Cercafarmaco.it

EQVALAN OS PASTA 1SIR6,42G DPA Produttore: BOEHRINGER ING.ANIM.H.IT.SPA

  • PRODOTTO VETERINARIO

DENOMINAZIONE

EQVALAN 18,7 MG/G PASTA ORALE PER EQUINI

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Endectocidi.

PRINCIPI ATTIVI

Ivermectina 18,7 mg/g.

ECCIPIENTI

Glicole propilenico, olio di ricino idrogenato, idrossipropil cellulosa, biossido di titanio (E171).

INDICAZIONI

Trattamento e controllo dei parassiti interni degli equini di tutte le eta'. Nematodi gastrointestinali: stadi larvali a localizzazione endoarteriosa di Strongylus vulgaris, stadi larvali a localizzazione tissutale di S.edentatus, L4 di Triodontophorus spp.; adulti di S.vulgaris, S.equinus, S.edentatus, Triodontophorus spp., T.brevicauda, T.serratus, T.tenuicollis, Craterostomum acuticaudum; adulti e stadi immaturi di piccoli strongili, inclusi i ceppi benzimidazolo-resistenti (Coronocyclus spp., Cyathostomum spp., Cylicocyclus spp., Cylicodontophorus spp., Cylicostephanus spp., Gyalocephalus spp.); adulti di Coronocycluscoronatus, C.labiatus, C.labratus, Cyathostomum catinatum, C.pateratum, Cylicocyclus ashworthi, C.elongatus, C.insigne, C.leptostomum, C.nassatus, C.radiatus, Cylicodontophorus bicoronatus, Cylicostephanus asymetricus, C. bidentatus, C.calicatus, C.goldi, C.longibursatus, C.minutus, Gyalocephalus capitatus, Parapoteriostomum spp., P.euproctus, P.mettami, Petrovinema spp., P.poculatum, Poteriostomum spp., P.imparidentatum, P.ratzii. Adulti e L4 di Oxyuris equi; adulti, L3 e L4 di Parascaris equorum.; adulti di Trichostrongylus axei ed Habronema muscae; adulti di Strongyloides westeri; L4 di Habronema spp.. Adulti e stadi immaturi di Dictyocaulus arnfieldi. Microfilarie di Onchocerca spp.. Gastrofili: stadi orali e gastrici di Gasterophilus spp. L2 e L3 di G. intestinalis. Dermatosi causate da larve cutanee di Habronema spp. e Draschia spp. (piaghe estive) e da microfilarie di Onchocerca spp. (oncocerchiasi cutanea).

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Non utilizzare in animali con ipersensibilita' nota all'ivermectina oad uno qualsiasi degli eccipienti. Non utilizzare il prodotto in specie differenti dall'equino, in particolare cani e gatti, in quanto si possono verificare reazioni avverse anche gravi.

USO/VIA DI SOMMINISTRAZIONE

Orale.

POSOLOGIA

1 siringa contiene pasta sufficiente a trattare un cavallo di 600 kg di peso corporeo. Il dosaggio raccomandato corrisponde a 200 mcg di ivermectina/kg di peso corporeo. Ciascun segno sullo stantuffo graduato della siringa corrisponde alla quantita' di pasta sufficiente per il trattamento di 100 kg di peso corporeo. Programma consigliato di controllo dei parassiti Tutti i cavalli dell'allevamento dovrebbero essere inclusi in un programma di controllo sistematico dei parassiti, con particolare attenzione alle giumente ed ai puledri. I puledri dovrebbero essere trattati per la prima volta tra le 6 e le 8 settimane di eta' ed il trattamento dovrebbe essere ripetuto ad intervalli regolari. Il trattamento sistematico riduce l'eventualita' di coliche e di arteriti causate dalle forme larvali di S. vulgaris. Via di somministrazione orale. Modalita' di somministrazione: "Liberare" l'anello dosatore, facendogli fare un quarto di giro, e farlo scorrere lungo l'asse dello stantuffo graduato fino a quando la parte dell'anello con l'incisione a "V" coincida con la freccia sullo stantuffo , corrispondente al peso datrattare. Per fissare l'anello, farlo ruotare di un quarto di giro. Togliere il cappuccio di plastica dall'apice della siringa. Assicurarsiche la bocca del cavallo non contenga cibo ed inserire la siringa nella barra (spazio tra i denti incisivi ed i premolari). Premere lo stantuffo e depositare la pasta sulla faccia dorsale della lingua, alla base della stessa. Subito dopo la somministrazione, tenere sollevata la testa del cavallo per qualche secondo.

CONSERVAZIONE

Conservare a temperatura inferiore a 30 gradi C. Non conservare la siringa parzialmente utilizzata.

AVVERTENZE

Particolari attenzioni devono essere adottate per evitare che l'impiego troppo frequente e ripetuto di antielmintici per un lungo periodo di tempo e il sottodosaggio dovuto ad una sottostima del peso vivo o aduna errata somministrazione del prodotto, aumentino il rischio di sviluppo delle resistenze e quindi determinino l'inefficacia del medicinale veterinario. Casi clinici sospetti di resistenza ad antielmintici devono essere ulteriormente esaminati usando test appropriati. Laddove i risultati dei test suggeriscono in modo evidente la resistenza ad unparticolare antielmintico, si deve usare un antielmintico appartenente ad un'altra classe farmacologica o che abbia una diversa modalita' d'azione. Resistenza ai lattoni macrociclici (che includono l'ivermectina) e' stata segnalata, in cavalli, per Parascaris equorum , in un certo numero di paesi dell'Unione Europea. Quindi l'uso di questo prodotto deve essere basato su informazioni epidemiologiche nazionali (regione, allevamento) sulla sensibilita' di Parascaris equorum e indicazionisu come limitare ulteriore selezione di resistenza agli antielmintici. Le Avermectine non sono ben tollerate in tutte le specie. Casi di intolleranza sono riportati in cani, specialmente nei collies, Bobtail erazze correlate od incroci, ed anche in tartarughe e testuggini. Canie gatti non devono avere accesso al prodotto per la potenziale reazione avversa correlata alla tossicita' della ivermectina. Poiche' l'ivermectina si lega altamente alle proteine plasmatiche, particolare attenzione dovrebbe essere fatta nel caso di animali malati o in condizioninutrizionali associate a bassi livelli delle proteine plasmatiche. Quando si utilizza il prodotto si devono tenere in considerazione le politiche antielmintiche sia generali che locali. Precauzioni speciali per chi somministra il medicinale veterinario agli animali: durante la somministrazione del prodotto non mangiare o fumare. Gli operatori devono lavarsi le mani dopo l'impiego del prodotto. Evitare l'ingestione eil contatto con la pelle e con gli occhi. In caso di contatto accidentale sciacquare abbondantemente con acqua e sapone. Le persone con ipersensibilita' accertata all'ivermectina devono evitare contatti con ilmedicinale veterinario. In caso di ingestione accidentale da parte dell'uomo, rivolgersi immediatamente ad un medico mostrandogli l'etichetta/foglietto illustrativo. Sovradosaggio: alla dose di 1,8 mg/kg p.c. (9 volte il dosaggio raccomandato) sono stati osservati sintomi modesti e transitori (risposta al riflesso pupillare rallentata e abbattimento). A dosaggi piu' elevati i sintomi osservati includevano midriasi, atassia, tremori, stupore, coma e morte; quelli meno gravi erano transitori. Nessun antidoto e' stato identificato, tuttavia una terapia sintomatica puo' risultare di beneficio. Incompatibilita': nessuna nota.

TEMPO DI ATTESA

Carne, visceri: 34 giorni. Latte: Uso non consentito in equidi che producono latte per il consumo umano.

SPECIE DI DESTINAZIONE

Equini.

INTERAZIONI

L'ivermectina aumenta gli effetti dei GABA agonisti.

EFFETTI INDESIDERATI

In una modesta percentuale di equini e' stata segnalata la comparsa di edemi e prurito, dopo il trattamento. Nella maggioranza di questi casi, erano state diagnosticate gravi infestazioni da Onchocerca spp. e si puo' presumere che tali reazioni siano conseguenti alla morte di ungran numero di microfilarie. Anche se le reazioni si sono risolte spontaneamente nel giro di pochi giorni, puo' essere consigliabile un trattamento sintomatico, per il quale e' opportuno consultare un medico veterinario.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Puo' essere impiegato nei cavalli di tutte le eta'. Le giumente possono essere trattate ad ogni stadio della gravidanza. Gli stalloni possono essere trattati senza alcun effetto negativo per la loro fertilita'.

Codice: 100196017
Codice EAN:

Codice ATC: P54AA01
  • Farmaci antiparassitari, insetticidi e repellenti
  • Endectocidi
  • Lattoni macrociclici
  • Avermectine
  • Ivermectina
Temperatura di conservazione: inferiore a +30 gradi
Gruppo merceologico: 8AA1
  • Veterinaria
  • Medicinali veterinari
  • Specialita' medicinali veterinarie
Forma farmaceutica: PASTA ORALE
Scadenza: 36 MESI
Confezionamento: SIRINGA

PASTA ORALE

36 MESI

SIRINGA