Condividi:

ECOMI SOL GINEC 5FL 10ML 100MG

Produttore: PHARMADAY PHARM.SRL UNIPERSONA
FARMACO DI AUTOMEDICAZIONE
RICETTA MEDICA NON RICHIESTA
Prezzo:

DENOMINAZIONE

ECOMI'

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Antimicotici.

PRINCIPI ATTIVI

Econazolo nitrato.

ECCIPIENTI

Emulsione cutanea: poliossietilenglicoli mono- e dipalmito stearato, gliceridi lauro - palmito-stearici poliossietilenati, paraffina liquida, butilidrossianisolo, silice colloidale, lavanda essenza, acqua depurata. Crema: poliossi-etilenglicoli mono- e di-palmito stearato, gliceridi lauro-palmitostearici poliossietilenati, paraffina liquida, butilidrossianisolo, acido benzoico, lavanda essenza, acqua depurata. Polvere cutanea: zinco ossido, talco, silice colloidale, lavanda essenza. Ovulo: gliceridi semisintetici. Soluzione vaginale 10 ml: polisorbato 80, lavanda essenza, glicol propilenico. Soluzione vaginale 150 ml: lavanda essenza, polisorbato 80, glicol propilenico, acqua depurata.

INDICAZIONI

Uso cutaneo: crema, emulsione cutanea, polvere cutanea. Infezioni dermatologiche di origine micotica e batterica, sensibili al chemioterapico. Uso vaginale: ovuli, soluzione vaginale 10 ml, soluzione vaginale 150 ml. Infezioni vulvovaginali di origine micotica e batterica, sensibili al chemioterapico.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Ipersensibilita' accertata verso il farmaco.

POSOLOGIA

Secondo prescrizione medica. Uso cutaneo: crema, emulsione cutanea, polvere cutanea. Applicazioni topiche: il prodotto deve essere applicato in leggero strato sulla cute infetta, distribuendolo con leggero massaggio; se necessario si effettua un leggero bendaggio. Ripetere il trattamento, secondo necessita', da 1 a 3 volte al giorno. La scelta della forma farmaceutica da impiegarsi (crema, emulsione cutanea, polverecutanea) viene effettuata di volta in volta in funzione delle zone e del tipo di affezione da trattare. Uso vaginale. Ovuli: introdurre, inposizione coricata, profondamente in situ, un ovulo alla sera per 3 sere consecutive; per affezioni particolarmente resistenti puo' essere necessario il proseguimento della terapia. E' consigliata inoltre l'applicazione di unaadeguata quantita' di crema sull'ostio vaginale e sulla superficie della vulva. Soluzione vaginale 10 ml: tale formulazionee' idonea per l'uso vaginale "tipo lavanda", dopo diluizione con mezzo litro di acqua precedentemente bollita ed intiepidita. La lavanda vaginale viene effettuata preferibilmente al mattino ed alla sera con modalita' note, dopo diluizione del flacone monodose. La presenza del tensioattivo conferira' un aspetto "schiumoso" alla soluzione acquosa lacui intensita' potra' variare in dipendenza della qualita' dell'acquautilizzata (durezza,...). Soluzione vaginale 150 ml: introdurre la cannula in vagina delicatamente e premere le pareti del flacone, mediante pressione moderatamente intensa, in modo da realizzare il completo svuotamento. L'irrigazione va eseguita in posizione coricata, e va effettuata preferibilmente la sera. Una irrigazione lenta favorisce una migliore detersione medicata. Per le preparazioni soluzione vaginale 10 ml e soluzione vaginale 150 ml l'utilizzo in concomitanza, o successivo, ad altre terapie topiche, nonche' frequenza e durata della terapia,saranno stabilite dal medico curante. Trattamento dei partners: durante il trattamento di affezioni genitali, e' preferibile che anche il partner esegua, a scopo preventivo, un ciclo di trattamento topico con frequenza giornaliera.

CONSERVAZIONE

Ovuli: tenere il medicinale nell'imballaggio esterno per proteggerlo dalla luce 1%. Emulsione cutanea: astuccio con flacone da 30 ml. 1% Crema: astuccio con tubo alluminio da 30 g 1%. Polvere cutanea: astucciocon flacone da 30 g. Ovuli: astuccio con n. 6 ovuli da 150 mg 100 mg.Soluzione vaginale: astuccio da n. 5 contenitori monodose da 10 ml 100 mg. Soluzione vaginale: astuccio da n. 5 contenitori monodose da 150ml.

AVVERTENZE

L'impiego regolare e secondo la prescrizione medica e' basilare per il conseguimento della guarigione. Nel trattamento delle affezioni agliorgani genitali e' di estrema importanza il trattamento del partner, ad evitare reinfezioni tipo "ping-pong". L'uso dei prodotti per via topica, specie se protratto, puo' dare origine a fenomeni di sensibilizzazione. In tali evenienze e' necessario sospendere il trattamento ed istituire una terapia idonea. Altrettanto dicasi in caso di sviluppo dimicrorganismi non sensibili. Il farmaco non da' luogo ad assuefazionene' dipendenza. In occasione dell'uso ripetuto della polvere cutanea,evitare l'inalazione della stessa.

INTERAZIONI

Il medicinale nelle sperimentazioni effettuate, non ha rivelato finora interazioni con altri farmaci.

EFFETTI INDESIDERATI

In considerazione della ottima tollerabilita', raramente il farmaco, da' luogo ad effetti collaterali, ed e' ben tollerato anche dalle cutipiu' sensibili. Con medicamenti di questo tipo per uso vaginale sono stati riferiti, nei primi tempi di trattamento, bruciori ed irritazione vaginale, crampi pelvici, eruzioni cutanee, cefalee, pruriti locali;di tali effetti dovra' essere informato il medico curante, che valutera' l'opportunita' o meno di interrompere il trattamento.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Nelle donne in stato di gravidanza, il prodotto deve essere impiegatonei casi di effettiva necessita'.

Codice: 024846053
Codice EAN:
Codice ATC: G01AF05
  • Sistema genito-urinario ed ormoni sessuali
  • Antimicrobici ed antisettici ginecologici
  • Antimicrobici ed antisettici, escl.le assoc.con corticoster.
  • Derivati imidazolici
  • Econazolo
Temperatura di conservazione: nessuna particolare condizione di conservazione
Forma farmaceutica: LAVANDA VAGINALE
Scadenza: 48 MESI
Confezionamento: FLACONE