Condividi:

REXALGAN INTRAMUSCOLO IV 6 FIALE 20MG+6F 2ML

Produttore: DOMPE' FARMACEUTICI SPA
FARMACO MUTUABILE
RICETTA MEDICA RIPETIBILE
Prezzo:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Antiinfiammatori ed antireumatici non steroidei, derivati dell'oxicam.

INDICAZIONI

Trattamento sintomatico degli episodi dolorosi acuti in atto nel corso di affezioni infiammatorie dell'apparato muscolo-scheletrico.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Non deve essere usato nei soggetti che hanno dimostrato ipersensibilita' gia' nota verso il farmaco o verso qualcuno degli eccipienti ne' inpresenza di ulcera gastro-intestinale, gastrite, dispepsie, gravi disturbi epatici e renali, grave insufficienza cardiaca, grave ipertensione, alterazioni ematiche gravi, ne' in soggetti con diatesi emorragica.Esiste la possibilita' di sensibilita' crociata con acido acetilsalicilico o altri farmaci antiinfiammatori non steroidei. Rexalgan non deveessere somministrato ai pazienti nei quali l'acido acetilsalicilico oaltri antiinfiammatori non steroidei provochino sintomi di asma, rinite od orticaria. Il prodotto non deve essere somministrato a pazienti che debbono essere sottoposti ad interventi chirurgici o ad anestesia.Soggetti di eta' inferiore a 15 anni.Non va usato in gravidanza o durante l'allattamento.

POSOLOGIA

Va somministrato endovena o intramuscolo alla dose di 20 mg al giorno. Nelle forme reumatiche acute la terapia deve essere iniziata con 40 mg (2 fiale) per via intramuscolare al giorno per i primi due giorni in dose unica o refratta. Per il successivo trattamento la dose va ridotta a 20 mg al giorno; appena possibile per la terapia di mantenimentosi dovra' ricorrere ad altre forme di somministrazione di Rexalgan. Nel trattamento di pazienti anziani la posologia deve essere attentamente stabilita dal medico che dovra' valutare un'eventuale riduzione deidosaggi. Le iniezioni dovranno essere eseguite secondo rigorose normedi sterilizzazione, asepsi, antisepsi. L'uso endovenoso del preparatoe' riservato agli ospedali e case di cura.

INTERAZIONI

Dato che il principio attivo si trova dopo la somministrazione in gran parte (99%) legato con proteine, non puo' essere completamente escluso uno spiazzamento da altri farmaci con elevato legame farmacoproteico. Pertanto, qualora Rexalgan venga associato ad altri farmaci altamente legati a proteine plasmatiche, deve esservi un accurato controllo medico per poter eventualmente adeguare le dosi. Esistono altre possibili interazioni: Rexalgan puo' ridurre l'efficacia dei diuretici (ad effetto dilavante), di diuretici utilizzati nel trattamento della ipertensione e probabilmente anche l'effetto di altri farmaci antiipertensivi. In caso di contemporanea assunzione di farmaci contenenti potassio odi diuretici che determinano una ritenzione di potassio sussiste il rischio di un aumento della concentrazione potassica del siero (iperpotassiemia). La concentrazione sierica di litio puo' aumentare in caso di contemporanea somministrazione di preparazioni a base di litio, aumentando la probabile insorgenza di effetti indesiderati dovuti al litio. La somministrazione contemporanea di glucocorticoidi puo' aumentareil pericolo di emorragie gastrointestinali.

EFFETTI INDESIDERATI

I disturbi gastrointestinali costituiscono gli effetti collaterali piu' comunemente segnalati e sono rappresentati da nausea, disturbi gastrici, stipsi, diarrea. Altri effetti collaterali segnalati: fenomeni diipersensibilita' quali eruzioni cutanee, cefalea, vertigine, astenia,alterazione dei parametri ematologici, aumento dell'azotemia. Raramente possono verificarsi ulcere gastriche con o senza emorragia, vomito,edema allergico del volto e delle mani o generalizzato, aumento dellafotosensibilita' cutanea, disturbi della vista, anemia aplastica, aumento degli indici della funzionalita' epatica, ittero, insufficienza renale acuta, ritenzione idrica, che puo' manifestarsi in forma di edemasoprattutto nelle regioni declivi degli arti inferiori o di disturbi cardiocircolatori (ipertensione, scompenso). Analogamente ad altri antiinfiammatori non steroidei, in casi sporadici possono verificarsi ulcere gastriche con perforazione, sindrome di Stevens Johnson, sindrome di Lyell, agranulocitosi, disfunzione vescicale, shock e sintomi premonitori, insufficienza cardiaca acuta, stomatite ulcerativa, alopecia, turbe dell'accrescimento ungueale. In soggetti predisposti possono manifestarsi reazioni di ipersensibilita'. Raramente possono verificarsi depressione del midollo osseo e trombocitopenia. Inoltre sono stati segnalati, dopo somministrazione intramuscolare, dolore transitorio ed eritema nella sede dell'iniezione.

Codice: 027379078
Codice EAN:
Codice ATC: M01AC02
  • Sistema muscolo-scheletrico
  • Farmaci antiinfiammatori ed antireumatici
  • Farmaci antiinfiammatori ed antireumatici non steroidei
  • Oxicam-derivati
  • Tenoxicam
Temperatura di conservazione: a temperatura ambiente
Forma farmaceutica: PREPARAZIONE INIETTABILE
Scadenza: 36 MESI
Confezionamento: SCATOLA