Condividi:

DIAMOX 12 CAPSULE 500MG R.P.

Produttore: TEOFARMA SRL
FARMACO DI CLASSE C
RICETTA MEDICA RIPETIBILE
Prezzo:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Farmaco antiglaucoma, diuretico, antiepilettico.

INDICAZIONI

Il Diamox e' indicato nel trattamento degli edemi da insufficienza cardiaca. Nei pazienti affetti da prevalente insufficienza del cuore sinistro si ottengono ottimi risultati, con scomparsa dell'edema polmonare e miglioramento della dispnea dopo alcuni giorni. Il Diamox e' indicato anche nel glaucoma. Oltre che nel glaucoma, il Diamox e' efficace nelle situazioni nelle quali esiste un edema oculare. Il Diamox Retarde' indicato quale coadiuvante nel trattamento del glaucoma cronico semplice (ad angolo aperto), del glaucoma secondario e quale misura terapeutica preoperatoria nel glaucoma acuto ad angolo chiuso. Il Diamox e' anche indicato quale coadiuvante nel trattamento dell'epilessia. I migliori risultati sono stati ottenuti in soggetti giovani affetti da piccolo male, ma risultati favorevoli sono stati ottenuti in notevole percentuale di casi di grande male di forme miste, di spasmi mioclonici, ecc.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

L'acetazolamide puo' determinare una lieve acidosi; ne potra' quindi essere controindicato l'impiego nelle acidosi ipercloremiche. L'acetazolamide puo' essere controindicata nei casi in cui vi sia una netta diminuizione dei livelli sierici del sodio e/o potassio. L'acetazolamidee' anche controindicata nei casi di insufficienza epatica e renale conclamata e nell'insufficienza surrenalica. Una prolungata somministrazione di acetazolamide e' controindicata nei soggetti affetti da glaucoma cronico non congestizio ad angolo chiuso. Pur essendo stato impiegato nella terapia della gestosi alla dose di 250 mg ogni 3 giorni a 1 g/die senza effetti dannosi sul feto, se ne sconsiglia l'uso durante lagravidanza. L'uso del Diamox e' inoltre sconsigliato durante l'allattamento e in eta' pediatrica.

POSOLOGIA

Per ottenere la diuresi, come dosaggio ottimale si consiglia la somministrazione di 1 compressa (250 mg) o di 1 compressa e mezza (375 mg),in funzione del peso corporeo (5mg per Kg), una volta al giorno al mattino. Somministrato per via orale e giornalmente il Diamox da' un netto controllo dell'edema. Nel glaucoma congestizio acuto e secondario si consigliano di solito da 2 a 3 capsule al giorno di Diamox Retard oppure una compressa di Diamox (250 mg) ogni 4 - 6 ore (da 4 a 6 compresse nelle 24 ore). E' peraltro possibile in alcuni casi ottenere un miglioramento con la somministrazione di una compressa (250 mg) ogni 8 - 12 ore (da 2 a 3 compresse nelle 24 ore). In alcuni casi acuti di particolare gravita' si consiglia di iniziare il trattamento con la somministrazione di 2 compresse (500 mg), seguita da 1 compressa (250 mg) ogni 4 - 6 ore. Nell'epilessia, i migliori risultati si ottengono con dosi varianti tra 8 e 30 mg/kg di peso corporeo, cioe' con la somministrazione - in media - da 1 compressa e 1/2 a 4 compresse nelle 24 ore. Quando si desideri somministrare il Diamox in aggiunta a terapia antiepilettica gia' in atto o in sostituzione di essa, si consiglia di iniziare il trattamento somministrando 1 compressa (250 mg) al giorno, aumentando poi gradatamente la dose giornaliera di Diamox fino a raggiungere le posologie indicate piu' sopra. La dose usuale di Diamox Retard e' di 1 capsula (500 mg) la mattina e 1 la sera o secondo prescrizione medica.

INTERAZIONI

Il Diamox potenzia l'azione diuretica dei mercuriali. Il Diamox e i miotici agiscono, se somministrati contemporaneamente, in maniera additiva. L'acetazolamide puo' potenziare l'azione dell'amfetamina e degli antidepressivi triciclici in quanto ritarda la loro eliminazione. L'acetazolamide somministrata contemporaneamente alla fenitoina puo' aumentare i livelli sierici di quest'ultima. Il Diamox puo', infine, diminuire l'azione dell'aspirina e del litio in quanto facilita la loro eliminazione.

EFFETTI INDESIDERATI

Gli effetti collaterali riscontrati raramente nella terapia a breve termine sono: parestesie e particolarmente una sensazione di formicolioalle estremita', anoressia, occasionalmente sonnolenza e confusione. Anche se l'acetazolamide e' un derivato sulfamidico senza proprieta' batteriostatiche, puo' determinare gli stessi effetti collaterali piu' comuni agli attuali sulfamidici batteriostatici (febbre, rash cutaneo,reazioni anafilattiche, eritema multiforme, sindrome di Stevens-Johnson, epidermolisi tossica, cristalluria, mielodepressione, anemia emolitica, leucopenia, agranulocitosi). In tali evenienze sara' necessario sospendere la somministrazione del farmaco e contattare il medico curante per gli accorgimenti del caso. Una terapia prolungata puo' provocare stati acidosici da correggere eventualmente con somministrazione dibicarbonato. E' stato riferito della possibilita' di miopia passeggera; in tal caso sara' necessaria una riduzione dei dosaggi o l'interruzione del trattamento. Occasionalmente sono stati rilevati: orticaria, melena, ematuria, glicosuria, insufficienza epatica, paralisi flaccidae convulsioni.

Codice: 009277031
Codice EAN: *
Codice ATC: S01EC01
  • Organi di senso
  • Oftalmologici
  • Preparati antiglaucoma e miotici
  • Inibitori dell'anidrasi carbonica
  • Acetazolamide
Temperatura di conservazione: nessuna particolare condizione di conservazione
Forma farmaceutica: CAPSULE
Scadenza: 60 MESI
Confezionamento: BLISTER