Condividi:

GLUCOSIO 33% 1 FLACONE 500ML

Produttore: B.BRAUN MILANO SPA
FARMACO DI CLASSE C
RICETTA MEDICA RIPETIBILE
Prezzo:

DENOMINAZIONE

GLUCOSIO B.BRAUN

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Soluzioni endovena.

PRINCIPI ATTIVI

Soluzione per infusione endovenosa. 5%: glucosio monoidrato 55,0 g (oglucosio anidro 50,0 g). 10%: glucosio monoidrato 110,0 g (o glucosioanidro 100,0 g). 20%: glucosio monoidrato 220,0 g (o glucosio anidro 200,0 g). 33%: glucosio monoidrato 363,0 g (o glucosio anidro 330,0 g). 50%: glucosio monoidrato 550,0 g (o glucosio anidro 500,0 g).

ECCIPIENTI

Acqua per preparazioni iniettabili.

INDICAZIONI

>>Soluzione per infusione endovenosa. Nelle patologie che richiedono un ripristino delle condizioni di idratazione in associazione ad un apporto calorico, specialmente nei pazienti che non necessitano di sali o in cui questi vadano evitati. Ripristino delle concentrazioni ematiche di glucosio in caso di ipoglicemia. >>Soluzione iniettabile. Reidratante e/o energetica. La soluzione al 5% e' isotonica con il sangue. Le soluzioni a concentrazione uguale o superiore al 10% sono anche energetiche.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Soluzione per infusione endovenosa: non somministrare in concomitanzacon trasfusione di sangue usando la stessa via venosa, a causa del rischio di pseudoagglutinazione. Soluzione iniettabile: si rimanda il medico utilizzatore alla letteratura scientifica.

POSOLOGIA

Soluzione per infusione endovenosa: la dose e' dipendente dall'eta', peso e condizioni cliniche del paziente. Comunque e' consigliabile somministrare a 0,4 - 0,8 g/ora di glucosio per kg di peso corporeo. Soluzione iniettabile: secondo prescrizione medica. Se la concentrazione non e' prescritta, si dispensi la soluzione al 5%. Uso intramuscolare oendovenoso.

CONSERVAZIONE

Soluzione per infusione endovenosa: conservare in contenitori ermeticamente chiusi.

AVVERTENZE

>>Soluzione per infusione endovenosa. Usare con cautela in pazienti con diabete mellito, monitorizzando la glicemia per le correzioni farmacologiche opportune. Usare con grande cautela in pazienti con scompenso cardiaco congestizio, insufficienza renale grave e in stati clinici associati ad edemi e ritenzione idrosalina; in pazienti in trattamentocon farmaci corticosteroidei o corticotropinici. La somministrazione continua senza aggiunta di potassio puo' causare ipokaliemia. Monitorizzare il bilancio dei fluidi, gli elettroliti e la glicemia. Nei bambini la sicurezza e l'efficacia non sono state determinate. Non usare lesoluzioni a concentrazione superiore al 5% se non specificatamente prescritte. Le soluzioni a concentrazione superiore al 5% sono ipertoniche endovenose da somministrare con precauzione a velocita' controllatadi perfusione. Le soluzioni a concentrazione superiore al 10% devono essere somministrate esclusivamente per catetere venoso centrale. Usare subito dopo l'apertura del contenitore. La soluzione deve essere limpida, incolore e priva di particelle visibili. Serve per una sola ed ininterrotta somministrazione e l'eventuale residuo non puo' essere utilizzato. >>Soluzione iniettabile. Le soluzioni a concentrazione superiore al 5% sono ipertoniche endovenose da somministrare con precauzionea velocita' controllata di perfusione. Le soluzioni a concentrazione del 20% o superiore devono essere somministrate esclusivamente per catetere venoso centrale. Iniettare lentamente. Evitare le dosi eccessive. L'iniezione sottocutanea puo' dare irritazioni. Usare subito dopo l'apertura del contenitore. La soluzione deve essere limpida, incolore epriva di particelle visibili. Serve per una sola ed ininterrotta somministrazione e l'eventuale residuo non puo' essere utilizzato.

INTERAZIONI

Soluzione per infusione endovenosa: se utilizzato per diluire farmaciconsultare il farmacista se disponibile prima di introdurre farmaci additivi; considerare comunque le caratteristiche dei prodotti da introdurre; impiegare tecniche asettiche. Soluzione iniettabile: si rimandail medico utilizzatore alla letteratura scientifica.

EFFETTI INDESIDERATI

Soluzione per infusione endovenosa: riposte febbrili, infezioni nellasede di iniezione, trombosi venose o flebiti. In caso di reazione avversa, interrompere la somministrazione e conservare la parte non somministrata per eventuali esami. Soluzione iniettabile: si rimanda il medico utilizzatore alla letteratura scientifica.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Soluzione per infusione endovenosa: in gravidanza somministrare solo in caso di effettiva necessita'. Soluzione iniettabile: si rimanda il medico utilizzatore alla letteratura scientifica.

Codice: 030899278
Codice EAN:
Codice ATC: B05BA03
  • Sangue ed organi emopoietici
  • Succedanei del sangue e soluzioni perfusionali
  • Soluzioni endovena
  • Soluzioni nutrizionali parenterali
  • Carboidrati
Temperatura di conservazione: nessuna particolare condizione di conservazione
Forma farmaceutica: PREPARAZIONE INIETTABILE
Scadenza: 36 MESI
Confezionamento: FLACONE