Cercafarmaco.it

LINCOSPECTIN POLV SOLUB 1500G Produttore: ZOETIS ITALIA SRL

  • PRODOTTO VETERINARIO

DENOMINAZIONE

LINCOSPECTIN POLVERE SOLUBILE

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Antibatterici per uso sistemico. Lincosamidi, associazioni.

PRINCIPI ATTIVI

Lincomicina cloridrato 362,8 g/1500 g (pari a lincomicina 333 g/1500 g); spectinomicina solfato 863,8 g/1500 g (pari a spectinomicina 667 g/1500 g).

ECCIPIENTI

Sodio benzoato 16 g/1500 g; lattosio q.b. a 1500 g.

INDICAZIONI

SUINI: Per il trattamento e la metafilassi dell'enteropatia proliferativa suina (ileite) causata da Lawsonia intracellularis e patogeni enterici associati (Escherichia coli) sensibili a lincomicina e spectinomicina. La presenza della malattia nel gruppo deve essere stabilita prima di utilizzare il prodotto. POLLI: Per il trattamento e la metafilassi della malattia respiratoria cronica (CRD) causata da Mycoplasma gallisepticum ed Escherichia coli sensibili a lincomicina e spectinomicina e associata ad un basso tasso di mortalita'. La presenza della malattia nel gruppo deve essere stabilita prima di utilizzare il prodotto.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Non usare in caso di ipersensibilita' ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Non usare in caso di disfunzione epatica. Nonpermettere a conigli, roditori (ad esempio cincilla', criceti, porcellini d'India), cavalli o ruminanti di accedere ad acqua o alimenti contenenti lincomicina. L'ingestione da parte di queste specie puo' provocare gravi effetti gastrointestinali. Non usare in galline ovaiole.

SICUREZZA NELLE SPECIE DI RIF.

Effetti indesiderati

USO/VIA DI SOMMINISTRAZIONE

Orale.

POSOLOGIA

SUINI: 3,33 mg di lincomicina e 6,67 mg di spectinomicina per kg di peso corporeo al giorno, per 7 giorni. Cio' corrisponde a 15 mg di polvere per kg di peso corporeo al giorno, per 7 giorni. POLLI: 16,65 mg di lincomicina e 33,35 mg di spectinomicina per kg di peso corporeo al giorno, per 7 giorni. Cio' corrisponde a 75 mg di polvere per kg di peso corporeo al giorno, per 7 giorni. Il trattamento deve essere iniziato non appena si verificano i primi segni clinici. Per la preparazionedell'acqua da bere, la dose di medicinale veterinario da incorporare nell'acqua dipendera' dal peso corporeo dei capi da trattare e dal reale consumo giornaliero di acqua. Per assicurare un corretto dosaggio ed evitare sotto-dosaggi, determinare il piu' accuratamente possibile il peso corporeo medio nel gruppo di animali ed il consumo giornaliero di acqua. L'acqua di bevanda medicata deve essere l'unica fonte di acqua da bere per tutta la durata del trattamento. L'acqua medicata deve essere rimossa quotidianamente e sostituita da una nuova soluzione. Incaso di malattia associata ad una significativa riduzione del consumodi acqua, si deve cominciare un trattamento parenterale. Utilizzare le seguenti indicazioni come base per il calcolo esatto della quantita'medicinale veterinario da incorporare nell'acqua da bere.

CONSERVAZIONE

Questo medicinale veterinario non richiede alcuna condizione particolare di conservazione. Periodo di validita' dopo la prima apertura del confezionamento primario: 6 mesi. Periodo di validita' dopo diluizioneconformemente alle istruzioni: 24 ore. L'acqua medicata che non vieneconsumata entro 24 ore dalla preparazione deve essere eliminata.

AVVERTENZE

In E. coli, una parte significativa dei ceppi presenta elevati valoridi MIC (concentrazione minima inibente) contro l'associazione lincomicina-spectinomicina e puo' essere clinicamente resistente, anche se i valori soglia non sono stati definiti. A causa di impedimenti tecnici la suscettibilita' di L. intracellularis e' difficile da testare in vitro e i dati sullo stato della resistenza a lincomicina-spectinomicinanella specie di riferimento sono carenti.La resistenza alla lincomicina e' diffusa nella B. hyodysenteriae e puo' portare al fallimento deltrattamento clinico. E' buona pratica clinica basare il trattamento sui test di sensibilita' dei batteri isolati dall'animale. Se cio' non fosse possibile, la terapia si deve basare sulle informazioni epidemiologiche locali (regionali, aziendali) sulla sensibilita' dei batteri target. Un utilizzo del medicinale veterinario diverso dalle istruzionifornite puo' condurre ad un aumento del rischio di sviluppo e selezione di batteri resistenti e puo' determinare una diminuzione dell'efficacia del trattamento con macrolidi a causa dell'insorgenza di resistenza crociata. Nell'E. coli, una parte significativa dei ceppi mostra elevati valori di MIC (concentrazioni minime inibenti) contro la combinazione lincomicina-spectinomicina e puo' essere clinicamente resistente, anche se non viene definito nessun valore soglia. A causa di impedimenti tecnici la suscettibilita' di L. intracellularis e' difficile da testare in vitro ed i dati circa lo stato di resistenza alla lincomicina-spectinomicina sono carenti nella specie di riferimento. La resistenza alla lincomicina e' diffusa nella B. hyodysenteriae e puo' portareal fallimento del trattamento clinico. E' buona pratica clinica basare il trattamento sui test di sensibilita' dei batteri isolati dall'animale. Se cio' non fosse possibile, la terapia si deve basare sulle informazioni epidemiologiche locali (regionali, aziendali) sulla sensibilita' dei batteri target. L'uso orale di preparazioni contenenti lincomicina e' indicato solo nei suini e nei polli. Non lasciare a disposizione di altri animali l'acqua da bere medicata. La lincomicina puo' provocare gravi disturbi gastrointestinali in altre specie animali. L'usoripetuto o prolungato deve essere evitato, migliorando la gestione aziendale e le pratiche di disinfezione. La diagnosi deve essere riconsiderata se non vi e' nessun miglioramento dopo 5 giorni. Gli animali malati hanno un appetito ridotto ed una sete alterata, pertanto gli animali gravemente colpiti possono richiedere un trattamento parenterale. Questa polvere e' per l'uso in acqua da bere e deve essere sciolta in acqua e non puo' essere usata come tale. Precauzioni speciali per chi somministra il medicinale veterinario agli animali: le persone con nota ipersensibilita' alla lincomicina, alla spectinomicina o agli sfarinati devono evitare il contatto con il medicinale veterinario. Si deve prestare attenzione a non sollevare ed inalare la polvere. Si deve evitare il contatto con la pelle e con gli occhi. Durante la manipolazione e miscelazione del prodotto si devono indossare dispositivi di protezione individuale composti da maschere antipolvere approvate (in alternativa un respiratore monouso a mezza maschera conforme allo standard europeo EN149 oppure un respiratore riutilizzabile, conforme allo standard europeo EN 140 con filtro EN 143), guanti e occhiali di sicurezza. Lavarsi le mani e la cute esposta con acqua e sapone immediatamente dopo l'uso. Se compaiono sintomi quali eruzione cutanea o persistente irritazione agli occhi dopo l'esposizione, consultare immediatamente il medico. Sovradosaggio: in caso di sovradosaggio nei suini, si puo' osservare un cambiamento nella consistenza delle feci (feci molli e/o diarrea). In polli trattati diverse volte alla dose raccomandata, e' stato osservato ingrossamento del cieco e contenuto anormale nel cieco stesso. Il trattamento e' sintomatico. In caso di sovradosaggio accidentale, il trattamento deve essere interrotto e ripreso alla dose raccomandata. Incompatibilita': in assenza di studi di compatibilita', non miscelare con altri medicinali veterinari.

TEMPO DI ATTESA

Carne, visceri. Broilers: 5 giorni. Suini: zero giorni. Uso non autorizzato in uccelli che producono uova destinate al consumo umano, compresi i pulcini da rimonta, destinati alla produzione di uova destinate al consumo umano. Gli animali non devono essere macellati per consumo umano durante il trattamento.

SPECIE DI DESTINAZIONE

Broilers, suini.

INTERAZIONI

In generale, la miscelazione con altri medicinali deve essere evitata. La combinazione di lincosamidi e macrolidi e' antagonista, a causa del legame competitivo ai loro siti target. La combinazione con anestetici puo' portare ad un possibile blocco neuromuscolare. Non somministrare con caolino o pectine in quanto alterano l'assorbimento della lincomicina. Se e' necessaria la somministrazione concomitante, rispettareun intervallo di due ore tra le due somministrazioni.

EFFETTI INDESIDERATI

Casi di diarrea o feci molli e/o infiammazione della regione perianale sono stati riscontrati nei suini sani all'inizio del trattamento. I sintomi sono scomparsi dal quinto all'ottavo giorno senza interrompereil trattamento. Sono stati osservati anche rari casi di irritabilita'/eccitazione, rash cutaneo/prurito. Le reazioni allergiche/di ipersensibilita' sono rare, ma possono verificarsi e richiedere l'interruzionedel trattamento con il medicinale veterinario. Si deve effettuare un trattamento sintomatico.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

La sicurezza del medicinale veterinario durante la gravidanza e l'allattamento non e' stata stabilita. Studi di laboratorio nei cani e nei ratti non hanno evidenziato l'esistenza di effetti riproduttivi, fetotossici o teratogeni per lincomicina e spectinomicina. La lincomicina viene escreta con il latte. Usare solo conformemente alla valutazione del rapporto rischio-beneficio.

OVODEPOSIZIONE

Non usare in uccelli in ovodeposizione.

Codice: 100237027
Codice EAN:

Codice ATC: J01FF52
  • Antimicrobici generali per uso sistemico
  • Antibatterici per uso sistemico
  • Macrolidi, lincosamidi e streptogramine
  • Lincosamidi
  • Lincomicina, associazioni
Temperatura di conservazione: nessuna particolare condizione di conservazione
Gruppo merceologico: 8AA1
  • Veterinaria
  • Medicinali veterinari
  • Specialita' medicinali veterinarie
Forma farmaceutica: POLVERE PER SOLUZIONE ORALE
Scadenza: 48 MESI
Confezionamento: BARATTOLO

POLVERE PER SOLUZIONE ORALE

48 MESI

BARATTOLO