Cercafarmaco.it

PATHOZONE 10SIR 258,5MG/10ML Produttore: ZOETIS ITALIA SRL

  • PRODOTTO VETERINARIO

DENOMINAZIONE

PATHOZONE

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Antibatterici per uso intramammario. Cefalosporine di terza generazione.

PRINCIPI ATTIVI

Cefoperazone sodico 258,5 mg/siringa pari a cefoperazone 250 mg/siringa.

ECCIPIENTI

Alfa tocoferolo (E307).

INDICAZIONI

E' indicato: nella terapia delle mastiti sia acute che croniche; nel trattamento delle galattoforiti; negli interventi chirurgici sul capezzolo, quando le infezioni sono sostenute da agenti patogeni sensibili al cefoperazone. Il cefoperazone e' attivo nei confronti di diversi microrganismi, inclusi i seguenti: Arcanobacterium (Actinomyces) pyogenes; Escherichia coli; Klebsiella spp.; Micrococcus spp.; Pseudomonas aeruginosa; Staphylococcus aureus (inclusi i ceppi produttori di beta-lattamasi); Streptococcus agalactiae; Streptococcus dysgalactiae; Streptococcus uberis.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Non usare in animali con nota ipersensibilita' al cefoperazone o ad altre cefalosporine o alle penicilline. Non usare in animali con gravi disturbi renali. Possibilita' di resistenza crociata con altri antibiotici della famiglia dei beta-lattamici.

USO/VIA DI SOMMINISTRAZIONE

Intracanalicolare mammaria.

POSOLOGIA

Unica somministrazione: una siringa per quarto mammario. Iniettare l'intero contenuto della siringa nel quarto malato. Prima della somministrazione, mungere a fondo il quarto interessato dalla mastite. Pulire accuratamente la mammella ed il capezzolo. Il prodotto deve essere impiegato sulla base di test di sensibilita'.

CONSERVAZIONE

Conservare a temperatura inferiore a 25 gradi C ed al riparo della luce.

AVVERTENZE

Questo prodotto deve essere somministrato solo a bovine da latte in lattazione. L'uso improprio del prodotto puo' aumentare la quota di batteri resistenti e puo' incidere negativamente sulla sua efficacia. Precauzioni speciali per chi somministra il prodotto agli animali: le persone con nota ipersensibilita' alle cefalosporine o alle penicilline oad uno qualsiasi degli eccipienti devono evitare contatti con il medicinale veterinario. In caso di ingestione accidentale rivolgersi immediatamente ad un medico. Poiche' le penicilline e le cefalosporine possono causare reazioni di ipersensibilita' a seguito di iniezione, inalazione, ingestione o contatto con la pelle, se si sviluppano sintomi quali rash cutaneo, gonfiore del viso, delle labbra, degli occhi o difficolta' respiratoria rivolgersi immediatamente ad un medico. Lavarsi lemani dopo l'uso. Incompatibilita': il cefoperazone non e' compatibilecon gli antibiotici della famiglia degli aminoglicosidi come la streptomicina, la neomicina e la gentamicina. La somministrazione del probenecid riduce l'escrezione delle cefalosporine. Il cefoperazone, come altre cefalosporine, aumenta l'effetto anticoagulante delle cumarine. Sovradosaggio: non sono noti sintomi da sovradosaggio. Incompatibilita': non miscelare con altri medicinali veterinari.

TEMPO DI ATTESA

Carne, visceri: 3 giorni. Latte: 72 ore (6 mungiture).

SPECIE DI DESTINAZIONE

Bovini.

INTERAZIONI

Il cefoperazone non e' compatibile con gli antibiotici della famiglia

EFFETTI INDESIDERATI

Sono possibili reazioni di ipersensibilita' al farmaco.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Il prodotto puo' essere utilizzato durante la gravidanza e l'allattamento.

Codice: 101299030
Codice EAN:

Codice ATC: J51DD12
  • Antimicrobici generali per uso sistemico
  • Antibatterici per uso intramammario
  • Altri antibatterici beta-lattamici per uso intramammario
  • Cefalosporine di terza generazione
  • Cefoperazone
Temperatura di conservazione: inferiore a +25 gradi e al riparo dalla luce
Gruppo merceologico: 8AA1
  • Veterinaria
  • Medicinali veterinari
  • Specialita' medicinali veterinarie
Forma farmaceutica: SOSPENSIONE INTRAMAMMARIA
Scadenza: 36 MESI
Confezionamento: SIRINGA MONODOSE

SOSPENSIONE INTRAMAMMARIA

36 MESI

SIRINGA MONODOSE