Cercafarmaco.it

NAFPENZAL ASCIUTTA 20SIR 3G Produttore: MSD ANIMAL HEALTH SRL

  • PRODOTTO VETERINARIO

DENOMINAZIONE

NAFPENZAL ASCIUTTA

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Antibatterici per uso intramammario. Associazioni.

PRINCIPI ATTIVI

Ogni siringa-iniettore da 3 g contiene: Benzilpenicillina procaina 300 mg (equivalente a 300.000 U.I.), Nafcillina (come nafcillina sodica)100 mg, Diidrostreptomicina (come diidrostreptomicina solfato) 100 mg.

ECCIPIENTI

Allumino distearato, paraffina liquida.

INDICAZIONI

Trattamento di infezioni subcliniche e prevenzione di nuove infezionigia' diagnosticate in allevamento che possono verificarsi durante il periodo di asciutta, causate da batteri sensibili alla penicillina, alla streptomicina o alla nafcillina quali: Bacillus cereus, Stafilococchi coagulasi negativi, Micrococcus spp., Staphylococcus aureus, Streptococcus dysgalactiae, Streptococcus uberis, Streptococcus agalactiae, Arcanobacterium pyogenes, Escherichia coli and Klebsiella spp.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Non somministrare agli animali in caso di ipersensibilita' nota alla penicillina, nafcillina o diidrostreptomicina o ad altri antibiotici beta-lattamici o aminoglucosidici o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Non usare nelle bovine e nelle pecore in lattazione.

USO/VIA DI SOMMINISTRAZIONE

Intracanalicolare mammaria.

POSOLOGIA

Il contenuto di una siringa-iniettore da 3 g va inoculato in ciascun quarto quando la bovina o la pecora sono in asciutta, al termine del periodo di lattazione. Togliere il cappuccio dal beccuccio della siringa-iniettore ed inserire accuratamente il beccuccio nell'orifizio del capezzolo. Iniettare lentamente tutto il contenuto della siringa-iniettore nel capezzolo e massaggiarlo delicatamente per diffondere la sospensione verso l'alto all'interno del quarto. Massaggiare accuratamente il quarto.

CONSERVAZIONE

Non conservare a temperatura superiore a +25 gradi C. Non congelare.

AVVERTENZE

L'utilizzo ripetuto o protratto va evitato, migliorando le prassi di gestione e mediante pulizia e disinfezione. Non e' adatto per l'uso nelle bovine e pecore con periodi di asciutta inferiori rispettivamente a 42 e 90 giorni. L'uso improprio del prodotto puo' aumentare la prevalenza di batteri resistenti alle penicilline e ridurre l'efficacia deltrattamento con altri antibiotici beta-lattamici a causa della possibile comparsa di cross-resistenza. A causa di possibili variazioni (neltempo o geografiche) della sensibilita' alla penicillina nelle speciemicrobiche target, si raccomanda di effettuare esami batteriologici etest di sensibilita'. Prima dell'impiego svuotare completamente la mammella. Rispettare le usuali precauzioni di asepsi durante la somministrazione. Pulire bene l'estremita' del capezzolo e disinfettare. Precauzioni speciali per chi somministra il prodotto agli animali: in soggetti sensibili agli antibiotici beta-lattamici ed alla diidrostreptomicina, possono verificarsi reazioni allergiche di diversa entita' (anchegravi) in seguito a ingestione o contatto con la pelle e gli occhi. Le persone con nota ipersensibilita' a tali antibiotici devono evitare contatti con il medicinale veterinario. Usare i guanti per somministrare il prodotto. Lavare le mani dopo l'uso. Il prodotto non deve esseresomministrato da donne in gravidanza. Non ingerire. In caso di ingestione accidentale o alla comparsa di sintomi di sensibilizzazione allergica (orticaria, eritema, gonfiori, difficolta' respiratorie) rivolgersi ad un medico mostrandogli il foglietto illustrativo o l'etichetta.

TEMPO DI ATTESA

Bovine: il prodotto non e' adatto per l'uso nelle bovine con periodi di asciutta inferiori a 42 giorni. Carne, visceri: 16 giorni. Non utilizzare a scopo alimentare le mammelle degli animali trattati. Latte: 2giorni (pari a 4 mungiture) dopo il parto. Il trattamento deve essereeffettuato al momento della messa in asciutta e a non meno di 6 settimane prima del parto. Pecore: il prodotto non e' adatto per l'uso nelle pecore con periodi di asciutta inferiori a 90 giorni. Carne, visceri: 35 giorni. Latte: 4,5 giorni (pari a 9 mungiture) dopo il parto. Il trattamento deve essere effettuato al momento della messa in asciutta e a non meno di 90 giorni prima del parto.

SPECIE DI DESTINAZIONE

Bovini, ovini.

INTERAZIONI

Esiste un sinergismo fra penicillina, streptomicina e nafcillina che determina una maggiore attivita' rispetto all'uso di ciascun principioattivo da solo. Puo' esserci un antagonismo fra i componenti di questo medicinale e le preparazioni contenenti composti batteriostatici. Possono comparire batteri resistenti che presentano una resistenza crociata verso altri antibiotici beta-lattamici o aminoglicosidici.

EFFETTI INDESIDERATI

Sono state osservate rare e occasionali reazioni di tipo allergico.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Il prodotto viene usato durante la gravidanza. Non usare nelle bovinee nelle pecore in lattazione.

Codice: 100135021
Codice EAN:

Codice ATC: J51RC22
  • Antimicrobici generali per uso sistemico
  • Antibatterici per uso intramammario
  • Associazioni di antibatterici per uso intramammario
  • Antibatterici beta-lattam.,penicilline,ass.con altri antibat
  • Benzilpenicillina, associazioni con altri antibatterici
Temperatura di conservazione: non superiore a +25 gradi, non congelare
Gruppo merceologico: 8AA1
  • Veterinaria
  • Medicinali veterinari
  • Specialita' medicinali veterinarie
Forma farmaceutica: POMATA INTRAMAMMARIA
Scadenza: 24 MESI
Confezionamento: SIRINGA MONODOSE

POMATA INTRAMAMMARIA

24 MESI

SIRINGA MONODOSE