Cercafarmaco.it

TYLAN 200 INIET FL 100ML Produttore: ELANCO GMBH

  • PRODOTTO VETERINARIO

DENOMINAZIONE

TYLAN 200, 200 MG/ML SOLUZIONE INIETTABILE, PER BOVINI E SUINI

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Antibiotici per uso sistemico, macrolidi.

PRINCIPI ATTIVI

1 ml di soluzione contiene: principio attivo: tilosina 200 mg. Eccipienti: glicole propilenico 0,5 ml; alcool benzilico 0,04 ml. Per l'elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.

ECCIPIENTI

Glicole propilenico, alcool benzilico, acqua per preparazioni iniettabili.

INDICAZIONI

Bovini: piodermite, metrite, malattie respiratorie (polmonite, broncopolmonite, polmonite contagiosa dei vitelli), febbre da trasporto, zoppina lombarda, infezioni chirurgiche, infezioni batteriche associate amalattie virali (sindrome pneumo-enterica), mastiti acute da batteri grampositivi. micoplasmi e pasteurella multocida sensibili alla tilosina. Suini: dissenteria emorragica, mal rossino, malattie respiratorie (polmonite, broncopolmonite, forme pneumo-enteriche), artriti da PPLO e da streptococchi. prevenzione delle infezioni chirurgiche, trattamento della metrite e mastite nella scrofa. Erysipelothrix rhusiopathiae listeria monocytogenes, mycoplasma hyopneumoniae, streptococcus pneumoniae, streptococcus pyogenes sensibili alla tilosina. In generale il Tylan 200 nelle sue varie forme puo' essere usato nel trattamento di condizioni associate e/o provocate da batteri sensibili alla tilosina.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Non usare in caso di ipersensibilita' nota alla tilosina o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

SICUREZZA NELLE SPECIE DI RIF.

La tilosina e' relativamente non tossica. La DL50 per via orale nei topi e' superiore ai 5 g per kg. I cani hanno tollerato dosi orali finoa 200 mg e 400 mg/kg per 657 giorni, con effetti collaterali solo occasionali come per esempio vomito e salivazione. Questi superdosaggi hanno talvolta provocato in qualche animale ematuria della durata di parecchi giorni. Cio' e' stato evidente solo in un periodo compreso tra 20 e 190 giorni dall'inizio della somministrazione. Nei suini la DL50 per via intramuscolare e' di circa 1g/kg e per via orale di oltre 5 g/kg. Sono stati eseguiti studi sui tassi ematici sui bovini e sui suini,confrontando la tilosina base e soluzioni di tilosina tartrato. La prima ha dimostrato una durata maggiore di attivita'. Tassi ematici misurabili dopo 22 ore possono essere ottenuti nei bovini con una sola iniezione di questo preparato nelle dosi raccomandate. A dosi pari a circa 4 volte la dose raccomandata in vitelli sono stati notati dolore e irritazione al sito d'iniezione, diarrea e dopo qualche giorno convulsioni, mentre in suini piccoli dosi pari a 7 volte quella raccomandata hanno provocato sintomi di shock, con tremori.

USO/VIA DI SOMMINISTRAZIONE

Iniettare per via intramuscolare.

POSOLOGIA

Iniettare per via intramuscolare. A discrezione del medico veterinario il prodotto puo' essere inoculato in piu' punti di iniezione. Bovini: da 4 a 10 mg di tilosina/Kg di peso vivo una volta al giorno, pari a0,4 - 1ml ogni 20 Kg p.v. Suini: da 4 a 10 mg di tilosina/Kg di peso vivo una volta al giorno, pari a 0,4 - 1ml ogni 20 Kg p.v. Durata del trattamento: 3 giorni. Per evitare un sovra-sottodosaggio, il peso corporeo deve essere determinato nel modo piu' accurato possibile.

CONSERVAZIONE

Conservare in luogo asciutto a temperatura non superiore a 25 gradi C. Periodo di validita' del medicinale veterinario confezionato per la vendita: 18 mesi. Periodo di validita' dopo prima apertura del confezionamento primario: 28 giorni.

AVVERTENZE

L'impiego del prodotto nelle femmine gravide non e' raccomandato. In caso di effettiva necessita' usare solo conformemente alla valutazionedel rapporto rischio/beneficio del veterinario responsabile. Usare siringa ed ago sterili ed asciutti. Per evitare una eccessiva perforazione del tappo, utilizzare un ago per aspirazione oppure siringhe a dosaggio automatico. Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: la somministrazione di antibiotici puo' provocare l'eccessiva crescita diorganismi non sensibili. Se compaiono nuove infezioni dovute a batteri o funghi nel corso della terapia con questo farmaco, vanno prese le precauzioni necessarie. L'utilizzo del prodotto dovrebbe essere basatosu test di sensibilita' nell'osservanza delle disposizioni di legge, locali e ufficiali, relative alle sostanze antimicrobiche. Si deve prestare una particolare attenzione nel migliorare le pratiche di allevamento per evitare ogni condizione di stress. L'utilizzo ripetuto o protratto del Tylan 200 va evitato, migliorando le prassi di gestione e mediante pulizia e disinfezione. L'uso improprio del prodotto potrebbe incrementare la prevalenza di batteri resistenti al Tylan 200 e ridurrel'efficacia dei trattamenti con altri antibiotici. Precauzioni speciali che devono essere adottate dalla persona che somministra il prodotto agli animali: le persone con ipersensibilita' nota alla tilosina devono evitare contatti con il medicinale veterinario. Fare attenzione durante la somministrazione del prodotto per evitare autoiniezioni accidentali. In caso di autoiniezione accidentale, rivolgersi immediatamente ad un medico mostrandogli il foglietto illustrativo o l'etichetta. Evitare il contatto con la pelle e con gli occhi. In caso di contatto accidentale lavare con abbondante acqua. La tilosina e' relativamente non tossica. La DL50 per via orale nei topi e' superiore ai 5 g per kg.I cani hanno tollerato dosi orali fino a 200 mg e 400 mg/kg per 657 giorni, con effetti collaterali solo occasionali come per esempio vomito e salivazione. Questi superdosaggi hanno talvolta provocato in qualche animale ematuria della durata di parecchi giorni. Cio' e' stato evidente solo in un periodo compreso tra 20 e 190 giorni dall'inizio della somministrazione. Nei suini la DL50 per via intramuscolare e' di circa 1g/kg e per via orale di oltre 5 g/kg. Sono stati eseguiti studi sui tassi ematici sui bovini e sui suini, confrontando la tilosina base e soluzioni di tilosina tartrato. La prima ha dimostrato una durata maggiore di attivita'. Tassi ematici misurabili dopo 22 ore possono essere ottenuti nei bovini con una sola iniezione di questo preparato nelle dosi raccomandate. A dosi pari a circa 4 volte la dose raccomandata in vitelli sono stati notati dolore e irritazione al sito d'iniezione,diarrea e dopo qualche giorno convulsioni, mentre in suini piccoli dosi pari a 7 volte quella raccomandata hanno provocato sintomi di shock, con tremori. Non miscelare con altri medicinali veterinari.

TEMPO DI ATTESA

BOVINI - carne e visceri: 28 giorni; latte: 108 ore (pari a 9 mungiture). SUINI - carne e visceri: 8 giorni.

SPECIE DI DESTINAZIONE

Bovini e suini.

INTERAZIONI

E' stata rilevata una cross-resistenza reciproca tra tilosina e desmicosina. L'uso concomitante di antibiotici quali lincosamidi e macrolidi porta ad una diminuzione dell'efficacia di entrambi.

DIAGNOSI E PRESCRIZIONE

Da vendersi soltanto dietro presentazione di ricetta medico veterinaria in triplice copia non ripetibile.

EFFETTI INDESIDERATI

Gli effetti indesiderati osservati con maggiore frequenza sono diarrea e/o edema perianale ed eritema/edema rettale transitori. Tali effetti scompaiono con l'interruzione del trattamento.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

L'impiego del prodotto nelle femmine gravide non e' raccomandato. In caso di effettiva necessita' usare solo conformemente alla valutazionedel rapporto rischio/beneficio del veterinario responsabile.

Codice: 100121033
Codice EAN:

Codice ATC: J01FA90
  • Antimicrobici generali per uso sistemico
  • Antibatterici per uso sistemico
  • Macrolidi, lincosamidi e streptogramine
  • Macrolidi
  • Tilosina
Temperatura di conservazione: non superiore a +25 gradi
Gruppo merceologico: 8AA1
  • Veterinaria
  • Medicinali veterinari
  • Specialita' medicinali veterinarie
Forma farmaceutica: SOLUZIONE INIETTABILE
Scadenza: 18 MESI
Confezionamento: FLACONE

SOLUZIONE INIETTABILE

18 MESI

FLACONE