Condividi:

CRINONE GEL VAG 8% 6APPL 1D

Produttore: MERCK SERONO SPA
FARMACO DI CLASSE C
RICETTA MEDICA RIPETIBILE
Prezzo:

DENOMINAZIONE

CRINONE 8% GEL VAGINALE

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Ormoni sessuali (progestinici).

PRINCIPI ATTIVI

Ogni applicatore monodose rilascia 90 mg di progesterone (pari al 8% p/p).

ECCIPIENTI

Glicerina, paraffina chiara liquida, gliceride di olio di palma idrogenato, carbopol 974P, acido sorbico, policarbofile, idrossido di sodio, acqua depurata.

INDICAZIONI

Nella donna adulta in caso di: infertilita' dovuta a fase luteinica inappropriata; per l'uso nel corso della fertilizzazione in vitro, quando l'infertilita' e' principalmente dovuta a sterilita' tubarica, idiopatica o endometriale con cicli ovulatori normali.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Sanguinamento vaginale di natura non accertata. Carcinoma mammario o dell'apparato genitale sospetto o accertato. Tromboflebiti, malattie tromboemboliche, emorragia cerebrale o pazienti con anamnesi positiva di queste condizioni. Aborto interno o incompleto. Insufficienza epatica grave. Porfiria.

POSOLOGIA

Per il trattamento dell'infertilita' il dosaggio e' il seguente: una dose (cioe' un applicatore pari a 90 mg di progesterone) ogni giorno, iniziando dopo che il medico ha confermato l'avvenuta ovulazione oppure il diciottesimo-ventunesimo giorno del ciclo. Per l'uso nella fertilizzazione in vitro, l'applicazione ogni giorno del farmaco dovrebbe continuare fino all'autonomia placentare nel caso di gravidanza accertata. Popolazione anziana: non esiste alcuna indicazione per un uso specifico nella popolazione anziana. Disfunzione renale o epatica: controindicato in caso di disfunzione epatica grave. Il prodotto deve essere utilizzato con cautela nelle pazienti con alterazioni dei test della funzionalita' epatica e con disfunzione renale. Popolazione pediatrica: non esiste alcuna indicazione per un uso specifico nella popolazione pediatrica. Per somministrazione vaginale.

CONSERVAZIONE

Non conservare a temperatura superiore ai 25 gradi C. Non congelare.

AVVERTENZE

La visita medica prima del trattamento deve comprendere un esame approfondito del seno e degli organi pelvici. In caso di metrorragia ed intutti i casi di sanguinamento vaginale irregolare, devono essere esaminate le cause non funzionali e intraprese adeguate misure diagnostiche. Usare con cautela nelle pazienti con alterazioni dei test endocrinio della funzionalita' epatica. Cautela va inoltre usata in soggetti affetti da epilessia, asma bronchiale, insufficienza cardiaca o renale.In caso di comparsa, durante il trattamento, di disturbi della vista o di sintomi correlati all'insorgenza di possibili disordini trombotici e' necessario interrompere il trattamento ed eseguire gli opportuni accertamenti. Nei diabetici i progestinici possono determinare o aggravare stati di ritenzione idrica e ridurre la tolleranza al glucosio. L'eccipiente acido sorbico contenuto nel gel vaginale puo' causare reazioni locali (ad es. dermatiti da contatto).

INTERAZIONI

Il prodotto non deve essere usato in concomitanza con altri farmaci per uso vaginale.

EFFETTI INDESIDERATI

La maggioranza degli effetti indesiderati rilevati negli studi clinici non puo' essere distinta dai sintomi comuni della gravidanza iniziale. Le reazioni avverse riportate di seguito sono classificate in base alla loro frequenza: molto comuni >=1/10; comuni 1/100 - 1/10; non comuni 1/1.000 - 1/100; rari 1/10.000 - 1/1.000; molto rari < 1/10.000. Comuni: cefalea, sonnolenza, dolorabilita' mammaria, vertigini. Inoltre, nel corso della commercializzazione, sono stati riportati sanguinamento intermestruale (spotting), irritazione vaginale ed altre lievi reazioni al sito di applicazione, cosi' come reazioni di ipersensibilita'che si manifestano generalmente come rash cutaneo. La frequenza di tali effetti non e' stata quantificata ma essi sono molto probabilmente da rari a molto rari. Segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite l'Agenzia Italiana del Farmaco.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Il medicinale puo' essere usato nel corso dei primi tre mesi di gravidanza in caso di insufficienza del corpo luteo accertata. Non usare durante l'allattamento, in quanto il progesterone viene escreto nel latte materno.

Codice: 032132021
Codice EAN:
Codice ATC: G03DA04
  • Sistema genito-urinario ed ormoni sessuali
  • Ormoni sessuali e modulatori del sistema genitale
  • Progestinici
  • Derivati del pregnene
  • Progesterone
Temperatura di conservazione: non superiore a +25 gradi, non congelare
Forma farmaceutica: GEL VAGINALE
Scadenza: 36 MESI
Confezionamento: SCATOLA