Condividi:

CLARITYN 20CPR EFF 10MG

Produttore: MSD ITALIA SRL
FARMACO MUTUABILE
RICETTA MEDICA RIPETIBILE
Prezzo:

DENOMINAZIONE

CLARITYN 10 MG COMPRESSE

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Antistaminici per uso sistemico.

PRINCIPI ATTIVI

Ogni compressa effervescente contiene 10 mg di loratadina.

ECCIPIENTI

Silice colloidale anidra; lattosio monoidrato; polivinilpirrolidone; bicarbonato di sodio; acido citrico anidro; sorbitolo; mannitolo; sodio carbonato anidro; saccarina sodica; estere del saccarosio (E 473); sodio citrato; fosfatidilcolina (E 322); aroma di arancia.

INDICAZIONI

Trattamento sintomatico della rinite allergica (AR) e dell'orticaria cronica idiopatica (CIU).

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Controindicato in pazienti con ipersensibilita' al principio attivo oad uno qualsiasi degli eccipienti in queste formulazioni.

POSOLOGIA

Adulti e bambini sopra i 12 anni di eta': 10 mg una volta al giorno (una compressa effervescente una volta al giorno). La compressa effervescente si puo' assumere indipendentemente dall'ora dei pasti. Nei bambini dai 2 ai 12 anni di eta' il dosaggio e' stabilito in base al peso.Peso corporeo superiore a 30 kg: 10 mg una volta al giorno (una compressa effervescente una volta al giorno). Peso corporeo inferiore o uguale a 30 kg: la compressa effervescente da 10 mg non e' adatta nei bambini con un peso inferiore ai 30 kg. Non sono state definite l'efficacia e la sicurezza nei bambini di eta' inferiore ai 2 anni. Ai pazienticon grave compromissione epatica deve essere somministrata una dose iniziale inferiore poiche' potrebbero avere una clearance ridotta di loratadina. Si raccomanda una dose iniziale di 10 mg a giorni alterni negli adulti e bambini con peso superiore ai 30 kg. Non sono richiesti adattamenti di dosaggio negli anziani o in pazienti con insufficienza renale.

CONSERVAZIONE

Non conservare a temperatura superiore ai 30 gradi C. Proteggere dall'umidita'.

AVVERTENZE

Somministrare con cautela nei pazienti con grave compromissione epatica. Questo medicinale contiene lattosio, sorbitolo e saccarosio; pertanto non devono assumere questo medicinale i pazienti con rari problemiereditari di intolleranza al fruttosio, galattosio, sindrome di Lapp da deficit di lattasi, malassorbimento di glucosio-galattosio o insufficienza di saccarosio-isomaltasi. La somministrazione deve essere interrotta almeno 48 ore prima dei test cutanei poiche' gli antistaminici possono prevenire o ridurre le reazioni positive.

INTERAZIONI

L'assunzione concomitante con alcool non ne potenzia gli effetti, cosi' come valutati dagli studi sulle prestazioni psicofisiche. Possono manifestarsi potenziali interazioni con tutti gli inibitori conosciuti degli enzimi CYP3A4 e CYP2D6 determinando elevati livelli di loratadina nel sangue, che possono causare un aumento degli effetti indesiderati.

EFFETTI INDESIDERATI

In studi clinici condotti in una popolazione pediatrica di bambini dai 2 ai 12 anni, gli effetti indesiderati comuni la cui frequenza eccede quella del placebo sono stati: cefalea, irritabilita' e affaticamento. In studi clinici condotti in soggetti adulti e adolescenti in un certo numero di indicazioni alla dose raccomandata di 10 mg al giorno, sono stati segnalati effetti indesiderati con loratadina in una percentuale superiore al 2 % rispetto ai pazienti trattati con placebo. Gli effetti indesiderati segnalati con una frequenza maggiore rispetto al placebo sono stati sonnolenza, cefalea, aumento dell'appetito e insonnia. >>Altri effetti indesiderati segnalati molto raramente durante la commercializzazione. Disturbi del sistema immunitario: anafilassi. Patologie del sistema nervoso: vertigini. Patologie cardiache: tachicardia, palpitazioni. Patologie gastrointestinali: nausea, secchezza delle fauci, gastrite. Patologie epatobiliari: funzionalita' epatica alterata. Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo: rash, alopecia. Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione:affaticamento.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Negli studi sugli animali la loratadina si e' dimostrata non teratogena. Non e' stata definita la sicurezza d'impiego della loratadina durante la gravidanza. Pertanto l'utilizzo durante la gravidanza non e' raccomandato. La loratadina viene escreta nel latte materno, pertanto l'assunzione di loratadina non e' raccomandata in donne che allattano.

Codice: 027075050
Codice EAN:
Codice ATC: R06AX13
  • Sistema respiratorio
  • Antistaminici per uso sistemico
  • Altri antiistaminici per uso sistemico
  • Loratadina
Temperatura di conservazione: non superiore a +30 gradi, in luogo asciutto
Forma farmaceutica: COMPRESSE EFFERVESCENTI
Scadenza: 36 MESI
Confezionamento: BLISTER