Condividi:

SODIO INDIGOTINDIS 5F 40MG10ML

Produttore: MONICO SPA
FARMACO DI CLASSE C
USO OSPEDALIERO
Prezzo:

DENOMINAZIONE

SODIO INDIGOTINDISOLFONATO MONICO

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Diagnostici.

PRINCIPI ATTIVI

Sodio indigotindisolfonato.

ECCIPIENTI

Ogni fiala 10 ml contiene: saccarosio g 1, acqua p.p.i. q.b. a ml 10.

INDICAZIONI

Diagnostico per la funzionalita' renale.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

POSOLOGIA

Adulti: 40-80 mg somministrati per via endovenosa. Solo raramente si utilizza la via intramuscolare; infatti, la somministrazione endovenosa e' da preferire in quanto permette la somministrazione di dosi minori. Bambini ed anziani: non sono stati effettuati studi adeguati e ben controllati sull'uso del medicinale nei bambini e negli anziani (oltre65 anni). Anche se non vi sono evidenti controindicazioni, si raccomanda di somministrare il medicinale solo in caso di reale necessita'. Negli anziani, nei bambini e nei pazienti con basso peso corporeo, somministrare dosi proporzionalmente minori.

CONSERVAZIONE

Conservare nella confezione originale per proteggere il medicinale dalla luce.

AVVERTENZE

Puo' verificarsi occasionalmente una reazioni idiosincrasia, con lievi effetti pressori. Poiche' puo' verificarsi la precipitazione di sodio indigotindisolfonato, la soluzione non deve essere diluita prima della somministrazione ne' iniettata con infusori gia' in uso con altre soluzioni. La soluzione contiene saccarosio. Di cio' si tenga considerazione in pazienti con ridotta tolleranza agli zuccheri e diabete.

INTERAZIONI

Non sono note interazioni con altri medicinali.

EFFETTI INDESIDERATI

Di seguito sono riportati gli effetti indesiderati del Sodio Indigotindisolfonato organizzati secondo la classificazione sistemica-organicaMedDRA. Non sono disponibili dati sufficienti per stabilire la frequenza dei singoli effetti elencati. Disturbi del sistema immunitario: rash cutaneo, prurito, broncocostrizione. Patologie cardiache: bradicardia. Patologie gastrointestinali: nausea, vomito. Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche: broncocostrizione. Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo: cambiamento di colorazione della cute. Patologie vascolari: ipertensione.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Non sono stati effettuati studi adeguati e ben controllati sull'uso di Sodio Indigotindisolfonato in gravidanza ed allattamento. Anche se non vi sono evidenti controindicazioni dell'uso in gravidanza e durantel'allattamento, si raccomanda di somministrare il medicinale solo in caso di effettiva necessita'.

Codice: 030806018
Codice EAN:
Codice ATC: V04CH02
  • Vari
  • Diagnostici
  • Altri diagnostici
  • Test per la funzione renale e le lesioni ureterali
  • Indigo carmine
Temperatura di conservazione: a temperatura ambiente
Forma farmaceutica: SOLUZIONE INIETTABILE
Scadenza: 12 MESI
Confezionamento: FIALA