Cercafarmaco.it

EQVALAN DUO OS PASTA 1SIR DPA Produttore: BOEHRINGER ING.ANIM.H.IT.SPA

  • PRODOTTO VETERINARIO

DENOMINAZIONE

EQVALAN DUO

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Endectocidi. Ivermectina, associazioni.

PRINCIPI ATTIVI

Ivermectina 0,120 g (15,5 mg/g), praziquantel 0,600 g (77,5 mg/g).

ECCIPIENTI

Giallo tramonto FCF (E110) Biossido di titanio (E171) Butilidrossianisolo (E320) Idrossipropil cellulosa Olio di ricino idrogenato Glicerolformale

INDICAZIONI

Per il trattamento delle infestazioni miste da cestodi, nematodi o artropodi nei cavalli. E' indicato per il trattamento dei seguenti parassiti sensibili. Cestodi adulti (tra cui le tenie): Anoplocephala perfoliata, Anoplocephala magna. Grandi strongili: Strongylus vulgaris (adulti e stadi larvali arteriosi), Strongylus edentatus (adulti e stadi larvali tissutali), Strongylus equinus (adulti), Triodontophorus spp (adulti) Triodontophorus brevicauda, Triodontophorus serratus, Craterostomum acuticaudatum (adulti). Adulti e stadi immaturi (L4 intraluminali) di piccoli strongili o ciatostomi, inclusi i ceppi benzimidazolo-resistenti: Coronocyclus spp, Coronocyclus coronatus, Coronocyclus labiatus, Coronocyclus labratus, Cyathostomum spp, Cyathostomum catinatum, Cyathostomum pateratum, Cylicocyclus spp, Cylicocyclus ashworthi, Cylicocyclus elongatus, Cylicocyclus insigne, Cylicocyclus leptostomum, Cylicocyclus nassatus, Cylicodontophorus spp, Cylicodontophorus bicornatus, Cylicostephanus spp, Cylicostephanus calicatus, Cylicostephanus goldi, Cylicostephanus longibursatus, Cylicostephanus minutus, Parapoteriostomum spp, Parapoteriostomum mettami, Petrovinema spp, Petrovinema poculatum, Poteriostomum spp. Trichostrongili adulti: Trichostrongylus axei. Ossiuri adulti e stadi immaturi (L4): Oxyuris equi. Ascaridi adulti e stadi immaturi (L3 e L4): Parascaris equorum. Microfilarie di Onchocerchiasi: Onchocerca spp. Nematodi intestinali adulti: Strongyloides westeri. Adulti di Habronema: Habronema muscae. Gastrofili: Gasterophilus spp (stadi orali e gastrici). Adulti e stadi immaturi (L4 inibite) di Nematodi polmonari: Dictyocaulus arnfieldi.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Non utilizzare nelle cavalle che producono latte destinato al consumoumano. Il prodotto e' stato formulato per l'impiego esclusivo nel cavallo. Gatti, cani, specialmente Collies, Bobtail e razze correlate o incroci, ed anche tartarughe e testuggini possono essere soggetti a reazioni avverse in caso di accesso alla pasta versata o alle siringhe utilizzate, dovute alla concentrazione di ivermectina in questo prodotto.

SICUREZZA NELLE SPECIE DI RIF.

Non sono state osservate reazioni avverse associate alla somministrazi

USO/VIA DI SOMMINISTRAZIONE

Orale.

POSOLOGIA

La dose raccomandata e' di 200 mcg di ivermectina per kg/peso corporeo e 1 mg di praziquantel per kg/peso corporeo, che corrispondono a 1,29 g di pasta ogni 100 kg di peso corporeo in un'unica somministrazione. Il peso corporeo dell'animale ed il dosaggio dovrebbero essere determinati accuratamente prima del trattamento. Una siringa contiene pastasufficiente a trattare un cavallo di 600 kg. Ciascun segno sullo stantuffo graduato della siringa corrisponde alla quantita' di pasta sufficiente per il trattamento di 100 kg di peso corporeo. La siringa permette la somministrazione della dose corretta posizionando l'anello dosatore in corrispondenza del peso del cavallo da trattare. Modalita' di somministrazione. Il prodotto deve essere somministrato solo per via orale. Liberare l'anello dosatore, facendogli fare un quarto di giro a sinistra, e farlo scorrere lungo l'asse dello stantuffo graduato fino a quando la parte dell'anello rivolta verso il cilindro coincida con la linea, indicata dalla freccia, corrispondente al peso da trattare. Per fissare l'anello, farlo ruotare di un quarto di giro a destra allineando le due frecce, quella sull'anello e quella sullo stantuffo. Assicurarsi che la bocca del cavallo non contenga cibo. Togliere il cappuccio di plastica dall'apice della siringa. Inserire la siringa nella barra (spazio tra i denti incisivi ed i premolari), premere lo stantuffoe depositare la pasta sulla faccia dorsale della lingua, alla base della stessa. Tenere sollevata la testa del cavallo per qualche secondo,subito dopo la somministrazione e assicurarsi che la pasta sia stata assunta. Programma di controllo dei parassiti Chiedere il parere al veterinario su adeguati programmi di gestione dell'allevamento/scuderia e di sverminazione al fine di raggiungere un controllo adeguato dei parassiti.

CONSERVAZIONE

Conservare nel confezionamento originale. Richiudere con l'apposito cappuccio dopo l'uso. Periodo di validita' dopo la prima apertura del condizionamento primario: 2 anni.

AVVERTENZE

Prestare molta attenzione al fine di evitare le seguenti pratiche cheaumentano il rischio di sviluppo di resistenza e quindi determinano la riduzione dell'efficacia della terapia: impiego troppo frequente e ripetuto di antielmintici della stessa classe, per un prolungato periodo di tempo; sottodosaggio, dovuto ad una sottostima del peso dell'animale, ad una errata somministrazione del prodotto oppure a difetti di calibrazione del dosatore. Casi clinici sospetti di resistenza ad antielmintici dovrebbero essere ulteriormente esaminati usando test appropriati (es.: test di conta della riduzione di escrezione fecale delle uova). Laddove i risultati dei test suggeriscono in modo evidente la resistenza ad un particolare antielmintico, si deve usare un antielmintico appartenente ad un'altra classe farmacologica o che abbia una diversa modalita' di azione. Resistenza ai lattoni macrociclici (che includono l'ivermectina) e' stata segnalata, in cavalli, per Parascaris equorum, in UE. Quindi l'uso di questo prodotto deve essere basato su informazioni epidemiologiche locali (regione, allevamento) sulla sensibilita' dei nematodi gastro-intestinali e le raccomandazioni su come limitare ulteriore selezione di resistenza agli antielmintici. In mancanza di studi di sicurezza condotti in puledri di eta' inferiore ai 2 mesi, o in stalloni, l'impiego in queste categorie di animali non e' raccomandato. Precauzioni speciali per chi somministra il prodotto agli animali: lavarsi le mani dopo l'uso. Non fumare, bere o mangiare durante l'utilizzo del prodotto. Evitare il contatto con cute e occhi poiche' questo prodotto puo' causare irritazione. In caso di contatto, lavare abbondantemente con acqua. In caso di ingestione accidentale o irritazione degli occhi in seguito al contatto, rivolgersi immediatamente al medico. Sovradoaggio: non sono state osservate reazioni avverse associate alla somministrazione ad un dosaggio di tre volte superiore a quelloraccomandato in cavalli di 2 mesi di eta' e 10 volte superiore a quello raccomandato in cavalli adulti. In cavalli trattati due volte con ivermectina pasta orale o una sola volta con questo medicinale, somministrati ad una dose 10 volte superiore a quella raccomandata (2 mg/kg p.c.), sono stati riscontrati, diminuzione transitoria dell'assunzione di cibo, aumento della temperatura corporea, salivazione e alterazionedella visione. Tutti questi sintomi sono scomparsi in cinque giorni. Non sono stati identificati antidoti, tuttavia una terapia sintomaticapuo' essere di beneficio.

TEMPO DI ATTESA

Carne, visceri: 30 giorni. Latte: non utilizzare nelle cavalle che producono latte per il consumo umano.

SPECIE DI DESTINAZIONE

Equini.

INTERAZIONI

Dati non disponibili.

DIAGNOSI E PRESCRIZIONE

Da vendersi soltanto dietro presentazione di ricetta medico veterinaria in triplice copia non ripetibile.

EFFETTI INDESIDERATI

In alcuni cavalli con gravi infestazioni da microfilarie di Onchocerca spp. e' stata segnalata la comparsa di edema e prurito, dopo il trattamento; si presume che tali reazioni siano conseguenti alla morte di un gran numero di microfilarie. Questi sintomi si risolvono in alcuni giorni, tuttavia puo' essere consigliato un trattamento sintomatico. Nel caso di gravi infestazioni da tenie, si puo' manifestare una leggera e transitoria sintomatologia colica e feci molli. In seguito al trattamento con questo prodotto sono state segnalate rare reazioni avversequali infiammazione di bocca, labbra e lingua, che possono dare origine a diversi segni clinici quali edema, ipersalivazione, eritema, disturbi alla lingua e stomatiti. Queste reazioni sono di natura transitoria, compaiono entro 1 ora dalla somministrazione e terminano 24-48 oredopo il trattamento. In caso di gravi reazioni a livello orale, e' raccomandato un trattamento sintomatico.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Studi eseguiti su animali da laboratorio non hanno evidenziato effetti teratogeni ne' embriotossici dovuti a ivermectina o praziquantel somministrati alla dose raccomandata. L'associazione Ivermectina-Praziquantel puo' essere utilizzata dopo i primi tre mesi di gravidanza e durante la lattazione. In assenza di dati clinici nel primo periodo della gravidanza, puo' essere utilizzato durante i primi tre mesi di gravidanza soltanto dopo valutazione del rapporto rischio/beneficio.

Codice: 103716015
Codice EAN:

Codice ATC: P54AA51
  • Farmaci antiparassitari, insetticidi e repellenti
  • Endectocidi
  • Lattoni macrociclici
  • Avermectine
  • Ivermectina, associazioni
Temperatura di conservazione: conservare nella confezione originale
Gruppo merceologico: 8AA1
  • Veterinaria
  • Medicinali veterinari
  • Specialita' medicinali veterinarie
Forma farmaceutica: PASTA ORALE
Scadenza: 36 MESI
Confezionamento: SIRINGA

PASTA ORALE

36 MESI

SIRINGA