Condividi:

MICOTEF SOL VAG 5FL 150ML 0,2%

Produttore: TEOFARMA SRL
FARMACO DI AUTOMEDICAZIONE
RICETTA MEDICA NON RICHIESTA
Prezzo:

DENOMINAZIONE

MICOTEF 0,2% SOLUZIONE VAGINALE

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Antimicrobici ed antisettici, escluse le associazioni con corticosteroidi.

PRINCIPI ATTIVI

Miconazolo 0,200 g.

ECCIPIENTI

Propilenglicole, acido lattico, undebenzofene, alcool ricinoleilico, polisorbato 20, composizione profumante, acqua depurata.

INDICAZIONI

Coadiuvante della terapia delle affezioni vulvo-vaginali da Candida, anche se sovrainfetta da germi Gram-positivi: puo' essere impiegato anche dopo altra terapia topica o per os, allo scopo di ridurre il rischio di recidive.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

POSOLOGIA

Al mattino applicare la soluzione in vagina utilizzando l'intero flacone. Le applicazioni quotidiane possono prolungarsi a giudizio medico,oltre i normali 5 - 6 giorni di terapia.

CONSERVAZIONE

Conservare a temperatura non superiore ai 25 gradi C.

AVVERTENZE

Eseguire le seguenti operazioni: tenere il flacone per l'anello zigrinato e ruotare il cappuccio, sino a rottura del sigillo di sicurezza estringerlo sino a toccare la testa della cannula sottostante; estrarre la cannula tenendola sempre attraverso il cappuccio, sino al suo arresto, continuare a tirare la testa sino ad avvertire lo scatto del giusto posizionamento. Solo lo scorrimento completo della testa della cannula permette la corretta fuoriuscita della soluzione. Introdurre la cannula in vagina delicatamente e premere le pareti del flacone mediante pressione piu' o meno intensa, in modo da realizzarne il completo svuotamento; una speciale valvola non permette il ritorno della soluzione nel flacone. L'irrigazione va eseguita preferibilmente in posizione distesa. Un'irrigazione lenta favorisce una migliore detersione medicata. Il prodotto e' di facile applicazione, non macchia la pelle o gli indumenti. Questo medicinale contiene propilenglicole tra gli eccipienti e pertanto puo' causare irritazione cutanea.

INTERAZIONI

Nessuna accertata.

EFFETTI INDESIDERATI

La terapia con miconazolo e' ben tollerata. Raramente il miconazolo puo' provocare bruciore od irritazione vaginale, crampi pelvici; piu' raramente ancora eruzioni cutanee e cefalee. In questi casi e' necessario sospendere il trattamento ed istituire una terapia idonea.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Nel primo trimestre di gravidanza, il prodotto deve essere usato soltanto in caso di effettiva necessita'.

Codice: 023491160
Codice EAN:
Codice ATC: G01AF04
  • Sistema genito-urinario ed ormoni sessuali
  • Antimicrobici ed antisettici ginecologici
  • Antimicrobici ed antisettici, escl.le assoc.con corticoster.
  • Derivati imidazolici
  • Miconazolo
Temperatura di conservazione: non superiore a +25 gradi
Forma farmaceutica: SOLUZIONE VAGINALE
Scadenza: 36 MESI
Confezionamento: FLACONE