-> Informazioni

La tua posizione

Modena, MO

Cambia posizione

Cercafarmaco su smartphone Android e Apple
Se hai uno smartphone o un tablet cercafarmaco.it è disponibile anche sull'App Store Apple e sul Play Store Android, clicca sui link seguenti per scaricare l'app:

Inserisci Cercafarmaco sul tuo sito
Widget_cercafarmaco

Copia e incolla il codice html del box sotto sul tuo sito:

XYLOCAINA POMATA 20G 5%

Immagine non disponibile
Codice: 004535035 Codice EAN:
POMATA (lidocaina: 5% 20 g)
Codice ATC D04AB01 :
  • Dermatologici
  • Antipruriginosi, inclusi antiistaminici, anestetici, ecc.
  • Anestetici per uso topico
  • Lidocaina

Produttore: ASTRAZENECA SpA
Temperatura di conservazione: da +8 a +30 gradi
Forma farmaceutica: POMATA
Scadenza: 60 MESI
Confezionamento: TUBETTO
Prodotti simili

Scheda prodotto

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

E' un anestetico di superficie a base di lidocaina, sostanza di tipo amidico, ad azione pronta e duratura.

INDICAZIONI

Anestetico della cute e delle mucose accessibili del cavo orale. Per il trattamento sintomatico del dolore in caso di lesioni minori della pelle (abrasioni, piccole ustioni, etc.). Prurito localizzato (anorettale, ecc.).

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Ipersensibilita' gia' nota verso gli anestetici dello stesso gruppo (tipo amidico).

POSOLOGIA

Il dosaggio deve essere valutato sulla base dell'esperienza del clinico e dello stato fisico del paziente.Negli adulti sani non devono essere applicati piu'di 20 g di pomata nelle 24 ore.Nei pazienti anziani o debilitati, nei bambini di eta'superiore ai 12anni, nei soggetti gravemente malati o con infezioni il dosaggio deveessere adeguato all'eta',al peso ed alle condizioni fisiche.Nei bambini di eta'inferiore ai 12 anni ogni singola dose non deve essere superiore a 5 mg/kg e nel corso delle 24 ore non devono essere somministrate piu' di 3 dosi.

INTERAZIONI

Utilizzando elevati dosaggi di lidocaina deve essere considerato il rischio di un aumento della tossicita' sistemica nei pazienti trattati con altri anestetici locali o con agenti a loro strutturalmente correlati, es. tocainide.

EFFETTI INDESIDERATI

In seguito alla somministrazione di anestetici locali di tipo amidicosono raramente riportate reazioni allergiche (e nei casi piu' gravi shock anafilattico). La comparsa dei predetti fenomeni di sensibilizzazione richiede l'interruzione del trattamento onde evitare effetti sistemici rari ma possibili con eccitazione, nausea, vomito, ipotensione, depressione respiratoria, disordini muscolari, collasso cardiocircolatorio.