Cercafarmaco.it

TRIMESUL CM FL 200ML Produttore: CEVA SALUTE ANIMALE SPA

  • PRODOTTO VETERINARIO

DENOMINAZIONE

TRIMESUL C.M.

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Antibatterici per uso sistemico. Sulfamidici in associazione a trimetoprim.

PRINCIPI ATTIVI

Sulfadiazina 200 mg/ml, trimetoprim 40 mg/ml.

ECCIPIENTI

Sodio idrossido, Glicerolformale, Sodio metabisolfito, Paraformaldeide, Acqua per preparazioni iniettabili.

INDICAZIONI

Bovini, suini, equini, cani, gatti: infezioni batteriche primarie o secondarie ad infezioni virali. In particolare nelle infezioni degli apparati: respiratorio: bronchiti, polmoniti; urogenitale: cistiti, pielonefriti, vaginiti, metriti, uretriti; digerente: necrobacillosi dei vitelli, colibacillosi, enterite necrotica superficiale, onfaloflebiti; mammario: mastite acuta; tegumentario: affezioni podali, pododermatite, podoflemmatite. Causate da. Bovini. Gram positivi: actinobacilli, pneumococchi, stafilococchi, streptococchi. Gram negativi: emofili, enterobatteriacee, coli, pasteurelle, protei, salmonelle, shigelle. Altri: clamidie, rickettsie, toxoplasmi, coccidi. Suini. Gram positivi: actinobacilli, pneumococchi, stafilococchi, streptococchi. Gram negativi: emofili, enterobatteriacee, coli, pasteurelle, protei, salmonelle, shigelle. Altri: clamidie, rickettsie, toxoplasmi, coccidi. Equini. Gram positivi: actinobacilli, pneumococchi, stafilococchi, streptococchi.Gram negativi: emofili, enterobatteriacee, coli, pasteurelle, protei,salmonelle. Altri: toxoplasmi, coccidi. Cani. Gram positivi: actinobacilli, pneumococchi, stafilococchi, streptococchi. Gram negativi: emofili, enterobatteriacee, coli, pasteurelle, protei. Altri: clamidie, rickettsie, toxoplasmi, coccidi. Gatti. Gram positivi: actinobacilli, pneumococchi, stafilococchi, streptococchi. Gram negativi: emofili, enterobatteriacee, coli, pasteurelle, protei. Altri: clamidie, rickettsie,toxoplasmi, coccidi.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Non usare in caso di ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Non usare in caso di infezione da germi resistenti ai sulfamidici. Non somministrare ad animali affetti da gravi alterazioni del parenchima epatico, renale o con discrasie ematiche.

USO/VIA DI SOMMINISTRAZIONE

Intramuscolare (bovini, suini), endovenosa (bovini, suini, equini), sottocutanea (cani, gatti).

POSOLOGIA

13-20 mg/kg p.v. di sulfadiazina + 2,7 - 4 mg/kg p.v. di trimetoprim (pari a 1 ml di proodotto/10-15 kg p.v./die). La stessa dose puo' essere ripetuta se necessario dopo 24 ore secondo il parere del medico veterinario. Il prodotto puo' essere inoculato: per via IM o EV a bovini e suini; per via EV a equini; per via SC a cani e gatti. Per assicurare un corretto dosaggio, il peso corporeo deve essere determinato il piu' accuratamente possibile.

CONSERVAZIONE

Proteggere dalla luce. Periodo di validita' dopo la prima apertura del condizionamento primario: 28 giorni.

AVVERTENZE

Uso non consentito in equidi che producono latte destinato al consumoumano. La Sulfadiazina nei cani puo' indurre una cheratocongiuntivitesecca (KCS) con un meccanismo che resta ancora sconosciuto. I sulfamidici possono interferire con la sintesi degli ormoni tirodei bloccandola conversione dello ioduro in iodio oltre che a determinare aumento delle concentrazioni di TRH e TSH. La sulfadimidina puo' indurre iperplasia tiroidea nei ratti. Nel trattamento per via intramuscolare con elevati volumi di inoculo la dose puo' essere distribuita in due diversi siti muscolari. Per la somministrazione endovenosa il prodotto deve essere riscaldato a temperatura corporea e somministrato lentamente. L'uso incorretto del prodotto puo' aumentare la prevalenza di batteri resistenti ai sulfamidici a causa della potenziale resistenza crociata.L'uso del prodotto deve essere basato su test di sensibilita', tenendo conto delle regolamentazioni antimicrobiche ufficiali e locali. Non utilizzare quando la resistenza ai sulfamidici e' stata rilevata a causa della potenziale resistenza crociata. A causa della variabilita' (temporale, geografica) della sensibilita' dei batteri all'associazione Sulfadiazina-Trimetoprim e' raccomandata l'esecuzione di un campionamento batteriologico e di test di sensibilita' dei microrganismi derivanti da animali malati presenti nell'allevamento. Precauzioni speciali per chi somministra il medicinale veterinario agli animali: le persone con nota ipersensibilita' ai sulfamidici devono evitare contatti con il medicinale veterinario. In caso di autoiniezione accidentale rivolgersi immediatamente ad un medico mostrandogli il foglietto illustrativoo l'etichetta. Incompatibilita': in assenza di studi di compatibilita' non miscelare con altri medicinali veterinari.

TEMPO DI ATTESA

Carne, visceri. Bovini, suini, equini: 14 giorni. Latte. Bovini: 4 giorni (pari a 8 mungiture). Uso non consentito in equidi che producono latte per il consumo umano.

SPECIE DI DESTINAZIONE

Bovini, suini, equini, cani, gatti.

INTERAZIONI

Non somministrare insieme ad antibiotici battericidi, poiche' gli antibiotici batteriostatici, quali i sulfamidici, ne antagonizzano l'azione. L'aminobenzoato di potassio riduce l'effetto dei sulfamidici. I sulfamidici aumentano l'effetto del tiopentale, il rischio di metaemoglobinemia con prilocaina e il rischio di cristalluria con metenamina. Non somministrare a cavalli che manifestano aritmie cardiache indotte dafarmaci.

EFFETTI INDESIDERATI

In rare occasioni e' stato osservato shock anafilattico. Reazioni locali caratterizzate da gonfiore e/o durezza possono essere osservate nel sito di inoculo. Queste manifestazioni sono di natura transitoria. Sono stati segnalati rari casi di cristalluria, ematuria, fenomeni di tossicita' cronica quali trombocitopenia e leucopenia.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

In gravidanza e allattamento usare solo conformemente alla valutazione del rapporto rischio/beneficio.

Codice: 103255028
Codice EAN:

Codice ATC: J01EW10
  • Antimicrobici generali per uso sistemico
  • Antibatterici per uso sistemico
  • Sulfonamidi e trimetoprim
  • Associazioni di sulfonamidi e trimetoprim, inclusi derivati
  • Sulfadiazina e trimetoprim
Temperatura di conservazione: al riparo dalla luce
Gruppo merceologico: 8AA1
  • Veterinaria
  • Medicinali veterinari
  • Specialita' medicinali veterinarie
Forma farmaceutica: SOLUZIONE INIETTABILE
Scadenza: 24 MESI
Confezionamento: FLACONE

SOLUZIONE INIETTABILE

24 MESI

FLACONE