La tua posizione

Modena, MO

Cambia posizione

Banner-1000-farmacie
Cercafarmaco su smartphone Android e Apple
Se hai uno smartphone o un tablet cercafarmaco.it è disponibile anche sull'App Store Apple e sul Play Store Android, clicca sui link seguenti per scaricare l'app:

Inserisci Cercafarmaco sul tuo sito
Widget_cercafarmaco

Copia e incolla il codice html del box sotto sul tuo sito:

LAEVOLAC EPS 20 BUSTINE 10G

Immagine non disponibile

DENOMINAZIONE

LAEVOLAC^(R) EPS

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Antidoto.

PRINCIPI ATTIVI

Lattulosio purificato.

ECCIPIENTI

Sciroppo: potassio sorbato, acqua depurata. Granulato: aroma limone.

INDICAZIONI

Encefalopatia porto sistemica (EPS). Cirrosi epatica.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Ipersensibilita' verso uno dei componenti del prodotto. Galattosemia.

POSOLOGIA

Sciroppo: da 90 a 190 ml pro die, in 2-3 somministrazioni. Granulato:da 60 a 120 g pro die, in 2-3 somministrazioni.

CONSERVAZIONE

Nessuna speciale precauzione per la conservazione.

AVVERTENZE

Nei pazienti che presentano disturbi causati da eccessivo meteorismo intestinale e' opportuno iniziare il trattamento con le dosi minime indicate; tali dosi potranno essere aumentate gradualmente in rapporto alla risposta del paziente. Il prodotto non contiene, in pratica zuccheri assorbibili nel tratto gastroenterico, per cui la sua somministrazione e' compatibile con situazioni cliniche che comportino alterazioni del metabolismo dei carboidrati. Non usare il farmaco se sono presentidolori addominali, nausea e vomito.

INTERAZIONI

Agenti antibatterici ad ampio spettro ed antiacidi, somministrati peros contemporaneamente al lattulosio, possono ridurne la degradazione limitando la possibilita' di acidificazione del contenuto intestinale e, per conseguenza l'efficacia terapeutica. Il farmaco puo' portare adun'aumentata tossicita' dei digitalici per deplezione potassica. E' possibile un effetto sinergico con la neomicina.

EFFETTI INDESIDERATI

La somministrazione di dosi elevate puo' provocare talvolta crampi addominali, diarrea, meteorismo e flatulenza. Tali sintomi sono generalmente di lieve entita'; se non recedono spontaneamente dopo i primi giorni di trattamento e' opportuna una riduzione della dose. In casi eccezionali, dopo lungo trattamento, si puo' manifestare la possibilita' di una perdita di elettroliti.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Nessuna controindicazione.