Condividi:

SEREPRESS 30 COMPRESSE 40MG

Produttore: PRODOTTI FORMENTI SRL
FARMACO DI CLASSE C
RICETTA MEDICA RIPETIBILE
Prezzo:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

La ketanserina e' dotata di azione antagonista selettiva dei recettori S2 della serotonina.

INDICAZIONI

Trattamento dell'ipertensione arteriosa di lieve e media entita', specie negli anziani.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

La ketanserina e' controindicata nei: pazienti con ipersensibilita' accertata verso il farmaco; pazienti con bradicardia patologica (meno di 50 b.p.m.), come per esempio, in presenza di blocco atrio-ventricolare di II e III grado o blocco seno-atriale; pazienti con preesistente allungamento del tratto QT; pazienti con storia di accertati episodi di tachicardia ventricolare o di fibrillazione ventricolare, pazienti con severa ipokaliemia che non puo' essere corretta farmacologicamente.

POSOLOGIA

La dose iniziale e' di 20 mg (1/2 compressa da 40 mg) due volte al di'. Successivamente, nel caso che la risposta al farmaco dopo il primo mese di terapia risultasse insufficiente, a giudizio del medico, la dose puo' essere aumentata fino a raddoppiare (1 compressa da 40 mg due volte al di'). Non sono raccomandabili dosaggi superiori ai 40 mg due volte al giorno, in quanto, oltre a non migliorare l'effetto terapeutico, risultano meno tollerati. L'eventuale e concomitante assunzione del cibo non influenza negativamente l'assorbimento del farmaco.

INTERAZIONI

Serepress deve essere assunto ad almeno due ore di distanza da farmaci antiacidi poiche' richiede un buon livello di acidita' gastrica per un completo assorbimento. La somministrazione concomitante di H2-antagonisti (es. cimetidina) non influenza la biodisponibilita' della ketanserina. Poiche' una condizione di ipopotassiemia puo' determinare aritmia ventricolare, in caso di associazione con diuretici e' consigliabile controllare e correggere l'eventuale ipopotassiemia e monitorare il tracciato elettrocardiografico sospendendo il trattamento in caso di allungamento significativo del tratto QTc (QTcmaggiore di 550 msec);comunque e' preferibile nel caso di associazione con diuretici, utilizzare farmaci potassio-risparmiatori. I pazienti sottoposti a terapia con antiaritmici devono essere attentamente controllati per i potenziali effetti pro-aritmici di tali farmaci; l'associazione di Serepress con antiaritmici di classi I e II dovrebbe essere evitata.

EFFETTI INDESIDERATI

Ad esclusione di quanto puo' accadere nei primi giorni di trattamento, la terapia cronica con il farmaco non modifica lo stato di vigilanza. Le reazioni piu' comuni rilevabili generalmente nei primi giorni di terapia, soprattutto nella popolazione giovanile, sono rappresentate da cefalea, vertigine, affaticamento, sonnolenza, secchezza delle fauci, dispepsia e molto raramente edema, nausea, dolore addominale, ipotensione. In genere queste reazioni sono leggere e transitorie e non richiedono l'interruzione del trattamento. In rari casi sono stati rilevati, in pazienti predisposti, episodi di aritmia ventricolare (torsione di punta). A seguito del trattamento puo'verificarsi un modesto aumento ponderale. Non sono state osservate alterazioni ematologiche o biochimiche. In caso di assunzione di dosi notevolmente superiori a quelle terapeutiche, si possono verificare fenomeni di sonnolenza, vertigine,disturbi visivi, ipotensione acuta. Questi sintomi scompaiono spontaneamente con la cessazione del trattamento.

Codice: 025981010
Codice EAN:
Codice ATC: C02KD01
  • Sistema cardiovascolare
  • Antiipertensivi
  • Altri antipertensivi
  • Antagonisti della serotonina
  • Ketanserina
Temperatura di conservazione: a temperatura ambiente
Forma farmaceutica: COMPRESSE
Scadenza: 36 MESI
Confezionamento: BLISTER