel sacco congiuntivale, 2 o piu' volte al di', secondo prescrizione medica. Attenersi scrupolosamente alle dosi consigliate. Un dosaggio superiore del prodotto anche se assunto per via topica e per breve periodo di tempo puo' dar luogo ad effetti sistemici gravi.

CONSERVAZIONE

Nessuna.

AVVERTENZE

Non superare le dosi prescritte, non somministrare per oltre sette giorni consecutivi. Il prodotto se accidentalmente ingerito o se impiegato per lungo periodo a dosi eccessive, puo' determinare fenomeni tossici (sopore anche profondo ed ipotonia nei bambini) che richiedono una immediata assistenza medica. Il prodotto va usato con cautela: nei pazienti in trattamento con farmaci anti-MAO; in presenza di stati ipertensivi, di diabete, di cardiopatie severe, di ipertiroidismo.

INTERAZIONI

Nessuna.

EFFETTI INDESIDERATI

In rari casi puo' verificarsi midriasi con transitorio incremento della tensione endoculare e talvolta iperemia congiuntivale compensatoriaalla cessazione dell'azione del farmaco. Sono stati riportati occasionalmente effetti sistemici dovuti ad assorbimento (ipertensione, disturbi cardiaci, iperglicemia) ed inoltre cefalea e nausea. Raramente possono manifestarsi fenomeni di ipersensibilita'. In tal caso occorre interrompere il trattamento ed istituire una terapia idonea. Per la presenza dello Zinco solfato si puo' avvertire, con l'instillazione, una transitoria e talvolta marcata sensazione di bruciore, priva di significato patologico.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

In gravidanza l'uso del preparato non presenta controindicazioni note.