-> Informazioni

La tua posizione

Modena, MO

Cambia posizione

Cercafarmaco su smartphone Android e Apple
Se hai uno smartphone o un tablet cercafarmaco.it è disponibile anche sull'App Store Apple e sul Play Store Android, clicca sui link seguenti per scaricare l'app:

Inserisci Cercafarmaco sul tuo sito
Widget_cercafarmaco

Copia e incolla il codice html del box sotto sul tuo sito:

TESTOVIS 20 COMPRESSE 10MG

Immagine non disponibile
Codice: 003559010 Codice EAN:
20 COMPRESSE (metiltestosterone: 10 mg)
Codice ATC G03BA03 :
  • Sistema genito-urinario ed ormoni sessuali
  • Ormoni sessuali e modulatori del sistema genitale
  • Androgeni
  • Derivati del 3-oxoandrostene
  • Testosterone

Temperatura di conservazione: a temperatura ambiente
Forma farmaceutica: COMPRESSE
Scadenza: 60 MESI
Confezionamento: FLACONE
Prodotti simili

Scheda prodotto

DENOMINAZIONE

TESTOVIS

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Androgeni.

PRINCIPI ATTIVI

Metiltestosterone.

ECCIPIENTI

-----

INDICAZIONI

In entrambi i sessi: nefropatie prevalentemente di tipo glomerulare; fratture ossee con ritardo nella formazione del callo; involuzione senile; ulcere torpide di tipo atrofico. Nell'uomo: ipogenitalismo prepuberale (criptorchidismo, sindrome adiposo-genitale, puberta' ritardata); ipogenitalismo dell'adulto (infantilismo, enucoidismo, ginecomastia); impotenza e iposessualita'; disturbi del climaterio virile, stati depressivi; ipertrofia prostatica; dermatosi di origine endocrina. Nelladonna: frigidita'; menometrorragie; emorragie da fibromioma; mastodinie e mastopatie; ingorgo mammario post-partum.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Ipersensibilita' ai singoli componenti; accertato o sospetto carcinoma della prostata, carcinoma della mammella maschile e carcinoma del polmone; il farmaco controindicato nei pazienti con insufficienza epatica.

POSOLOGIA

Nefropatie (acute e croniche, prevalentemente di tipo glomerulare): 50 mg a giorni alterni per 10-12 giorni. Ulcere torpide di tipo atrofico: compresse da 10 mg 2-3 volte la settimana. Fratture ossee dei vecchi (con ritardo nella formazione del callo osseo): 50 mg ogni 4-5 giorni. Involuzione senile (cachessia, ipoacusia): 2-3 compresse da 10 mg due volte la settimana. >>Nell'uomo. Ipogenitalismo prepuberale (sindrome adiposo-genitale, criptorchidismo, puberta' ritardata): una compressa al giorno per via sublinguale fino a normalizzazione. La cura va generalmente iniziata a 9-11 anni. Se la cura dovesse dar luogo ad un troppo rapido sviluppo sessuale la posologia verra' proporzionalmente ridotta. Ipogenitalismo dell'adulto (infantilismo, eunucoidismo, ginecomastia): 50 mg 2 volte la settimana per almeno 2 mesi oppure per via sublinguale 1-3 compresse al di'. Impotenza e iposessualita' (cure prolungate con il farmaco, pur senza esercitare azione afrodisiaca diretta,arrecano sostanziali benefici). Disturbi del climaterio virile (senilita' precoce). Disturbi neurodepressivi (esaurimenti psichici, cefalea, indebolimento della memoria): 25 mg due volte la settimana. Sono necessari periodi di cura di almeno 3-6 settimane. I cicli di cura dovranno essere intervallati da prolungati periodi di riposo. Per via sublinguale: 2-3 compresse al giorno. Ipertrofia prostatica (disturbi urinari della vecchiaia): 25-50 mg secondo la gravita', 3 volte la settimana, per 2-3 settimane, proseguendo con dosi minori o con una cura orale prolungata a conveniente dosaggio. Dermatosi di origine endocrina: unacompressa da 10 mg 2 volte la settimana. >>Nella donna (come regola generale e' da evitare la somministrazione del medicinale durante il periodo mestruale). Frigidita': iniezioni da 100 mg di farmaco distanziate di 3 giorni, ripetibili dopo qualche mese. Meno-metrorragie: 1-3 compresse da 10 mg al di' fino a cessazione dei sintomi. Emorragie da fibromioma: iniezioni da 50 mg 2 volte la settimana a cicli di 3 settimane, intervallati da una settimana. Mastodinie e mastopatie nelle sindromi dolorose congestizie: una compressa da 10 mg al giorno (5 mg nellegiovinette) nei 3 giorni precedenti la presunta comparsa dei dolori; nelle forme fibrocistiche 50 mg settimanali di farmaco fiale. Ingorgo mammario post partum: 3 compresse al di' per 2-3 di'.

CONSERVAZIONE

Nessuna.

AVVERTENZE

Da somministrare con cautela nei pazienti affetti da insufficienza circolatoria e renale, epilessia ed emicrania e nei soggetti defedati. Nell'eta' prepubere il medicinale dovra' essere somministrato solo nei casi di reale necessita'. Nei soggetti anziani occorre osservare attentamente che il trattamento non determini una indesiderabile stimolazione nervosa, mentale o fisica. Compresse per uso sublinguale: lasciare sciogliere lentamente sotto la lingua o tra guancia e molari. Le compresse non dovranno essere deglutite, ma lasciate lentamente sciogliere sotto la lingua. Sospendere il trattamento in caso di ipercalcemia; effettuare controlli periodici dei valori della calcemia, specie nelle pazienti con tumore mammario. Sospendere la somministrazione in caso dianomalie dei test epatici; si consiglia di controllare periodicamentela funzionalita' epatica. E' opportuno effettuare esami radiografici nei pazienti in eta' prepuberale per valutare la velocita' di maturazione ossea e gli effetti sulle epifisi. Si consiglia di controllare i valori di emoglobina ed ematocrito nei pazienti che ricevono dosi elevate per il rischio di policitemia.

INTERAZIONI

Il testosterone puo' aumentare l'incidenza di emorragie in pazienti che ricevano anticoagulanti orali: inibisce la formazione ed aumenta ilcatabolismo dei fattori di coagulazione; aumenta l'affinita' dell'anticoagulante per il sito recettoriale; possiede attivita' fibrinolitica. Puo' diminuire la glicemia nei pazienti diabetici ed inibire il metabolismo degli ipoglicemizzanti orali. Puo' diminuire il legame della tiroxina con le proteine plasmatiche. In associazione con imipramina puo' provocare l'insorgenza di sindromi paranoiche.

EFFETTI INDESIDERATI

Il farmaco a dosi elevate e ripetute puo' provocare gli effetti collaterali tipici degli ormoni androgeni: aumento del peso corporeo, ritenzione di acqua e di sodio con conseguenti edemi, ipercalcemia, comparsa di acne. Nella donna, inoltre, si potranno osservare inibizione della funzionalita' ovarica con soppressione del ciclo mestruale, virilismo, modificazione della voce, atrofia del tessuto mammario ed endometriale, ipertrofia del clitoride, anormalita' della libido. Nell'infanziasi potra' verificare una prematura saldatura delle epifisi con arresto della crescita, precoce sviluppo sessuale nel maschio e virilizzazione nella femmina; negli adulti eccessiva stimolazione sessuale, nervosa e psichica. Raramente reazioni anafilattoidi e di ipersensibilita'.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Dato il possibile effetto virilizzante sul feto o sul neonato, il farmaco non dovra' essere somministrato alle donne gravide e durante l'allattamento al seno.