Condividi:

KAYEXALATE OS SOSP 453,6G 10%

Produttore: MAGGIONI SPA
FARMACO MUTUABILE
RICETTA MEDICA RIPETIBILE
Prezzo:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Farmaco per il trattamento dell'iperpotassiemia.

INDICAZIONI

Trattamento sintomatico dell'iperpotassiemia. Il trattamento e'consigliato nei pazienti nei quali l'iperpotassiemia dipende da insufficienza renale acuta.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Non esistono controindicazioni assolute all'impiego di Kayexalate.

POSOLOGIA

La dose media per l'adulto varia da 15 a 60 g di resina. Questa si ottiene somministrando 15 g di Kayexalate (un misurino) da una a quattrovolte al giorno. 1 g contiene 4,1 mEq di sodio; un cucchiaio da the' raso contiene circa 3,5 g di Kayexalate e 15 mEq di sodio. Un cucchiaio da the' colmo puo' contenere fino a 10-12 g di KAYEXALATE. Poiche' l'efficienza in vivo delle resine a scambio sodio-potassio e' di circa il 33%, circa un terzo del reale contenuto di sodio della resina vienemesso a disposizione dell'organismo. Nei bambini piu' piccoli e nei lattanti sembrerebbe consigliabile impiegare dosi corrispondentemente minori, basando il calcolo sul rapporto di scambio di 1 mEq di potassioper grammo di resina. Ciascuna dose deve essere somministrata come sospensione in una piccola quantita' d'acqua o, per renderla piu' appetibile, in sciroppo. La quantita' di liquido di solito varia da 20 a 100ml in base alla dose o piu' semplicemente puo' essere determinata aggiungendo da 3 a 4 ml di acqua per grammo di resina. Si puo' somministrare sorbitolo per combattere la stitichezza. La resina puo' essere introdotta nello stomaco attraverso un sondino e, se si vuole, puo' essere mischiata con una dieta appropriata per pazienti con insufficienza renale. La resina puo' essere somministrata, anche se con risultati meno efficaci, in un clistere quotidiano, consistente, negli adulti, in una dose di 30 g una o due volte al giorno. Ciascuna dose viene somministrata come un'emulsione in 150-200 ml di veicolo acquoso a temperatura corporea, come acqua semplice, destrosio al 10% o parti uguali di acqua e sospensione di metilcellulosa al 2%. L'emulsione deve essere agitata delicatamente durante la somministrazione. Il clistere deve essere ritenuto se possibile per 4-10 ore e seguito da un clistere di pulizia. In seguito, allo scopo di allontanare la resina, si irriga il colon con una soluzione priva di sodio, riscaldata alla temperatura corporea; possono essere necessari due litri di soluzione di pulizia. Il liquido di lavaggio che refluisce viene allontanato in continuazione attraverso un tubo a Y. La durata della terapia dipende dalla gravita' e dalla resistenza dell'iperkaliemia. Kayexalate non deve essere riscaldato oltre i 37øC perche' il riscaldamento puo' alterare le proprieta' di scambio della resina.

INTERAZIONI

Kayexalate, come le altre resine a scambio cationico, puo'ritardare oridurre l'assorbimento della digitale dal lume intestinale. E' pertanto consigliabile assumere questo farmaco 1 ora prima dell'assunzione di Kayexalate oppure 4-6 ore dopo.La somministrazione di Kayexalate a pazienti digitalici richiede prudenza in quanto bassi livelli ematici di potassio possono potenziare l'azione della digitale, soprattutto esaltandone gli effetti tossici sul cuore. Non somministrare contemporaneamente Kayexalate ad antiacidi o lassativi contenenti magnesio, alluminio o altri cationi non assorbibili.

EFFETTI INDESIDERATI

Una grave deficienza di potassio puo' presentarsi in seguito a terapia con Kayexalate. E' obbligatorio quindi determinare i livelli di potassio nel siero almeno ogni giorno e piu' spesso se e' necessario. Puo'provocare un certo grado di irritazione gastrica. Anoressia, nausea evomito possono presentarsi specialmente se si somministrano dosi elevate, talvolta si manifesta diarrea. Alte dosi in soggetti anziani possono provocare compattezza delle feci. Questi effetti possono essere ridotti impiegando la resina sotto forma di clisteri. A seguito di somministrazione di sodio polistirene sulfonato sono stati segnalati due casi di ostruzione intestinale causati dalla formazione di un bezoario alocalizzazione gastrointestinale. Sono inoltre descritti casi di formazione di cristalli di "sodio polistirene sulfonato" aderenti alla mucosa gastrointestinale.

Codice: 021394010
Codice EAN:
Codice ATC: V03AE
  • Vari
  • Tutti gli altri prodotti terapeutici
  • Farmaci per trattamento dell'iperkaliemia e iperfosfatemia
Temperatura di conservazione: a temperatura ambiente
Forma farmaceutica: SOSPENSIONE USO ESTERNO
Scadenza: 36 MESI
Confezionamento: SCATOLA