Condividi:

LEDERFOLIN IM 10F 1,5MG+10F3ML

Produttore: PFIZER ITALIA SRL
FARMACO DI CLASSE C
RICETTA MEDICA RIPETIBILE
Prezzo:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Farmaco attivo nelle carenze naturali o iatrogene di folati e ad attivita' antidotica verso metotressato.

INDICAZIONI

Trova utilita', come antidoto di dosi eccessive di antagonisti dell'acido folico e per controbattere gli effetti collaterali indotti da Aminopterina (acido 4-aminopteroil-glutammico) o da Methotrexate (acido 4-amino-N10-metil-pteroil-glutammico). Trova inoltre indicazione in tutte le forme anemiche da carenza di folati dovute ad aumentata richiesta, ridotta utilizzazione, insufficiente apporto dietetico di folati.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Non deve essere somministrato per il trattamento dell'anemia perniciosa o di altre anemie megaloblastiche quando la Vit. B12 e' carente, senon in associazione alla medesima. Ipersensibilita' individuale accertata al calcio folinato.

POSOLOGIA

Puo' essere somministrato per via orale, per infusione, per via endovenosa o per via intramuscolare. IMPIEGO DEL CALCIO LEVO-FOLINATO NELL'AMBITO DI PROTOCOLLI PARTICOLARI IN CHEMIOTERAPIA ANTIBLASTICA CON ALTIDOSAGGI DI METOTRESSATO: in base alle piu' recenti acquisizioni, per migliorare l'indice terapeutico del metotressato, viene utilizzato Lederfolin in un trattamento sequenziale antidotico. Adottando schemi terapeutici che prevedono l'utilizzazione di metotressato ad alti dosaggie Lederfolin, e' infatti possibile un miglior controllo delle forme tumorali, senza registrare, nel contempo, significativi incrementi di tossicita'. Il protocollo terapeutico prevede l'impiego per: via parenterale nella prima fase corrispondente all'antidotismo per competizione; via orale (compresse) nella seconda fase in cui entra in gioco prevalentemente la componente biochimico-metabolica. Non risultano definiticon certezza schemi posologici generali. Poiche' il calcio levo-folinato e' un antagonista del metotressato, la loro concomitante somministrazione puo' essere attuata solo quando, nei singoli casi, si e' proceduto alla definizione di uno specifico protocollo terapeutico. ANTIDOTO IN CASO DI SUPERDOSAGGIO DI METOTRESSATO: consente di neutralizzare gli effetti tossici esercitati dall'antimetabolita sul sistema ematopoietico e sulle mucose dell'apparato digerente. Nel suo ruolo di antidoto, Lederfolin viene impiegato adiverse posologie in funzione dell'effetto da ottenere. Nei casi di superdosaggio accidentale, per ottenere un effetto di competizione si consiglia l'infusione per endovena (finoa 50 mg entro 12 ore); per ottenere un effetto biochimico-metabolico si consiglia per via intramuscolare o endovenosa (5-6 mg ogni 6 ore per 4 dosi) o per via orale (7,5 mg ogni 6 ore per 4 dosi). Nei casi di effetti collaterali da dosi convenzionali di metotrassato si consigliala somministrazione per via parenterale (i.m. o e.v. 5-6 mg ogni 6 ore per 4 dosi) o per via orale (7,5 mg ogni 6 ore per 4 dosi). Nei casidi somministrazione accidentale, deve essere somministrato in dosi adeguate a quelle del metotrassato entro la prima ora; la somministrazione in tempi successivi risulta meno efficace. TERAPIA DELLE ANEMIE DA CARENZA DI FOLATI: il trattamento iniziera' con la somministrazione per via orale (7,5 mg/die) continuando poi giornalmente con detta dose per 10-15 giorni. In caso di risposta favorevole la dose potra' essere dimezzata continuando fino a normalizzazione del quadro ematologico edalla scomparsa dei segni clinici. PER PARTICOLARI PATOLOGIE SI CONSIGLIA LA VIA INTRAMUSCOLARE: il trattamento si iniziera' con una somministrazione di 5 mg, continuando poi giornalmente con detta dose per 10-15 giorni. In caso di risposta favorevole la dose potra' scendere quindi a 2,5 mg al giorno continuando fino a normalizzazione del quadro ematologico e alla sparizione dei segni clinici.

INTERAZIONI

Ad esclusione delle note interazioni del calcio levo-folinato con le fluoropirimidine, il metotressato, ed altri anti-folici, non sono state riportate interazioni con altri farmaci e/o sostanze.

EFFETTI INDESIDERATI

La somministrazione del prodotto puo' essere seguita da reazioni generali d'ipersensibilita' (febbre, orticaria, ipotensione arteriosa, tachicardia, broncospasmo, shock anafilattico).

Codice: 024659144
Codice EAN:
Codice ATC: V03AF04
  • Vari
  • Tutti gli altri prodotti terapeutici
  • Sostanze disintossicanti per trattamenti citostatici
  • Calcio levofolinato
Temperatura di conservazione: a temperatura ambiente
Forma farmaceutica: PREPARAZIONE INIETTABILE
Scadenza: 12 MESI
Confezionamento: SCATOLA