Cercafarmaco.it

BRONCOBIOTIC INTRAMUSCOLO SOSPENSIONE FLACONE 250ML. Produttore: IZO SRL

  • PRODOTTO VETERINARIO
  • RICETTA MEDICA RIPETIBILE VETERINARIA IN TRIPLICE CO RICETTA MEDICA RIPETIBILE VETERINARIA IN TRIPLICE CO RICETTA MEDICA RIPETIBILE VETERINARIA IN TRIPLICE CO

DENOMINAZIONE

BRONCOBIOTIC

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Antibatterici per uso sistemico. Associazioni con altre sostanze.

PRINCIPI ATTIVI

Cefalessina monoidrato 25 g/100 ml; bromessina cloridrato 500 mg/100 ml.

ECCIPIENTI

Veicolo oleoso q.b. a 100 ml.

INDICAZIONI

E' indicato per il trattamento delle sindromi respiratorie dei bovini(in particolare se c'e' interessamento bronchiale) sostenute da batteri sensibili alle cefalosporine Gram positivi (Stafilococcus aureus, Streptococchi, Corinebacteri, Clostridi, Actinomiceti) e su Gram negativi (Pasteurelle, Colibacilli, Klebsielle, Proteus, Salmonella, Shigelle). In particolare: laringo-tracheo-bronchiti; bronchiti e broncopolmoniti; polmoniti da stress (Shipping fever).

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Non somministrare ad animali con ipersensibilita' nota ai principi attivi o ad altre beta-lattamine o ad uno degli eccipienti. Non somministrare ad animali con gravi patologie renali, anuria od oliguria. Non impiegare in conigli, porcellini d'India, criceti e gerbilli. Si raccomanda cautela nell'uso in qualsiasi altro erbivoro di taglia molto piccola. Non impiegare in presenza di batteri che producono beta-lattamasi. Non impiegare in presenza di resistenza ai beta-lattamici

USO/VIA DI SOMMINISTRAZIONE

Intramuscolare profonda.

POSOLOGIA

Bovini: 10 ml ogni 100 kg peso vivo (pari a 25 mg/kg peso vivo di cefalessina e 0,5 mg/kg peso vivo di bromessina). Evitare di somministrare volumi superiori a 50 ml per punto di inoculo. Le somministrazioni devono essere ripetute ogni 24 ore. Agitare prima dell'uso.

CONSERVAZIONE

Conservare al riparodalla luce. Utilizzare immediatamente dopo la prima apertura. Periodo di validita' dopo prima apertura del condizionamento primario: 28 giorni.

AVVERTENZE

Non usare negli animali che producono latte destinato al consumo umano. L'uso del prodotto deve essere basato su un test di sensibilita' dabatteri isolati dagli animali. Se cio' non fosse possibile, la terapia deve tenere conto delle informazioni epidemiologiche locali (regionali, aziendali) circa la sensibilita' dei batteri target. Un utilizzo di tali prodotti diverso dalle istruzioni fornite puo' condurre ad un aumento della prevalenza dei batteri resistenti alle penicilline e alladiidrostreptomicina e allo stesso tempo ridurre l'efficacia del trattamento con altri prodotti appartenenti alle stesse classi di antibiotici a causa della resistenza crociata. Si deve prestare una particolareattenzione nel migliorare le pratiche di allevamento per evitare ognicondizione di stress. L'utilizzo ripetuto o protratto dell'antibatterico va evitato, migliorando le prassi di gestione e disinfezione. L'uso improprio del prodotto potrebbe incrementare la prevalenza di batteri resistenti Optare per l'utilizzo di antibatterici a spettro d'azionepiu' limitato come trattamento di prima scelta laddove l'antibiogramma ne indichi la possibile efficacia del trattamento. In caso di trattamenti ripetuti si consiglia di evitare di iniettare il farmaco nello stesso punto per impedire il manifestarsi di dolorabilita' locale e di noduli locali. Precauzioni speciali per chi somministra il prodotto agli animali: in caso di autoiniezione accidentale, rivolgersi immediatamente ad un medico mostrandogli il foglietto illustrativo o l'etichetta. Le persone con nota ipersensibilita' alle cefalosporine o altri beta-lattamici devono evitare contatti con il medicinale veterinario. Il personale addetto alla manipolazione del prodotto deve seguire le normali precauzioni igieniche. Sovradosaggio: la somministrazione prolungata di dosi elevate di cefalexina puo' determinare effetti nefrotossicireversibili con la sospensione del trattamento. Incompatibilita': in assenza di studi di compatibilita', non miscelare con altri medicinaliveterinari.

TEMPO DI ATTESA

Carne: 20 giorni. Latte: non utilizzare in animali che producono latte destinato al consumo umano.

SPECIE DI DESTINAZIONE

Bovini.

INTERAZIONI

L'effetto battericida dei betalattamici e' neutralizzato dall'uso simultaneo di farmaci batteriostatici (macrolidi, sulfonamidi e tetracicline).

EFFETTI INDESIDERATI

In caso di trattamenti ripetuti si consiglia di evitare di iniettare il farmaco nello stesso punto per impedire il manifestarsi di dolorabilita' locale e di noduli locali.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Il prodotto non sembra esercitare effetti negativi sui parametri riproduttivi, ne' induce comparsa di embriotossicità e/o di effettiteratogeni.

Codice: 500958121
Codice EAN:

Codice ATC: J01RV
  • Antimicrobici generali per uso sistemico
  • Antibatterici per uso sistemico
  • Associazioni di antibatterici
  • Associazioni di antibatterici con altre sostanze
Temperatura di conservazione: a temperatura ambiente
Gruppo merceologico: 8AA1
  • Veterinaria
  • Medicinali veterinari
  • Specialita' medicinali veterinarie
Forma farmaceutica: PREPARAZIONE INIETTABILE
Scadenza: 60 MESI
Confezionamento: SCATOLA

PREPARAZIONE INIETTABILE

60 MESI

SCATOLA