Condividi:

BIDIABE 20 COMPRESSE

Produttore: LABORATORI GUIDOTTI SPA
FARMACO MUTUABILE
RICETTA MEDICA RIPETIBILE
Prezzo:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Ipoglicemizzante orale.

INDICAZIONI

Diabete mellito dell'eta' matura specie nei casi di resistenza primaria o secondaria alle sulfaniluree e di insulinoresistenza.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Diabete chetoacidosico; diabetici con precedenti episodi di acidosi lattica; grave compromissione della funzionalita' epatica e renale (creatinina sierica superiore a 12 mg/L); affezioni cardiocircolatorie gravi (scompenso cardiaco, shock cardiogeno e tossinffettivo, turbe dellacircolazione arteriosa periferica); affezioni respiratorie gravi, insufficienza surrenale, alcolismo cronico; diete fortemente ipocalorichee stati di digiuno; gravi malattie distrofiche; emorragie acute gravi; gangrena; gravidanza. La somministrazione di Bidiabe e' controindicata in corso di trattamento con diuretici tiazidici od altri farmaci anti-ipertensivi suscettibili di provocare compromissioni della funzionalita' renale. Il trattamento deve essere sospeso 48 ore prima dell'esecuzione di una urografia o angiografia endovenosa, riprendendolo 48 ore dopo l'esame.

POSOLOGIA

Il dosaggio giornaliero deve essere stabilito dal medico per ogni singolo paziente sulla base degli esami metabolici effettuati. In linea di massima si somministrano da 1 a 3 compresse al giorno ai pasti principali. Dato che non deve essere mai superata la dose giornaliera di 100 mg di fenformina, si raccomanda di non assumere piu'di 3 compresse al giorno.

INTERAZIONI

L'azione ipoglicemizzante puo' essere potenziata dal dicumarolo e derivati, dagli inibitori delle monoaminossidasi, dai sulfamidici, da alcuni antiinfiammatori (salicilati e derivati del fenilbutazone), dal cloramfenicolo, dalla ciclofosfamide, dal probenecid, dal feniramidolo. L'adrenalina, i cortisonici, la pillola anticoncezionale e i diureticitiazidici possono invece ridurne l'azione ipoglicemizzante. La contemporanea somministrazione di beta bloccanti deve essere attuata con cautela. La fenformina puo'potenziare l'azione degli anticoagulanti.

EFFETTI INDESIDERATI

Possono manifestarsi sintomi di ipoglicemia, piu' frequenti nei soggetti anziani, debilitati, traumatizzati o con compromissione della funzionalita' renale e/o epatica. Una dieta irregolare, l'assunzione di bevande alcooliche o sforzi fisici inconsueti possono favorire la comparsa delle manifestazioni ipoglicemiche. In pazienti predisposti per l'esistenza di insufficienza renale o malattie cardiocircolatorie gravi si possono manifestare i sintomi dell'acidosi lattica che richiedono unadeguato trattamento da parte del medico. Sono possibili disturbi quali nausea, inappetenza, dolori allo stomaco, vomito o diarrea per una intolleranza gastrointestinale al preparato; tali disturbi possono richiedere l'interruzione del trattamento. Raramente possono comparire manifestazioni cutanee allergiche solitamente transitorie e che in genere scompaiono con il proseguimento della terapia. L'assunzione di bevande alcooliche puo' causare disturbi (sensazione di malessere generalizzato, difficolta' respiratoria, palpitazioni, cefalea, nausea, vomito)nei pazienti in trattamento con Bidiabe (effetto antabuse).

Codice: 019751015
Codice EAN:
Codice ATC: A10BD01
  • Apparato gastrointestinale e metabolismo
  • Farmaci usati nel diabete
  • Ipoglicemizzanti, escluse le insuline
  • Associazioni di ipoglicemizzanti orali
  • Fenformina e sulfoniluree
Temperatura di conservazione: al riparo dall'umidita'
Forma farmaceutica: COMPRESSE
Scadenza: 48 MESI
Confezionamento: BLISTER