Condividi:

NATISPRAY SPR SUBL 0,3MG/DOSE

Produttore: TEOFARMA SRL
FARMACO DI CLASSE C
RICETTA MEDICA RIPETIBILE
Prezzo:

DENOMINAZIONE

NATISPRAY 0,30 MG/DOSE SPRAY SUBLINGUALE

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Vasodilatatori usati nelle malattie cardiache.

PRINCIPI ATTIVI

Nitroglicerina.

ECCIPIENTI

Alcool, aroma menta (soluzione di oli essenziali di menta parzialmente deterpenizzati), etere monoetilico del dietilenglicole (Transcutol).

INDICAZIONI

Angina pectoris: trattamento curativo delle crisi di angina pectoris;trattamento preventivo a breve tempo (o precritico) delle crisi di angina.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti; infarto miocardio recente, grave anemia, glaucoma ad angolo chiuso, condizioni di ipotensione o ipovolemia, aumentata pressione intracranica da trauma cranico o emorragia cerebrale, cardiomiopatia ipertrofica ostruttiva, stenosi aortica, pericardite costrittiva, stenosi mitralica; evitare l'associazione con Sildenafil.

POSOLOGIA

>>Angina pectoris. Trattamento della crisi di angina: 1 spruzzo da ripetere 1-2 volte con un intervallo di 2 o 3 minuti, se la crisi persiste. Prevenzione delle crisi di angina: 1 spruzzo 2-3 minuti prima della circostanza che determina la crisi di angina (per esempio: sforzo fisico, brusca uscita al freddo, rapporti sessuali o tutte le altre occasioni di crisi o situazioni stressanti). Modo di somministrazione: prima della prima utilizzazione del flacone, bisogna azionare cinque volte la pompa per attivarla. Tenere il flacone verticalmente con l'erogatore in alto. Mettere la punta dell'erogatore il piu' vicino possibile alla bocca. Nebulizzare sulla mucosa orale, sotto la lingua, senza inghiottire. Puo' essere necessario riattivare la pompa nel caso in cui il flacone non viene utilizzato per piu' giorni.

CONSERVAZIONE

Conservare ad una temperatura inferiore a 25 gradi C.

AVVERTENZE

Usare con cautela nella grave insufficienza epatica o renale; ipotiroidismo, malnutrizione o ipotermia. Il prodotto puo' causare cefalea per cui puo' rendersi necessario nelle prime giornate di terapia somministrare dosi inferiori o associare un analgesico. Puo' comparire tolleranza (con effetti terapeutici ridotti) e resistenza crociata ad altri nitriti e nitrati. Al fine di evitare l'insorgenza di una ipotensione ortostatica, specie nelle persone anziane, e, in particolare in caso di associazione con altri farmaci ipotensivi, si raccomanda di mantenere la posizione seduta alla prima nebulizzazione.

INTERAZIONI

Associazioni controindicate: va evitata l'associazione con sildenafila causa di un aumento significativo dell'effetto ipotensivo. Associazioni che richiedono precauzioni particolari o un aggiustamento del dosaggio. I diuretici, gli anti-ipertensivi vasodilatatori possono potenziare l'ipotensione prodotta dai derivati nitrati, soprattutto nei soggetti anziani. L'alcool puo' potenziare gli effetti del farmaco.

EFFETTI INDESIDERATI

Gli effetti indesiderati come vampate, cefalea e ipotensione posturale possono costituire un limite alla terapia, specialmente nelle fasi iniziali o quando l'angina e' grave o quando i pazienti sono ipersensibili agli effetti dei nitrati. La cefalea in genere scompare durante iltrattamento. Gli eventi avversi riportati sono elencati di seguito, per classe di apparato. Disturbi del sangue e del sistema linfatico. Rari: metaemoglobinemia. Disturbi del sistema nervoso: vertigini, cefalea. Disturbi dell'occhio: visione confusa. Disturbi cardiaci: tachicardia, palpitazioni, bradicardia paradossa, sincope. Disturbi vascolari: ipotensione posturale. Disturbi gastrointestinali: nausea, disturbi digestivi. Disturbi cutanei e sottocutanei: rash. Disturbi generali e alterazioni del sito di somministrazione. Disturbi generali: vampate di calore con eritema, debolezza, sudorazioni. Molto rari: cianosi. Alterazione del sito di somministrazione: bruciore, eritema. La metaemoglobinemia e' stata associata a trattamenti prolungati o con dosaggi elevati. La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale e' importante, in quanto permetteun monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Sebbene non vi sia alcuna evidenza di effetti tossici, il prodotto vasomministrato solo in caso di necessita'.

Codice: 026210031
Codice EAN:
Codice ATC: C01DA02
  • Sistema cardiovascolare
  • Terapia cardiaca
  • Vasodilatatori usati nelle malattie cardiache
  • Nitrati organici
  • Nitroglicerina
Temperatura di conservazione: inferiore a +25 gradi
Forma farmaceutica: SPRAY SUBLINGUALE
Scadenza: 36 MESI
Confezionamento: FLACONE