Condividi:

AMOBRONC AER 10F 2ML 15MG

Produttore: IST.CHIM.INTERNAZ. RENDE SRL
FARMACO DI AUTOMEDICAZIONE
RICETTA MEDICA NON RICHIESTA
Prezzo:

DENOMINAZIONE

AMOBRONC

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Espettoranti, escluse le associazioni con antitosse.

PRINCIPI ATTIVI

Ambroxol cloridrato.

ECCIPIENTI

Sodio fosfato monobasico, sodio fosfato bibasico, acqua per preparazioni iniettabili.

INDICAZIONI

Trattamento delle turbe della secrezione dell'apparato respiratorio.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Il farmaco e' controindicato nei bambini di eta' inferiore ai 2 anni (per uso orale); ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti; gravi alterazioni epatiche e/o renali.

POSOLOGIA

>>Somministrazione per via inalatoria. Fiale 15 mg: si diluisce il contenuto di una fiala con altrettanta acqua (2 ml) nell'apparecchio erogatore. Adulti: 2-3 fiale al giorno. Bambini oltre i 5 anni: 2-3 fialeal giorno. Bambini fino a 5 anni: 1-2 fiale una volta al giorno. Per la terapia di mantenimento, da instaurare 8/10 giorni dall'inizio del trattamento, usare i dosaggi consigliati piu' bassi.

CONSERVAZIONE

Nessuna.

AVVERTENZE

Nei pazienti portatori di ulcera peptica il medicamento va somministrato con cautela. Fiale: nei casi di asma bronchiale, ricorrere ad uno spasmolitico prima dell'inalazione. Sono stati segnalati casi di reazioni cutanee gravi quali eritema multiforme, sindrome di Stevens-Johnson (SJS)/necrolisi epidermica tossica (TEN) e pustolosi esantematica acuta generalizzata (AGEP) associati alla somministrazione del medicinale. Se sono presenti sintomi o segni di rash cutaneo progressivo (talvolta associato a vesciche o lesioni della mucosa), il trattamento con il farmaco deve essere interrotto immediatamente.

INTERAZIONI

L'ambroxol non interferisce con altri farmaci quali cardioglicosidi, corticosteroidi, broncodilatatori, antibiotici, farmaci che hanno frequente impiego concomitante nelle pneumopatie. Non e' incompatibile conanticoagulanti o antidiabetici.

EFFETTI INDESIDERATI

Alle dosi consigliate il farmaco e' normalmente ben tollerato. Raramente osservati nausea, cefalea, disturbi gastrointestinali. Non nota: ostruzione bronchiale. Disturbi del sistema immunitario. Raro: reazionidi ipersensibilita'; non nota: reazioni anafilattiche, tra cui shock anafilattico, angioedema e prurito. Patologie della cute e del tessutosottocutaneo. Raro: rash, orticaria; non nota: reazioni avverse cutanee gravi (tra cui eritema multiforme, sindrome di Stevens-Johnson/necrolisi epidermica tossica e pustolosi esantematica acuta generalizzata). La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale e' importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Gli studi di teratogenesi e di tossicita' fetale su animali non hannomesso in evidenza alcun effetto nocivo del medicinale, anche a dosi elevate. Non e' comunque consigliabile, come per tutti i farmaci di recente istituzione, l'impiego durante i primi tre mesi di gravidanza; nell'ulteriore periodo andra' somministrato solo in caso di effettiva necessita'.

Codice: 025776030
Codice EAN:
Codice ATC: R05CB06
  • Sistema respiratorio
  • Preparati per la tosse e le malattie da raffreddamento
  • Espettoranti, escluse le associazioni con antitosse
  • Mucolitici
  • Ambroxolo
Temperatura di conservazione: nessuna particolare condizione di conservazione
Forma farmaceutica: SOLUZIONE PER NEBULIZZAZIONE
Scadenza: 36 MESI
Confezionamento: FIALA