Condividi:

EBRANTIL 50 IV 1 FIALA 10ML 50MG

Produttore: ALTANA PHARMA SPA
FARMACO OSPEDALIERO
USO OSPEDALIERO
Prezzo:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Antipertensivo.

INDICAZIONI

Urgenze ed emergenze ipertensive.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Non deve essere impiegato in presenza di stenosi aortica e di shunt artero-venoso. Non va somministrato in gravidanza e nel periodo dell'allattamento, in quanto non esistono fino ad ora esperienze nell'uomo; studi sperimentali sugli animali non hanno evidenziato alcun segno di embriotossicita'.

POSOLOGIA

La soluzione iniettabile puo` venir somministrata per via endovenosa in bolo o per infusione continua a paziente supino. Salvo diversa prescrizione medica, nelle indicazioni proposte sono possibili sia somministrazioni a bolo singolo o ripetuto quanto l'infusione endovenosa continua. E' possibile passare dalla terapia parenterale acuta alla terapia di mantenimento mediante ipotensivi orali. Per l'iniezione endovenosa in bolo si possono somministrare 10-50 mg. L'azione ipotensiva si manifesta solitamente entro 5-10 minuti. L'iniezione puo' essere ripetuta in rapporto all'andamento della pressione arteriosa secondo lo schema posologico riportato piu' avanti. Per l'infusione endovenosa continua si diluiscono 200-250 mg (8-10 fiale 25mg/5ml soluzione iniettabileoppure 4-5 fiale 50mg/10ml soluzione iniettabile) in 500 ml di una soluzione per infusione compatibile, per esempio soluzione fisiologica salina, soluzione glucosata al 5 o al 10%, soluzione di levulosio al 5%, soluzione di destrano 40 con lo 0,9% di cloruro di sodio. La concentrazione compatibile massima per ml e' di 4 mg. La velocita' di infusione della dose iniziale non deve superare i 2 mg/min. La dose di mantenimento (in media 9 mg/h) e la durata dell'infusione (non piu' di 7 gg.) vanno adattate opportunamente alla risposta pressoria. L'entita' della riduzione della pressione arteriosa viene determinata dalla dose infusa nei primi 15 minuti. Successivamente la stabilizzazione della pressione arteriosa puo' essere ottenuta con dosi considerevolmente minori. La soluzione per infusione per mantenere il livello di pressione arteriosa ottenuto con iniezione in bolo viene preparata come segue: in 500 ml di una soluzione compatibile per infusione, per esempio soluzione fisiologica salina, soluzione glucosata al 5 o al 10%, soluzione dilevulosio al 5%, soluzione di destrano 40 con lo 0,9% di cloruro di sodio, si diluiscono generalmente 100-200 mg (4-8 fiale 25mg/5ml soluzione iniettabile oppure 2-4 fiale 50mg/10ml soluzione iniettabile). La concentrazione massima compatibile e' di 4 mg di Ebrantil per ml di soluzione per infusione. Quando si impiega il perfusore per somministrare la dose di mantenimento, 20 ml pari a 100 mg di principio attivo, vengono messi in una siringa da perfusore e diluiti sino ad un volume di50 ml con una soluzione compatibile per infusione. Nei pazienti piu' anziani i farmaci ipotensivi vanno usati con cautela ed all'inizio in dosi piu' basse, poiche' in questi pazienti spesso modificata la sensibilita' nei confronti di preparati di questo genere. Le indicazioni pediatriche di Ebrantil soluzione iniettabile per uso endovenoso sono estremamente rare e pertanto la casistica al riguardo e' tuttora limitata. Riduzione controllata della pressione sanguigna in pazienti ipertesi durante e dopo interventi chirurgici: Somministrazione in bolo: iniezione endovenosa di 25 mg = a 5 ml di soluzione iniettabile; dopo 2 minuti nessuna variazione della pressione arteriosa: iniezione endovenosa di 25 mg = a 5 ml di soluzione iniettabile; dopo 2 miniuti nessuna variazione della pressione arteriosa: iniezione endovenosa lenta di 50 mg = 10 ml di soluzione iniettabile. Nel caso di stabilizzazione dellapressione arteriosa mediante infusione continua con una delle tre somministrazioni in bolo dopo 2 minuti la somminstrazione e' all'inizio sino a 6 mg in 1-2 minuti, poi ridurre la dose base alla risposta pressoria. la durata del trattamento non deve superare i 7 giorni.

INTERAZIONI

L'azione ipotensiva di Ebrantil puo' essere potenziata da altri ipotensivi somministrati contemporaneamente. Non sono state descritte interazioni con narcotici, cardioattivi, sedativi, anticoagulanti, diuretici, ipoglicemizzanti ed antilipidemici, somministrati contemporaneamente.

EFFETTI INDESIDERATI

Occasionalmente in corso di trattamento sono stati riferiti effetti collaterali con cefalea, vertigine, sudorazione, agitazione, astenia, aritmia, palpitazione e dispnea, nella maggior parte dei casi imputabili al rapido abbassamento della pressione arteriosa; in base all'esperienza pero' essi scompaiono nel giro di pochi minuti, anche durante l'infusione continua, cosicche' nella maggior parte dei casi non e' necessario interrompere il trattamento.

Codice: 026563039
Codice EAN:
Codice ATC: C02CA06
  • Sistema cardiovascolare
  • Antiipertensivi
  • Sostanze antiadrenergiche ad azione periferica
  • Bloccanti dei recettori alfa-adrenergici
  • Urapidil
Temperatura di conservazione: non conservare al di sopra di +30 gradi
Forma farmaceutica: PREPARAZIONE INIETTABILE
Scadenza: 24 MESI
Confezionamento: SCATOLA