Cercafarmaco.it

ECOMECTIN 1% INIET FL 50ML Produttore: ECO ANIMAL HEALTH EUROPE LTD

  • PRODOTTO VETERINARIO

DENOMINAZIONE

ECOMECTIN 10 MG/ML INIETTABILE

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Endectocidi. Lattoni macrociclici. Avermectine.

PRINCIPI ATTIVI

Ivermectina 10 mg/ml.

ECCIPIENTI

Alcol benzilico 10 mg/ml.

INDICAZIONI

BOVINI. Per il trattamento dei nematodi gastrointestinali, dei nematodi polmonari, dei nematodi oculari, dell'ipodermosi, degli acari dellarogna e dei pidocchi pungitori dei bovini da carne e da latte non in lattazione. NEMATODI GASTROINTESTINALI (adulti e larve al quarto stadio): Ostertagia ostertagi, Ostertagia lyrata, Haemonchus placei, Trichostrongylus colubriformis, Cooperia oncophora (adulti), Cooperia puntata (adulti), Cooperia pectinata (adulti), Bunostomum phlebotomum, Oesophagostomum radiatum. NEMATODI POLMONARI (adulti e larve al quarto stadio): Dictyocaulus viviparus. NEMATODI OCULARI (adulti): Thelazia spp.;IPODERMA (stadi parassitici): Hypoderma bovis e H. lineatum. ACARI DELLA ROGNA: Psoroptes bovis, Sarcoptes scabiei var. bovis. PIDOCCHI SUCCHIATORI: Linognathus vituli, Haematopinus eurysternus, Solenopotes capillatus. Puo' anche essere usato quale coadiuvante per il controllo dell'acaro della rogna Chorioptes bovis, ma e' possibile che non si ottenga l'eliminazione completa. Il trattamento con il medicinale veterinario al dosaggio raccomandato controlla la re-infezione da Haemonchus placei, Cooperia oncophora, Cooperia pectinata e Trichostrongylus axeifino a 7 giorni dopo il trattamento, da Ostertagia ostertagi e Oesophagostomum radiatum fino a 14 giorni dopo il trattamento e da Dictyocaulus viviparus fino a 21 giorni dopo il trattamento. OVINI. Per il trattamento della rogna psoroptica (rogna ovina), dei nematodi gastrointestinali, dei nematodi polmonari e della miasi nasale della pecora. NEMATODI GASTROINTESTINALI (forme adulte): Ostertagia circumcinta, Haemonchus contortus, Trichostrongylus axei, T. colubriformis and T. vitrinus, Cooperia curticei, Nematodirus fillicollis. E' possibile osservare una attivita' variabile contro Cooperia curticei e nematodirus fillicollis. NEMATODI POLMONARI: Dictyocaulus filaria (forme adulte). ACARI DELLA ROGNA: Psoroptes ovis; MIASI NASALE: Oestrus ovis (tutti gli stadilarvali). SUINI. Per il trattamento dei nematodi gastrointestinali, dei nematodi polmonari, dei pidocchi e degli acari della rogna dei suini. NEMATODI GASTROINTESTINALI (adulti e larve al quarto stadio): Ascaris suum, Hyostrongylus rubidus, Oesophagostomum spp., Strongyloides ransomi (adulti). NEMATODI POLMONARI: metastrongylus spp. (adulti). PIDOCCHI: Haematopinus suis. ACARI DELLA ROGNA: Sarcoptes scabiei var. suis.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Non utilizzare in vacche o in pecore il cui latte sia destinato al consumo umano. Non utilizzare in vacche da latte in asciutta, comprese le manze gravide, nei 60 giorni antecedenti la probabile data del parto, ne' in pecore da latte in asciutta, nei 60 giorni antecedenti la probabile data del parto. Non utilizzare nei casi di ipersensibilita' nota verso l'ivermectina. Non somministrare per via endovenosa o intramuscolare.

USO/VIA DI SOMMINISTRAZIONE

Sottocutanea.

POSOLOGIA

BOVINI: 1 ml/50 kg p.c. Iniettare davanti o dietro alla scapola adottando una tecnica asettica. Si consiglia un ago sterile di 1,4 x 15 mm (17 G x 1/2 pollice). OVINI: 0,5 ml/25 kg p.c. Iniettare nel collo, adottando una tecnica asettica. Si consiglia un ago sterile di 1,4 x 15 mm (17 G x 1/2 pollice). Per il trattamento dei nematodi gastrointestinali, dei nematodi polmonari e della miasi nasale, praticare una singola somministrazione. Per il trattamento di Psoroptes ovis (scabbia ovina), sono necessarie due iniezioni con un intervallo di sette giorni. AGNELLI di peso inferiore a 20 kg: 0,1 ml/5 kg p.c. In tali animali e'raccomandato usare una siringa per la somministrazione di dosi piccole (0,1 ml). SUINI: 1,5 ml/50 kg p.c. Iniettare nel collo adottando unatecnica asettica e impiegando un ago sterile di 1,4 x 15 mm (17 G x 1/2 pollice). SUINETTI di peso inferiore a 16 kg: 0,1 ml/3 kg. Si raccomanda l'uso di una siringa che puo' iniettare un volume di 0,1 ml. Disinfettare il tappo prima di prelevare ciascuna dose. Usare ago e siringa sterili asciutti. Con le confezioni da 200 o 500 ml usare soltanto la siringa automatica. Con le confezioni da 50 ml si consiglia l'uso di una siringa multidose. Per ricaricare la siringa, si raccomanda l'uso di un ago fisso onde evitare un'eccessiva perforazione del tappo.

CONSERVAZIONE

Conservare a temperatura inferiore a 25 gradi C. Proteggere dalla luce solare diretta. Tenere la confezione ben chiusa, nella confezione originale. Dopo il prelievo della prima dose, utilizzare il prodotto entro 28 giorni. Se si osservano crescita microbica o scolorimento, il prodotto deve essere eliminato.

AVVERTENZE

La somministrazione del prodotto non interferisce sulla fertilita' dei soggetti di sesso maschile. Non si consiglia il trattamento della rogna psoroptica (rogna ovina) con una sola iniezione poiche', sebbene si possa osservare un miglioramento clinico, puo' non realizzarsi l'eliminazione completa di tutti gli acari. La rogna ovina (Psoroptes ovis)e' una parassitosi esterna degli ovini estremamente contagiosa. Dopo il trattamento degli ovini infetti, e' necessario prestare particolareattenzione ad evitare la reinfestazione, poiche' gli acari possono sopravvivere in ambiente esterno fino a 15 giorni. E' importante assicurarsi di trattare tutti gli ovini che siano entrati in contatto con animali infetti. E' necessario evitare ogni contatto fra greggi infetti trattati e greggi non infetti non trattati per almeno 7 giorni dopo l'ultimo intervento. Le avermectine potrebbero non essere ben tollerate da parte di specie diverse da quella di destinazione (sono stati segnalati casi di intolleranza ad esito fatale in cani, specialmente di razza Collie e Bobtail (Old English Shepperd), razze simili e incroci tra le razze sopra menzionate, oltre che nelle tartarughe di acqua e di terra. Nei bovini: onde evitare reazioni secondarie provocate dalla morte di larve di Hypoderma nell'esofago o nel canale vertebrale, si raccomanda di somministrare il prodotto alla fine del periodo di attivita' dell'insetto adulto e prima che le larve raggiungano queste sedi. L'uso frequente e ripetuto puo' provocare lo sviluppo di resistenza. E' importante somministrare la dose corretta per ridurre al minimo il rischio di resistenza. Per evitare il rischio di somministrazione di un dosaggio troppo basso, gli animali devono essere raggruppati secondo il loro peso e trattati con la dose prevista per l'animale piu' pesante del gruppo. Precauzioni speciali per chi somministra il prodotto: dopo l'uso lavarsi bene le mani. Prestare attenzione per evitare l'autoinoculo; il prodotto puo' causare irritazione locale e/o dolore al sito di iniezione. Sovradosaggio: i sintomi clinici della tossicita' da ivermectina comprendono atassia e depressione. Non e' stato identificato alcun antidoto. Nel caso di sovradosaggio, si deve somministrare un trattamento sintomatico. Non si sono osservati segni di tossicita' in animali trattati con dosi fino a 3 volte superiori la dose raccomandata.

TEMPO DI ATTESA

Carne, visceri. Bovini: 49 giorni. Ovini: 42 giorni. Suini: 28 giorni. Latte. Non utilizzare in animali in lattazione se il latte e' destinato al consumo umano. Non utilizzare in vacche da latte non in lattazione, comprese le manze gravide, nei 60 giorni prima della data probabile del parto. Non usare in pecore destinate alla produzione di latte ad uso umano.

SPECIE DI DESTINAZIONE

Bovini, ovini, suini.

INTERAZIONI

Non associare il trattamento alla vaccinazione contro i nematodi polmonari. Nel caso che si debbano trattare animali vaccinati, il trattamento non deve essere eseguito nei 28 giorni precedenti o seguenti la vaccinazione stessa. L'escrezione di uova di nematodi puo' continuare per qualche tempo dopo il trattamento.

EFFETTI INDESIDERATI

In alcuni animali e' stato osservato un senso di fastidio transitorio, immediatamente dopo la somministrazione sottocutanea. Nei bovini questo puo' comprendere salti e rotolamenti, ma il comportamento ritorna alla norma dopo 15 minuti. In alcuni animali trattati e' stato osservato gonfiore ed ispessimento a carico dei tessuti molli nel sito d'iniezione. Tale reazione generalmente e' transitoria e si risolve entro 1-4 settimane.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Il prodotto puo' essere somministrato alle vacche, alle pecore e allescrofe gravide.

Codice: 103640013
Codice EAN:

Codice ATC: P54AA01
  • Farmaci antiparassitari, insetticidi e repellenti
  • Endectocidi
  • Lattoni macrociclici
  • Avermectine
  • Ivermectina
Temperatura di conservazione: inferiore a +25 gradi e al riparo dalla luce
Gruppo merceologico: 8AA1
  • Veterinaria
  • Medicinali veterinari
  • Specialita' medicinali veterinarie
Forma farmaceutica: SOLUZIONE INIETTABILE
Scadenza: 36 MESI
Confezionamento: FLACONE

SOLUZIONE INIETTABILE

36 MESI

FLACONE