Cercafarmaco.it

PREQUILLAN IM EV FL 50ML Produttore: FATRO SPA

  • PRODOTTO VETERINARIO
  • RICETTA MEDICA NON RIPETIBILE VETERINARIA

DENOMINAZIONE

PREQUILLAN 50 ML

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Psicolettici. Fenotiazine con catena laterale alifatica.

PRINCIPI ATTIVI

Acepromazina maleato pari ad acepromazina 10 mg/ml.

ECCIPIENTI

Acqua per preparazione iniettabili q.b. a 1 ml.

INDICAZIONI

E' indicato per la sedazione degli animali insofferenti a manipolazioni cliniche e ad operazioni di chirurgia minore, per la sedazione di base durante gli interventi chirurgici in anestesia locale e per la premedicazione dell'anestesia generale.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

L'acepromazina puo' abbassare la sogli di eccitabilita' del SNC, pertanto non si consiglia l'uso in soggetti affetti da epilessia. Non utilizzare in animali con ipersensibilita' nota al principio attivo oppurea uno qualsiasi degli eccipienti. Non utilizzare questo prodotto in combinazione con organofosfati in quanto i derivati fenotiazinici ne potenziano la tossicita'. Questo prodotto e' quindi controindicato per controllare i tremori seguenti ad avvelenamento con esteri fosforici. In relazione alla via principale di metabolizzazione dell'acepromazina se ne sconsiglia l'impiego nei soggetti affetti da disfunzioni epatiche.

SICUREZZA NELLE SPECIE DI RIF.

Effetti indesiderati

USO/VIA DI SOMMINISTRAZIONE

Intramuscolare, endovenosa lenta.

POSOLOGIA

La dose da impiegare va scelta in base alla profondita' dell'effetto desiderato; il dosaggio richiesto in mg/kg p.v. diminuisce con l'aumentare del peso dell'animale. Trattandosi di farmaco attivo sul S.N.C. possono verificarsi differenze individuali di risposta farmacologica. Si consiglia di seguire lo schema sotto riportato iniziando con la somministrazione della dose inferiore, aumentandola eventualmente dopo averne valutato l'effetto farmacologico. Sedazione: 0,3-0,8 ml ogni 100 kg peso vivo (pari a 0,03-0,08 mg di acepromazina/kg p.v.). Premedicazione dell'anestesia generale: 0,2-0,4 ml ogni 100 kg peso vivo (pari a 0,02-0,04 mg di acepromazina/kg p.v.).

CONSERVAZIONE

Conservare al riparo dalla luce e lontano da fonti di calore. Periododi validita' dopo la prima apertura del confezionamento primario: 28 giorni.

AVVERTENZE

Per l'effetto ipotensivo che puo' indurre, l'acepromazina dovrebbe essere somministrata a dosi ridotte e con particolare cautela in soggetti in stato di stress, debilitazione, ipovolemia, shock e in caso di patologie cardiache. I cavalli non devono in alcun caso essere cavalcatientro 36 ore dalla somministrazione del prodotto. Possono verificarsisituazioni in cui l'anestesia generale e' necessaria a distanza di 4-6 ore dopo l'impiego del prodotto. In tali casi, si avra' la cura di ridurre la dose di induzione di premedicazione e di altri agenti anestetici, in particolare barbiturici in modo da evitare il potenziamento eulteriori effetti depressivi. L'acepromazina ha una blanda attivita' analgesica, pertanto le procedure particolarmente dolorose devono essere evitare, in particolare quando gli animali sono noti per il loro temperamento imprevedibile. Di conseguenza, le normali precauzioni devono essere adottate durante la manipolazione dei cavalli sedati. Tenere i cavalli in un ambiente tranquillo ed evitare stimolazione sensoriale. Precauzioni speciali per chi somministra il prodotto agli animali: manipolare con attenzione per evitare di ferirsi o evitare l'autosomministrazione di questo farmaco. Sovradosaggio: ipotensione. Incompatibilita': non miscelare con altri medicinali veterinari.

TEMPO DI ATTESA

Non pertinente. Il prodotto non deve essere somministrato ad equini allevati a scopo alimentare. Per equini non destinati alla macellazioneper il consumo umano.

SPECIE DI DESTINAZIONE

Equidi non DPA.

INTERAZIONI

L'acepromazina potenzia l'effetto degli anestetici generali, gassosi o liquidi (es. barbiturici, xilazina, ketamina, ecc.) e di quelli locali (procaina).

EFFETTI INDESIDERATI

L'acepromazina puo' indurre ipotensione. Pur non avendo antagonisti specifici, gli effetti collaterali dell'acepromazina possono essere antagonizzati in buona parte da analettici cardio-respiratori contenenti doxapram (0,55 mg/kg p.v. EV), fenilefrina o noradrenalina. E' da evitare invece l'uso di adrenalina. Paralisi del muscolo retrattore del pene e' stata associta all'utilizzo di acepromazina per via parenterale nei cavalli. Si puo' verificare il prolasso del pene, fenomeno che generalmente si risolve in modo spontaneo al cessare dell'effetto sedativo del farmaco.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

L'acepromazina non sembra presentare effetti particolari sui feti a parte quello di indurre una leggera depressione respiratoria in animalinati da madri trattate con il farmaco. Mancando ulteriori dati relativi all'innocuita' dell'acepromazina in gravidanza e durante l'allattamento, si consiglia di impiegarla soltanto in casi di effettiva necessita'.

Codice: 101743033
Codice EAN:

Codice ATC: N05AA04
  • Sistema nervoso
  • Psicolettici
  • Antipsicotici
  • Fenotiazine con catena laterale alifatica
  • Acepromazima
Temperatura di conservazione: proteggere da luce e calore
Gruppo merceologico: 8AA1
  • Veterinaria
  • Medicinali veterinari
  • Specialita' medicinali veterinarie
Forma farmaceutica: SOLUZIONE INIETTABILE
Scadenza: 36 MESI
Confezionamento: FLACONE

SOLUZIONE INIETTABILE

36 MESI

FLACONE