Condividi:

MANNITOLO 10% FL 500ML

Produttore: GALENICA SENESE SRL
FARMACO DI CLASSE C
RICETTA MEDICA RIPETIBILE
Prezzo:

DENOMINAZIONE

MANNITOLO GALENICA SENESE 5%, 10% E 18% SOLUZIONE PER INFUSIONE

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Soluzioni endovena.

PRINCIPI ATTIVI

Mannitolo.

ECCIPIENTI

Acqua p.p.i.

INDICAZIONI

Il mannitolo si distribuisce esclusivamente nello spazio extracellulare, determinando essiccosi cellulare ed ipervolemia; viene escreto rapidamente dal rene determinando diuresi osmotica. E' indicato: nella prevenzione e/o trattamento della fase oligurica nell'insufficienza renale acuta, prima che diventi irreversibile e stabilizzata; nel trattamento dell'ipertensione endocranica e spinale e delle masse cerebrali; per ridurre la pressione endooculare; per incrementare l'escrezione renale di sostanze tossiche; per la misurazione del filtrato glomerulare.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

La soluzione e' controindicata nei casi di anuria dovuta a grave compromissione renale, nei casi di congestione polmonare e di edema polmonare, nelle emorragie cerebrali ed intracraniche in atto, nei casi di disidratazione grave; nei soggetti ipersensibili al mannitolo.

POSOLOGIA

Per via endovenosa. La dose e' dipendente dall'eta', peso e condizioni cliniche del paziente. Il dosaggio totale comunque deve essere compreso tra 50 e 200 g di mannitolo in 24 ore. La velocita' di infusione deve essere aggiustata per mantenere una diuresi di almeno 30 - 50 ml/ora. Le soluzioni di Mannitolo al 10% e 18% sono soluzioni ipertoniche endovenose da somministrare con precauzione a velocita' controllata diperfusione. Non usare queste concentrazioni se non specificatamente prescritte.

CONSERVAZIONE

In contenitori ermeticamente chiusi. Proteggere dal raffreddamento. Conservare tra 15 gradi C e 30 gradi C. La data di scadenza si riferisce al prodotto in confezionamento integro, correttamente conservato. Non usare oltre tale data.

AVVERTENZE

Usare subito dopo l'apertura del contenitore. La soluzione deve essere limpida, incolore o quasi incolore e priva di particelle visibili. Non infondere in presenza di cristalli; il precipitato eventualmente presente potra' essere ridisciolto mediante breve esposizione a non piu'di 40 - 70 gradi C; lasciare raffreddare prima dell'uso. Serve per una sola ed ininterrotta somministrazione e l'eventuale residuo non puo'essere utilizzato. Usare con grande cautela in pazienti con scompensocardiaco congestizio, insufficienza renale grave e in stati clinici associati ad edemi e ritenzione idrosalina; in pazienti in trattamento con farmaci corticosteroidei o corticotropinici. Non somministrare in concomitanza con trasfusione di sangue, nella stessa infusione venosa,a causa del rischio di pseudoagglutinazione. Nel caso sia necessario somministrare in contemporanea con trasfusione di sangue aggiungere alla soluzione di mannitolo 20 mEq di sodio cloruro per litro di mannitolo. Monitorizzare la funzionalita' renale durante la somministrazione per prevenire una nefrosi osmotica irreversibile; monitorizzare la diuresi per evitare accumulo di mannitolo, possibile causa di scompenso cardiaco. Nei pazienti con grave insufficienza renale utilizzare una prima e una seconda dose per testare la tolleranza del paziente. Monitorizzare il bilancio dei fluidi, gli elettroliti e l'osmolarita' plasmatica. Nei bambini la sicurezza e l'efficacia non sono state determinate. Per chi svolge attivita' sportiva: l'uso del farmaco senza necessita' terapeutica costituisce doping e puo' determinare comunque positivita' ai test anti-doping. Questo e' un medicinale generico prodotto secondo le regole della Farmacopea. Per ulteriori notizie in relazione al suo uso (precauzioni, interazioni farmacologiche, eventi indesiderati)si rimanda il medico utilizzatore alla letteratura scientifica.

INTERAZIONI

Si rimanda il medico utilizzatore alla letteratura scientifica.

EFFETTI INDESIDERATI

Disordini idroelettrolitici e dell'equilibrio acido-base; scompenso cardiaco congestizio, ritenzione urinaria, cefalea, visione confusa, convulsioni, nausea e vomito, senso di svenimento, ipotensione, tachicardia, brividi, febbre e dolori anginosi; infezioni nella sede di iniezione, trombosi venose o flebiti, necrosi tissutale. In caso di reazioneavversa, interrompere la somministrazione e conservare la parte non somministrata per eventuali esami.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

In gravidanza somministrare solo in caso di effettiva necessita'.

Codice: 029866148
Codice EAN:
Codice ATC: B05BC01
  • Sangue ed organi emopoietici
  • Succedanei del sangue e soluzioni perfusionali
  • Soluzioni endovena
  • Soluzioni che favoriscono la diuresi osmotica
  • Mannitolo
Temperatura di conservazione: da +15 a +30 gradi
Forma farmaceutica: SOLUZIONE PER INFUSIONE
Scadenza: 36 MESI
Confezionamento: FLACONE