Condividi:

SOLUMEDROL 1 FLACONE 125MG/2ML

Produttore: ZOETIS ITALIA SRL
PRODOTTO VETERINARIO
RICETTA MEDICA RIPETIBILE VETERINARIA
Prezzo: libero

DENOMINAZIONE

SOLU-MEDROL VET

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Corticosteroidi sistemici. Glicocorticoidi.

PRINCIPI ATTIVI

Metilprednisolone sodio succinato equivalente a metilprednisolone.

ECCIPIENTI

Soluzione 125 mg/2 ml. Camera inferiore: sodio fosfato monobasico monoidrato 1,9 mg; sodio fosfato dibasico secco 17,4 mg. Camera superiore: alcool benzilico 18 mg; acqua p.p.i. q.b. a 2 ml. Soluzione 500 mg/8ml. Flacone liofilizzato: sodio fosfato monobasico monoidrato 7,4 mg;sodio fosfato dibasico secco 69,6 mg. Flacone solvente: alcool benzilico 9 mg/ml; acqua p.p.i. q.b. a 1 ml.

INDICAZIONI

E' indicato nei cani e gatti nei casi in cui e' richiesta una dose massiva farmacologicamente attiva di un glicocorticoide ad azione rapida, per esempio nel trattamento di gravi infezioni/tossicosi, shock (manifestato dal collasso della circolazione periferica con sintomi clinici come pallore, debolezza, polso rapido e respirazione superficiale) ecompressione del midollo spinale. L'uso di dosi relativamente alte difarmaco nei casi di shock e' ben radicato. Si pensa che il meccanismodi azione sia duplice, in quanto in primo luogo si ha un aumento sostenuto della gittata cardiaca con un decremento concomitante della resistenza vascolare periferica ed in secondo luogo la stabilizzazione delle membrane cellulari e lisosomiali contro il danno endotossico. Dopo somministrazione ad alte dosi per il trattamento dello shock, non e' necessaria una diminuzione graduale del dosaggio, ossia la terapia con il medicinale veterinario puo' essere interrotta appena l'esame clinico mostra una stabilizzazione ed un miglioramento della condizione del paziente.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Il farmaco e' controindicato in corso di malattie virali, parassitarie e micotiche, quando e' noto o si sospetta che il paziente soffra della sindrome di Cushing, in caso di insufficienza cardiaca congestizia,diabete o nefrite cronica grave, in presenza di ulcere della cornea ogastrointestinali o di osteoporosi.

USO/VIA DI SOMMINISTRAZIONE

Intramuscolare, endovenosa.

POSOLOGIA

Trattamento di gravi infezioni/tossicosi o dello shock: 20-30 mg di metilprednisolone per kg peso corporeo; questa dose puo' essere ripetuta ogni 46 ore per un periodo di 24-48 ore. Trattamento della compressione del midollo spinale: 30 mg di metilprednisolone per kg peso corporeo, da somministrare possibilmente entro le prime due ore dal trauma per ottenere il massimo beneficio terapeutico. La dose richiesta deve essere iniettata lentamente nell'arco di piu' minuti. Per l'infusione endovenosa la soluzione preparata inizialmente puo' essere diluita con soluzione glucosata al 5%, soluzione fisiologica o soluzione glucosataal 5% in soluzione fisiologica.

CONSERVAZIONE

Non conservare a temperatura superiore a 25 gradi C. Dopo la ricostituzione il prodotto deve essere consumato immediatamente e non conservato.

AVVERTENZE

Non diluire con soluzioni a base di calcio. Quando e' nota o si sospetta un'infezione batterica si deve adottare un'opportuna terapia antibatterica. Le iniezioni devono essere praticate in asepesi. Precauzionispeciali per chi somministra il prodotto agli animali: indossare guanti di protezione durante l'utilizzo del medicinale. Per il contenuto in cortisone il prodotto non deve essere somministrato da donne in gravidanza. Le persone con nota ipersensibilita' al principio attivo devono evitare contatti con il medicinale. Evitare il contatto con la pellee gli occhi. In caso di contatto accidentale con gli occhi, sciacquare con abbondante acqua o con la pelle, sciacquare con acqua e sapone. Fare attenzione durante la somministrazione per evitare autoiniezioni.In caso di autoiniezione accidentale, rivolgersi immediatamente ad unmedico mostrandogli il foglietto illustrativo o l’etichetta. Sovradosaggio: nel caso si manifestassero sintomi da sovradosaggio acuto, consistenti in aritmie cardiache e/o collasso cardiocircolatorio, instaurare i provvedimenti del caso. Incompatibilita': in assenza di studi di compatibilita' non miscelare con altri medicinali veterinari.

TEMPO DI ATTESA

Non pertinente.

SPECIE DI DESTINAZIONE

Cani, gatti.

INTERAZIONI

La concomitante somministrazione di barbiturici, fenilbutazone, fenitoina o rifampicina puo' aumentare il metabolismo e ridurre gli effettidei corticosteroidi. I corticosteroidi possono anche ridurre la risposta agli anticoagulanti.

EFFETTI INDESIDERATI

Nel caso si manifestassero sintomi da sovradosaggio acuto, consistenti in aritmie cardiache e/o collasso cardiocircolatorio, instaurare i provvedimenti del caso. Puo' verificarsi vomito come effetto collaterale del trattamento per via endovenosa rapida. Sono anche possibili episodi transitori di polidipsia, poliuria e iperestesia. Un calo della pressione arteriosa sistemica puo' essere prodotto da una dose elevata di metilprednisolone sodio succinato. Ulcerazione gastrointestinale e' stata segnalata in animali trattati con corticosteroidi e una sua esacerbazione in animali trattati con anti-infiammatori non steroidei e cortisonici per trauma del midollo spinale. I corticosteroidi possono causare ingrossamento del fegato (epatomegalia) con aumento degli enzimiepatici nel siero, ritardare la guarigione delle ferite, indebolire le difese immunitarie o aggravare infezioni esistenti. In presenza di infezioni batteriche e' consigliabile instaurare una copertura farmacologica antibatterica. Nelle infezioni virali, i corticosteroidi possonopeggiorare o accelerare il progresso della malattia.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

La sicurezza del prodotto nel corso della gravidanza della cagna e della gatta non e' stata stabilita. Vi sono rischi associati con l'uso, in particolare per via sistemica, di corticosteroidi durante la gravidanza. In animali da laboratorio sono noti effetti quali anomalie fetali, aborto o parto precoce. Il suo uso in gravidanza e' indicato nei casi di pericolo di vita dell'animale e quando il medico veterinario responsabile ritiene che il beneficio clinico superi ogni possibile rischio.

Codice: 102587019
Codice EAN:
Codice ATC: H02AB04
  • Preparati ormonali sistemici,escl.ormoni sessuali e insuline
  • Corticosteroidi sistemici
  • Corticosteroidi sistemici, non associati
  • Glicocorticoidi
  • Metilprednisolone
Temperatura di conservazione: a temperatura ambiente
Forma farmaceutica: POLVERE E SOLVENTE PER SOLUZIONE INIETTABILE
Scadenza: 60 MESI
Confezionamento: FLACONE