Condividi:

SOLMUCOL EV AER 5F 3ML 300MG

Produttore: IBSA FARMACEUTICI ITALIA SRL
FARMACO DI CLASSE C
RICETTA MEDICA RIPETIBILE
Prezzo:

DENOMINAZIONE

SOLMUCOL 300 MG/3 ML

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Mucolitici, acetilcisteina.

PRINCIPI ATTIVI

Ogni fiala da 3 ml contiene: acetilcisteina 300 mg.

ECCIPIENTI

Sodio edetato, sodio idrossido, potassio idrossido, acqua per preparazioni iniettabili.

INDICAZIONI

Trattamento delle affezioni respiratorie caratterizzate da ipersecrezione densa e vischiosa: bronchite acuta, bronchite cronica e sue riacutizzazioni, enfisema polmonare, mucoviscidosi e bronchiectasie. Trattamento antidotico. Intossicazione accidentale o volontaria da paracetamolo. Uropatia da iso- e ciclo-fosfamide

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

POSOLOGIA

Somministrazione endovenosa. Intossicazione accidentale o volontaria da paracetamolo. Dose iniziale di 150 mg/kg di peso corporeo addizionata ad un eguale volume di soluzione glucosata al 5% e iniettata per via endovenosa in 15 minuti. Dosi successive: 50 mg/kg da somministrare in 4 ore per fleboclisi con soluzione glucosata 5% seguiti da una doseulteriore di 100 mg/kg da perfondere per via endovenosa in 16 ore, sempre con soluzione glucosata al 5%. Somministrazione aerosolica. Si nebulizza una fiala ogni seduta, effettuando 1-2 sedute giornaliere per 5-10 giorni. Data la elevata tollerabilita' del preparato, la frequenza delle sedute e le dosi per ciascuna di esse possono essere modificate dal medico entro limiti abbastanza ampi, in rapporto alla forma clinica ed all'effetto terapeutico, e senza la necessita' di differenziarenettamente le dosi per l'adulto da quelle pediatriche. Instillazione endobronchiale Si somministra, con le modalita' prescelte (sondini permanenti, broncoscopio, ecc. ) 1 fiala per volta 1-2 volte al giorno o in rapporto alle necessita'. La durata dei trattamenti e' da stabilirein base all'evoluzione clinica; la elevata tollerabilita' generale e locale del preparato consente comunque trattamenti anche prolungati. Eventuali aggiustamenti della posologia possono riguardare la frequenzadelle somministrazioni o il frazionamento della dose ma devono comunque essere compresi entro il dosaggio massimo giornaliero di 600 mg.

CONSERVAZIONE

Conservare a temperatura non superiore a 25 gradi C. Le fiale aperte di soluzione da nebulizzare sono utilizzabili solo se conservate in frigorifero e per un massimo di 24 ore. Le fiale conservate aperte non devono piu' essere usate per somministrazione per via endovenosa.

AVVERTENZE

In caso di ulcera gastro-duodenale il prodotto deve essere somministrato con cautela. La somministrazione di acetilcisteina, specialmente per aerosol, all'inizio del trattamento puo' fluidificare le secrezionibronchiali ed aumentare nello stesso tempo il volume; se il paziente e' incapace di espettorare in modo efficace, per evitare la ritenzionedi secreti, occorre ricorrere al drenaggio posturale o, eventualmente, alla broncoaspirazione. I pazienti affetti da asma bronchiale devonoessere strettamente controllati durante la terapia; se compare broncospasmo, il trattamento deve essere immediatamente sospeso. Questo medicinale contiene sodio: da tenere in considerazione in persone con ridotta funzionalita' renale o che seguono una dieta a basso contenuto di sodio.

INTERAZIONI

E' da evitare la somministrazione contemporanea di un mucolitico bronchiale e di una sostanza che inibisce le secrezioni (per esempio un anticolinergico). A causa del suo radicale -SH, l'acetilcisteina puo' interferire chimicamente con diverse penicilline, tetracicline, cefalosporine, aminoglicosidi, macrolidi e amfotericina B, se queste sostanze sono mescolate nella stessa soluzione: per le esigenze di una terapia locale mucolitica-antibiotica e' consigliabile somministrare separatamente i vari farmaci. Il farmaco come soluzione per nebulizzatore puo',invece, essere mescolato senza inconvenienti con i seguenti broncodilatatori: salbutamolo, terbutalina, fenoterolo, isoprenalina, epinefrina, bromuro di ipratropio, tyloxapol.

EFFETTI INDESIDERATI

Disturbi del sistema immunitario. L'impiego del prodotto per via sistemica e per aerosol puo', raramente, essere seguito da reazioni di ipersensibilita' come orticaria, rash e broncospasmo. L'impiego del prodotto per via sistemica puo', raramente, causare reazioni anafilattiche,molto raramente accompagnate da arresto cardiaco. Patologie cardiache: arresto cardiaco, diminuzione frequenza cardiaca fetale. Patologie gastrointestinali: l'assunzione del prodotto per aerosol puo', occasionalmente, essere seguita da nausea, vomito e stomatite. Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche: rinorrea

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Gli studi teratologici condotti sugli animali non hanno evidenziato alcun effetto teratogeno; non sono pero' disponibili studi controllati nell'uomo. Pertanto la sua somministrazione nel corso della gravidanzapotra' essere effettuata solo in caso di effettiva necessita' sotto il diretto controllo del medico. In assenza di studi relativi all'eventuale escrezione nel latte materno, l'uso va evitato durante l'allattamento. Sono stati registrati dati di letteratura che riportano un caso di diminuzione della frequenza cardiaca fetale in seguito alla somministrazione di N-acetilcisteina per via endovenosa.

Codice: 028311090
Codice EAN:
Codice ATC: R05CB01
  • Sistema respiratorio
  • Preparati per la tosse e le malattie da raffreddamento
  • Espettoranti, escluse le associazioni con antitosse
  • Mucolitici
  • Acetilcisteina
Temperatura di conservazione: non superiore a +25 gradi
Forma farmaceutica: SOLUZIONE INIETTABILE PER INALAZIONE E TOPICA
Scadenza: 36 MESI
Confezionamento: FIALA