Condividi:

NAVELBINE 50 IV 50MG 5ML

Produttore: PIERRE FABRE PHARMA SRL
FARMACO OSPEDALIERO
USO OSPEDALIERO
Prezzo:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Antineoplastico citostatico della famiglia degli alcaloidi della Vinca.

INDICAZIONI

Carcinoma polmonare non a piccole cellule. Carcinoma mammario metastatico.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Gravidanza - allattamento - insufficienza epatica grave. Ipersensibilita' verso i componenti o verso altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico.

POSOLOGIA

MONOTERAPIA: la dose suggerita e' di 25-30 mg/m2, somministrata a frequenza settimanale. POLICHEMIOTERAPIA: la dose e la frequenza sono in funzione del protocollo terapeutico. E' estremamente importante assicurarsi che l'ago sia correttamente introdotto nella vena prima di iniziare la somministrazione. Se si infiltra nel tessuto circostante durante la perfusione, puo' provocare una grave irritazione. In tal caso, interrompere e somministrare il resto della dose in un'altra vena.

INTERAZIONI

Non note.

EFFETTI INDESIDERATI

TOSSICITA' EMATOLOGICA: granulocitopenia dipendente dalla dose, anemia frequente, ma di intensita' moderata, livelli piastrinici inferiori a 200.000 per mm3 sono molto rari ma possono verificarsi in soggetti con compromissioni midollari secondarie a precedenti terapie con chemioterapici o terapie radianti. NEUROTOSSICITA': sistema Nervoso Periferico: generalmente limitata alla riduzione dei riflessi osteotendinei, le parestesie sono poco frequenti. Dopo un trattamento prolungato si puo' osservare affaticamento degli arti inferiori. Sistema nervoso vegetativo: la manifestazione piu' comune e' rappresentata dalla stipsi. Sono pure stati osservati rari casi di ileo paralitico. TOSSICITA' DIGESTIVA: stipsi, nausea, vomito: l'incidenza e' relativamente lieve. TOSSICITA' BRONCOPOLMONARE: come per gli altri alcaloidi della Vinca, vinorelbine puo' provocare stati di dispnea e di broncospasmo; queste reazioni si manifestano in genere entro qualche minuto dall'iniezione, ma possono anche sopraggiungere parecchie ore dopo. SONO STATI ANCHE RIPORTATI: alopecia (progressiva e moderata), dolori mascellari. Dopo un'iniezione endovenosa, eventuali stravasi del farmaco possono provocare reazioni locali anche fino alla necrosi. In tal caso instaurare una terapia idonea. E' opportuno informare il medico qualora intervengano effetti indesiderati non descritti.

Codice: 027865094
Codice EAN:
Codice ATC: L01CA04
  • Farmaci antineoplastici ed immunomodulatori
  • Citostatici
  • Alcaloidi derivati da piante ed altri prodotti naturali
  • Alcaloidi della vinca ed analoghi
  • Vinorelbina
Temperatura di conservazione: da +2 a +8 e al riparo dalla luce
Forma farmaceutica: CONCENTRATO PER SOLUZIONE PER INFUSIONE
Scadenza: 36 MESI
Confezionamento: FLACONE