Cercafarmaco.it

IZOSTREPTOMICINA IM POLV 20ML Produttore: IZO SRL

  • PRODOTTO VETERINARIO
  • RICETTA MEDICA RIPETIBILE VETERINARIA IN TRIPLICE CO RICETTA MEDICA RIPETIBILE VETERINARIA IN TRIPLICE CO RICETTA MEDICA RIPETIBILE VETERINARIA IN TRIPLICE CO

DENOMINAZIONE

IZOSTREPTOMICINA

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Antibatterici per uso sistemico. Aminoglicosidi.

PRINCIPI ATTIVI

Flacone da 20 ml: streptomicina solfato 6,25 g, pari a streptomicina base 5 g. Flacone da 250 ml contiene: streptomicina solfato 62,5 g, pari a streptomicina base 50 g.

ECCIPIENTI

Nessuno.

INDICAZIONI

Infezioni da germi sensibili alla Streptomicina (E. coli, Klebsiella,Enterobacter, Shigella, Neisseria, Haemophilus, Serratia, Staphylococcus, Listeria). Mastite acuta : l'uso della Streptomicina e' indicato nella mastite dovuta a germi del gruppo coli . Si consiglia quindi di fare tempestivamente un trattamento locale intramammario ed un trattamento generale. Infezioni secondarie miste : nella broncopolmonite del vitello, suinetti, cane; nelle setticemie neonatali in genere, nonche'nelle infezioni conseguenti alla presenza di corpi estranei si ha molto spesso l'invasione secondaria di batteri Gram positivi e negativi, che pur essendo secondari sono quelli che determinano la gravita' del decorso. Trattamento della sterilita' da Vibrio foetus e da altre infezioni del bovino.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Non usare in caso di ipersensibilita' alla streptomicina e agli antibiotici aminoglucosidici in generale. Non somministrare a soggetti con insufficiente funzionalita' renale.

USO/VIA DI SOMMINISTRAZIONE

Intramuscolare (bovini, ovini, suini), sottocutanea (cani).

POSOLOGIA

Via intramuscolare. Bovini: 5-10 mg/kg p.v./die. Suini lattonzoli: 25mg/kg p.v. due volte al giorno. Vitelli, ovini: 40-50 mg/kg p.v. /die. Suini magroni ed adulti: 50 mg/kg p.v. due volte al giorno. Via sottocutanea. Cani: 50 mg/kg p.v. una volta al giorno. Il prodotto, deve essere sciolto in acqua p.p.i. La somministrazione non deve protrarsi per piu' di sette giorni. Le iniezioni per via intramuscolare possono essere dolorose e si possono sviluppare tumefazioni nel sito d'iniezione. Non inoculare per via endovenosa.

CONSERVAZIONE

Conservare il prodotto a temperatura inferiore a 25 gradi C, al riparo dalla luce e dall'umidita'. Dopo la prima apertura il prodotto deve essere usato immediatamente e non conservato.

AVVERTENZE

Non inoculare per via endovenosa. L'uso del prodotto e' consigliabiledopo antibiogramma analogamente a quanto previsto in generale per un corretto uso degli antibiotici. Se cio' non fosse possibile, la terapia deve tenere conto delle informazioni epidemiologiche locali (regionali, aziendali) circa la sensibilita' dei batteri target. Un utilizzo di tali prodotti diverso dalle istruzioni fornite nell'RCP puo' condurre ad un aumento della prevalenza dei batteri resistenti alle penicilline e alla diidrostreptomicina e allo stesso tempo ridurre l'efficacia del trattamento con altri prodotti appartenenti alle stesse classi di antibiotici a causa della resistenza crociata. Optare per l'utilizzo di antibiotici a spettro d'azione piu' limitato come trattamento di prima scelta laddove l'antibiogramma ne indichi la possibile efficacia del trattamento. Uno stato di grave disidratazione puo' aumentare il rischio degli effetti tossici degli antibiotici aminoglicosidici; in taleevenienza adottare idonea terapia reidratante. Monitorare la funzionalita' renale durante il trattamento. In caso di sintomi di insufficienza renale interrompere il trattamento. Precauzioni speciali per chi somministra il prodotto agli animali: il personale addetto alla manipolazione del prodotto deve seguire le normali precauzioni igieniche e fare attenzione durante la somministrazione del prodotto per evitare autoiniezioni accidentali Evitare il contatto con la pelle, gli occhi e lemucose. In caso di contatto accidentale lavare abbondantemente con acqua e sapone. Le persone con nota ipersensibilita' alla streptomicina devono evitare contatti con il medicinale veterinario. In caso di autoiniezione accidentale, rivolgersi immediatamente ad un medico. Sovradosaggio: dosaggi terapeutici della Streptomicina non corretti (eccessivi e per periodi di tempo prolungati) possono dare effetti tossici. Il principale effetto tossico della Streptomicina e' costituito dalla suaazione sulle funzioni vestibolare (equilibrio) ed acustica. Si possono osservare alterazioni di postura e di deambulazione (atassia, ecc.) che, dopo sospensione del trattamento, scompaiono gradualmente fino adun completo recupero della funzionalita' vestibolare. A dosi elevate o per somministrazioni prolungate gli antibiotici amminoglucosidici possono determinare nefrotossicita', che puo' provocare insufficienza renale per necrosi tubulare acuta, accompagnata da lesione interstizialesecondaria. Incompatibilita': non miscelare con altri medicinali veterinari.

TEMPO DI ATTESA

Carne, visceri. Bovini, ovini: 14 giorni. Suini: 9 giorni. Latte. Bovini: 108 ore (9 mungiture). Ovini: 7 giorni.

SPECIE DI DESTINAZIONE

Bovini, ovini, suini, cani.

INTERAZIONI

La Streptomicina va usata con cautela nei soggetti trattati con anestetici generali, con preparazioni a base di magnesio e con miorilassanti in quanto l'antibiotico esercita un debole effetto di blocco neuromuscolare. Non associare con antibiotici beta-lattamici quali cefaloridina, meticillina, cefalotina e con polimixina o colistina poiche' si sommano gli effetti nefrotossici. Non somministrare contemporaneamente ad antibiotici batteriostatici, diuretici, Non somministrare contemporaneamente ad antiemetici, perche' possono risultare mascherati i sintomi precoci di tossicita' a livello vestibolare. Non somministrare in associazione ad altre sostanze ototossiche.

EFFETTI INDESIDERATI

Nel bovino a seguito di inoculazione sottocutanea si possono osservare in corrispondenza del punto di applicazione lievi tumefazioni che scompaiono rapidamente. Un iperdosaggio puo' causare disturbi dello stato generale (rigidita', andatura barcollante, ecc.). Nel cane con un dosaggio normale si possono osservare, 2-3 ore dopo l'inoculazione sottocutanea, sonnolenza, tremori muscolari, un leggero aumento della temperatura. Questi sintomi scompaiono dopo qualche ora e gli animali si riprendono completamente. I cani con nefrite interstiziale sopportano male la streptomicina. E' quindi opportuno far eseguire un esame delle urine prima di iniziare un trattamento streptomicinico. Gli antibioticiaminoglicosidici possono determinare alterazione delle funzionalita' renali e/o lesioni a livello dell'ottavo paio di nervi cranici in seguito a iperdosaggio o a trattamenti prolungati nel tempo, soprattutto in animali con alterata funzionalita' renale.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Studi sperimentali relativi alla valutazione della tossicita' della Streptomicina non hanno evidenziato alcuna influenza sui parametri riproduttivi o la comparsa di embriotossicita' e/o di effetti teratogeni.

Codice: 102041023
Codice EAN:

Codice ATC: J01GA01
  • Antimicrobici generali per uso sistemico
  • Antibatterici per uso sistemico
  • Antibatterici aminoglicosidici
  • Streptomicine
  • Streptomicina
Temperatura di conservazione: inferiore a +25 gradi, al riparo dalla luce e dall'umidita'
Gruppo merceologico: 8AA1
  • Veterinaria
  • Medicinali veterinari
  • Specialita' medicinali veterinarie
Forma farmaceutica: POLVERE PER SOLUZIONE INIETTABILE
Scadenza: 60 MESI
Confezionamento: FLACONE

POLVERE PER SOLUZIONE INIETTABILE

60 MESI

FLACONE