Cercafarmaco.it

APRALAN SOLUBILE OS POLV 1000G Produttore: ELANCO GMBH

  • PRODOTTO VETERINARIO

DENOMINAZIONE

APRALAN SOLUBILE POLVERE PER USO IN ACQUA DA BERE/ LATTE ARTIFICIALE PER SUINI, VITELLI, POLLI E CONIGLI

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Antiinfettivi intestinali, antibiotici.

PRINCIPI ATTIVI

1 g contiene: principio attivo: apramicina 552.000 UI* (come apramicina solfato). * UI - Unita' Internazionali. Eccipienti: nessuno.

ECCIPIENTI

Nessuno.

INDICAZIONI

Trattamento di enteriti batteriche causate da Escherichia coli sensibile all'apramicina. Vitelli preruminanti: trattamento di enteriti batteriche causate da Escherichia coli e focolai clinici dovuti a Salmonella enterica sottospecie enterica sierotipo Dublin (Salmonella Dublin) sensibile all'apramicina. Il trattamento dovrebbe basarsi su una precedente conferma del sierotipo di Salmonella coinvolto o almeno sulla disponibilita' di dati epidemiologici che confermino la presenza di questo sierotipo. Polli: trattamento di colibacillosi causata da Escherichia coli sensibile all'apramicina. Conigli: trattamento e metafilassi di enteriti batteriche causate da Escherichia coli sensibile all'apramicina. Stabilire la presenza della malattia nell'allevamento prima di utilizzare il prodotto.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Non usare in casi di ipersensibilita' all'apramicina. Non usare in vitelli con rumine funzionante. Non usare in animali che soffrono di disturbi renali.

SICUREZZA NELLE SPECIE DI RIF.

Suini: la somministrazione in acqua da bere di dosi fino a nove voltequella raccomandata per 28 giorni non ha mostrato alcuna reazione sfavorevole. Vitelli: la somministrazione di apramicina nel latte artificiale, ogni giorno per cinque giorni, a dosi fino a 120 mg/kg di peso corporeo non ha dato alcun effetto tossico. Pollo: nella somministrazione di una singola dose orale di 1000 mg/kg di peso corporeo a polli non vi e' stata mortalita'. La somministrazione di dosi fino a 5 volte superiori a quella raccomandata per 15 giorni non ha mostrato alcuna reazione spiacevole. Eventuali intossicazioni possono essere riconosciute dai seguenti sintomi: feci molli, diarrea, vomito (perdita di peso, anoressia e simili), insufficienza renale ed effetti sul sistema nervoso centrale (ridotta attivita', perdita di riflessi, convulsioni, ecc.). Non superare la dose raccomandata.

USO/VIA DI SOMMINISTRAZIONE

Somministrare in acqua da bere. I sistemi di abbeveraggio devono essere puliti e privi di ruggine per evitare una riduzione di attività. Nel caso dei vitelli, è possibile somministrare in un latte artificiale.

POSOLOGIA

Via di somministrazione: somministrare in acqua da bere. I sistemi diabbeveraggio devono essere puliti e privi di ruggine per evitare una riduzione di attivita'. Nel caso dei vitelli, e' possibile somministrare in un latte artificiale. Posologia: suini: somministrare 12.500 IU di apramicina solfato per chilogrammo di peso vivo (che corrispondono a 22,5 mg di prodotto/kg pv), al giorno per 7 giorni consecutivi. Vitelli: somministrare 40.000 IU di apramicina solfato per chilogrammo di peso vivo (che corrispondono a 72 mg di prodotto/kg pv), al giorno per5 giorni consecutivi. Polli: somministrare 80.000 IU di apramicina solfato per chilogrammo di peso vivo (che corrispondono a 144 mg di prodotto/kg pv), al giorno per 5 giorni consecutivi. Conigli: somministrare 20000 IU di apramicina solfato per chilogrammo di peso vivo (che corrispondono a 36 mg di prodotto/kg pv), al giorno per 5 giorni consecutivi. L'assunzione di acqua medicata dipende dalle condizioni cliniche degli animali. Per ottenere la dose corretta, adeguare di conseguenza la concentrazione del medicinale veterinario. Il peso degli animali deve essere determinato nel modo piu' accurato possibile per evitare sottodosaggio. L'acqua medicata deve essere l'unica fonte di abbeveraggio. L'acqua medicata deve essere rinnovata ogni 24 ore. Le soluzioni nellatte artificiale devono essere preparate immediatamente prima dell'uso. Il latte artificiale non deve superare i 40 gradi C. quando viene aggiunta la polvere. Gli animali con patologie cliniche acute o gravi che non possono bere, devono ricevere un adeguato trattamento parenterale. La quantita' di prodotto (mg) da incorporare per litro di acqua olatte artificiale deve essere stabilita secondo la seguente formula: Dose (mg prodotto per kg pv per giorno) X Peso vivo medio (kg) degli animali da trattare / Assunzione giornaliera media di acqua/latte (l/animale) = mg prodotto per litro di acqua/latte artificiale da bere.

CONSERVAZIONE

Questo medicinale veterinario non richiede alcuna condizione particolare di conservazione. Periodo di validita' del medicinale veterinario confezionato per la vendita: 2 anni. Periodo di validita' dopo diluizione in acqua da bere conformemente alle istruzioni: 24 ore. Periodo divalidita' dopo diluizione nel latte artificiale conformemente alle istruzioni: 6 ore. Per presentazioni monodose: Periodo di validita' dopoprima apertura del confezionamento primario: usare immediatamente. Per presentazioni multidose: Periodo di validita' dopo prima apertura del confezionamento primario: 28 giorni.

AVVERTENZE

Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: l'uso del medicinale veterinario deve basarsi su test di sensibilita' dei batteri isolatidall'animale. Se cio' non fosse possibile, basare la terapia su informazioni epidemiologiche locali (regionali, a livello di allevamento) sulla sensibilita' dei batteri bersaglio. Quando viene fatta una diagnosi di Salmonella Dublin nell'allevamento, devono essere prese in considerazione misure di controllo che includano il monitoraggio continuo dello stato della malattia, la vaccinazione, la biosicurezza ed i controlli del movimento. Se disponibili, seguire i programmi di controllo nazionali. L'uso del medicinale veterinario in deroga alle istruzioni fornite nel Riassunto delle caratteristiche del prodotto puo' aumentarela prevalenza di batteri resistenti all'apramicina e puo' ridurre l'efficacia del trattamento con aminoglicosidi a causa di potenziale resistenza crociata. Prendere in considerazione le politiche antimicrobiche ufficiali, nazionali e regionali quando si utilizza il medicinale veterinario. Precauzioni speciali che devono essere adottate dalla persona che somministra il medicinale veterinario agli animali: le persone con nota ipersensibilita' all'apramicina o ad altri aminoglicosidi devono evitare contatti con il medicinale veterinario. Questo prodotto puo' causare irritazione o sensibilizzazione dopo contatto con la pelle o con gli occhi o inalazione. Evitare il contatto con gli occhi, la pelle e le mucose, e l'inalazione di polvere durante la preparazione di acqua/latte artificiale medicata/o. Nella manipolazione del medicinaleveterinario si dovra' utilizzare una speciale attrezzatura protettivacomposta da guanti, maschera, occhiali e indumenti protettivi. Lavarsi le mani dopo l'uso. In caso di contatto con gli occhi, sciacquare laparte interessata con abbondante acqua. In caso di contatto con la pelle, lavare abbondantemente con acqua e sapone. Se l'irritazione persiste, consultare un medico. In caso di ingestione accidentale, rivolgersi immediatamente ad un medico mostrandogli il foglietto illustrativo o l'etichetta. Nel caso di comparsa di sintomi come l'eruzione cutaneaa seguito di esposizione, rivolgersi immediatamente ad un medico mostrandogli il foglietto illustrativo o l'etichetta. I sintomi piu' gravisono gonfiore del viso, delle labbra e degli occhi o una respirazionedifficile e richiedono assistenza medica urgente. Suini: la somministrazione in acqua da bere di dosi fino a nove volte quella raccomandataper 28 giorni non ha mostrato alcuna reazione sfavorevole. Vitelli: la somministrazione di apramicina nel latte artificiale, ogni giorno per cinque giorni, a dosi fino a 120 mg/kg di peso corporeo non ha dato alcun effetto tossico. Pollo: nella somministrazione di una singola dose orale di 1000 mg/kg di peso corporeo a polli non vi e' stata mortalita'. La somministrazione di dosi fino a 5 volte superiori a quella raccomandata per 15 giorni non ha mostrato alcuna reazione spiacevole. Eventuali intossicazioni possono essere riconosciute dai seguenti sintomi: feci molli, diarrea, vomito (perdita di peso, anoressia e simili),insufficienza renale ed effetti sul sistema nervoso centrale (ridottaattivita', perdita di riflessi, convulsioni, ecc.). Non superare la dose raccomandata. In assenza di studi di compatibilità, questo medicinale veterinario non deve essere miscelato con altri medicinali veterinari.

TEMPO DI ATTESA

Suini: carne e visceri: zero giorni. Vitelli: carne e visceri: 28 giorni. Polli: carne e visceri: zero giorni. Uso non autorizzato in uccelli che producono uova per consumo umano o destinati alla produzione diuova per consumo umano. Non usare nelle 4 settimane prima della deposizione. Conigli: carne e visceri: zero giorni.

SPECIE DI DESTINAZIONE

Suini (suinetti svezzati), vitelli preruminanti, polli (da carne) e conigli.

INTERAZIONI

Gli aminoglicosidi possono avere un'influenza negativa sulla funzionerenale. La somministrazione di aminoglicosidi ad animali affetti da insufficienza renale o in combinazione con sostanze che a loro volta influenzino la funzionalita' renale, puo' pertanto rappresentare un rischio di intossicazione. Gli aminoglicosidi possono causare il blocco neuromuscolare. Si raccomanda pertanto di tener conto di tale effetto quando si anestetizzano gli animali trattati.

EFFETTI INDESIDERATI

Non note.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Suini: la sicurezza del medicinale veterinario durante la gravidanza e l'allattamento non e' stata stabilita nelle scrofe. Usare solo conformemente alla valutazione del rapporto rischio-beneficio del veterinario responsabile. Vitelli: non e' previsto l'uso durante la gravidanza e l'allattamento. Conigli: la somministrazione orale di apramicina trail sesto ed il diciottesimo giorno di gravidanza (incluse dosi sub- terapeutiche), hanno dimostrato effetti fetotossici. Non usare durante la gravidanza. Polli: non usare in galline ovaiole e nelle 4 settimaneprima della deposizione.

Codice: 102442023
Codice EAN:

Codice ATC: A07AA92
  • Apparato gastrointestinale e metabolismo
  • Antidiarroici, antinfiammatori ed antimicrobici intestinali
  • Antiinfettivi intestinali
  • Antibiotici
  • Apramicina
Temperatura di conservazione: nessuna particolare condizione di conservazione
Gruppo merceologico: 8AA1
  • Veterinaria
  • Medicinali veterinari
  • Specialita' medicinali veterinarie
Forma farmaceutica: POLVERE PER SOLUZIONE ORALE
Scadenza: 24 MESI
Confezionamento: SACCO

POLVERE PER SOLUZIONE ORALE

24 MESI

SACCO