Cercafarmaco.it

ERAQUELL OS PASTA 40SIR 7,49G Produttore: VIRBAC SRL

  • PRODOTTO VETERINARIO

DENOMINAZIONE

ERAQUELL

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Endectocidi. Avermectine.

PRINCIPI ATTIVI

Ivermectina 18,7 mg/g.

ECCIPIENTI

Diossido di titanio (E 171), olio di ricino idrogenato, idrossipropilcellulosa, glicole propilenico.

INDICAZIONI

NEMATODI GASTROINTESTINALI. Grossi strongili: Strongylus vulgaris (adulti e L 4 a localizzazione endoarteriosa), Strongylus edentatus (adulti e L 4 a localizzazione tissutale), Strongylus equinus (adulti). Piccoli strongili (adulti): Cyathostomum spp., Cylicocyclus spp., Cylicodontophorus spp., Cylicostephanus spp., Gyalocephalus spp. Tricostrongili: Trichostrongylus axei (adulti). Ossiuri: Oxyuris equi (adulti e larve). Ascaridi: Parascaris equorum (adulti). Strongiloidi: Strongyloides westeri (adulti). Habronema: Habronema muscae spp (adulti). ONCOCERCA: Onchocerca spp. (microfilarie). NEMATODI POLMONARI: Dictyocaulus arnfieldi (adulti e larve). DITTERI: Gasterophilus spp. (larve a localizzazione orale e gastrica)

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Non utilizzare in cani o gatti poiche' possono verificarsi reazioni avverse gravi. Non usare in caso di ipersensibilita' nota al principio attivo.

SICUREZZA NELLE SPECIE DI RIF.

Lievi segni transitori (rallentamento del riflesso pupillare e depress

USO/VIA DI SOMMINISTRAZIONE

Orale.

POSOLOGIA

Una somministrazione unica per via orale di 200 mcg di ivermectina per ogni kg di peso corporeo. Per ogni tacca graduata la siringa fornisce una quantita' di pasta sufficiente per il trattamento di 100 kg di peso corporeo (equivalente a 1,07g di prodotto e a 20 mg di ivermectina). La siringa da 6,42 g contiene una quantita' di gel sufficiente per il trattamento di 600 kg di peso corporeo al dosaggio raccomandato. Lasiringa da 7,49 g contiene una quantita' di gel sufficiente per il trattamento di 700 kg di peso corporeo al dosaggio raccomandato. Modalita' di somministrazione: per garantire che venga somministrata la dose corretta, il peso corporeo deve essere determinato il piu' accuratamente possibile. E' opportuno assicurarsi che la cavita' orale dell'animale sia libera da alimenti. Posizionare la siringa inserendone l'estremita' negli spazi interdentali (barra) e depositando quindi la quantita' desiderata di pasta dietro la lingua. Subito dopo la somministrazione sollevare la testa dell'animale per qualche secondo in maniera tale da garantire la deglutizione. Il trattamento puo' essere ripetuto in funzione della situazione epidemiologica e comunque non prima di 30 giorni.

CONSERVAZIONE

Non conservare ad una temperatura superiore ai 30 gradi C. Conservarenella confezione d'origine. Periodo di validita' dopo prima apertura del condizionamento primario: 6 mesi.

AVVERTENZE

Le seguenti pratiche che devono essere evitate, perche' aumentano il rischio di sviluppo di resistenza agli antielmintici, comprendono: impiego troppo frequente e ripetuto di antielmintici della stessa classe per un periodo prolungato; sottodosaggio, che puo' essere dovuto a sottostima del peso corporeo, somministrazione non corretta del prodotto o mancata taratura del dispositivo dosatore (se utilizzato). I casi clinici di sospetta resistenza agli antielmintici devono essere ulteriormente studiati con tests idonei (ad es. test di riduzione della conta fecale di uova). Qualora i risultati del/dei test siano altamente indicativi di resistenza a un determinato antielmintico, deve essere utilizzato un antielmintico appartenente a una classe farmacologica diversae con diverso meccanismo d'azione. La resistenza all'ivermectina nel cavallo e' stata segnalata per Parascaris equorum. Pertanto, l'uso di questo medicinale deve basarsi sulle informazioni epidemiologiche nazionali (regionali, aziende) relative alla sensibilita' dei nematodi e sulle raccomandazioni in merito alle misure idonee a limitare l'ulteriore selezione della resistenza agli antielmintici. Le avermectine possono non essere ben tollerate in tutte le specie non bersaglio (casi di intolleranza con esiti fatali sono riportati nei cani, in particolare nei Collies, Old English Cani-pastore e relative razze ed incroci, ed anche nelle tartarughe). L'uso frequente o ripetuto di un antielmintico di questa classe puo' sviluppare una resistenza ai parassiti di una qualunque classe di antielmintici. Dato che l'ivermectina e' altamentelegata alle proteine plasmatiche, una particolare cura deve essere apportata in casi di animali malati o in condizioni nutrizionali associate a bassi livelli di proteine plasmatiche Come per tutti gli antiparassitari il medico veterinario deve stabilire un adeguato programma di trattamento e gestione del gruppo per ottenere un adeguato controllo dei parassiti e ridurre la possibile insorgenza di forme di resistenza.Precauzioni speciali per chi somministra il prodotto agli animali: non fumare, bere, mangiare durante l'utilizzo del prodotto. Evitare il contatto con la pelle e gli occhi. In caso di contatto accidentale, lavarsi immediatamente le mani con acqua e sapone. Se accadere una accidentale esposizione oculare, lavare immediatamente gli occhi con acqua e, se necessario, rivolgersi ad un medico. Lavarsi le mani dopo l'uso. Sovradosaggio: lievi segni transitori (rallentamento del riflesso pupillare e depressione) sono stati osservati con dosi di 1.8 mg/kg (dose 9 volte superiore alla dose raccomandata). Altre reazioni con dosi maggiori sono: midriasi, atassia, tremori, stupore, coma e morte. I segnimeno importanti sono transitori. Benche' non si conosca alcun antidoto, un trattamento sintomatico puo' essere benefico.

TEMPO DI ATTESA

Carni, visceri: 30 giorni. Latte: non utilizzare nelle cavalle il cuilatte e' destinato al consumo umano.

SPECIE DI DESTINAZIONE

Equini.

INTERAZIONI

Gli effetti degli antagonisti del G.A.B.A. sono aumentati dalle ivermectine.

DIAGNOSI E PRESCRIZIONE

Da vendersi soltanto dietro presentazione di ricetta medico veterinaria in triplice copia non ripetibile.

EFFETTI INDESIDERATI

In cavalli con gravi infestazioni da microfilarie di Onchocerca, a seconda del dosaggio somministrato, si sono osservate delle reazioni di tipo gonfiori e prurito. Si ritiene che tali reazioni siano indotte dalla distruzione di un gran numero di microfilarie. Questi segni si risolvono spontaneamente in qualche giorno, ma un trattamento sintomaticopuo' essere consigliato da un medico veterinario.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Il prodotto puo' essere utilizzato nelle cavalle in gravidanza.

Codice: 103118081
Codice EAN:

Codice ATC: P54AA01
  • Farmaci antiparassitari, insetticidi e repellenti
  • Endectocidi
  • Lattoni macrociclici
  • Avermectine
  • Ivermectina
Temperatura di conservazione: non superiore a +30, conservare il prodotto nella confezione originale
Gruppo merceologico: 8AA1
  • Veterinaria
  • Medicinali veterinari
  • Specialita' medicinali veterinarie
Forma farmaceutica: PASTA ORALE
Scadenza: 24 MESI
Confezionamento: SIRINGA

PASTA ORALE

24 MESI

SIRINGA