Condividi:

TIMOPTOL XE PER OCCHI SOLUZIONE 0,25%

Produttore: MERCK SHARP & DOHME SPA
FARMACO DI CLASSE C
RICETTA MEDICA RIPETIBILE
Prezzo:

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Beta-bloccante per uso oftalmico.

INDICAZIONI

E' indicato in: Pazienti con ipertensione oculare; Pazienti con glaucoma cronico ad angolo aperto; Pazienti afachici con glaucoma; Pazienticon glaucoma secondario (alcuni casi); Pazienti con angolo stretto e con episodi precedenti di chiusura d'angolo, spontanea o iatrogena, nell'occhio controlaterale, in cui sia necessario ridurre la pressione endoculare.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

E' controindicato in pazienti con: Asma bronchiale o anamnesi positiva per asma bronchiale o malattia polmonare cronica ostruttiva di gradosevero; Bradicardia sinusale, blocco atrioventricolare di II e III grado, insufficienza cardiaca conclamata, shock cardiogeno; Ipersensibilita' verso qualsiasi componente di questo prodotto. Generalmente controindicato in gravidanza e allattamento.

POSOLOGIA

Il dosaggio appropriato e la durata del trattamento devono essere stabiliti dal medico curante. La dose iniziale e', in genere, una goccia di Timoptol xe 0,25% in ogni occhio affetto una volta al giorno. In alcuni casi il medico puo' prescrivere una goccia di Timoptol xe 0,50% in ogni occhio affetto una volta al giorno. Nel caso il medico curante prescriva l'uso del farmaco con un altro collirio, quest'ultimo deve essere somministrato almeno 10 minuti prima di questo medicinale. TRASFERIMENTO AD ALTRA TERAPIA: Quando un paziente viene trasferito da Timoptol a Timoptol xe, il primo deve essere sospeso dopo un dosaggio giornaliero appropriato ed iniziare il giorno successivo con il secondo alla stessa concentrazione. Quando un paziente viene trasferito da un altro agente beta-bloccante per uso topico oftalmico, questo deve esseresospeso dopo un dosaggio giornaliero appropriato ed iniziare il giorno successivo il trattamento con il farmaco: Una goccia allo 0,25% nell'occhio affetto una volta al giorno. Se la risposta clinica e' inadeguata, si puo' aumentare la dose ad una goccia allo 0,50% una volta al giorno. Quando un paziente viene trasferito da un singolo agente antiglaucoma, diverso dai beta-bloccanti per uso topico, proseguire il farmaco e aggiungere una goccia allo 0,25% in ogni occhio affetto una voltaal giorno. Dal giorno successivo, sospendere il farmaco antiglaucoma precedentemente usato e proseguire con quello suddetto. Se e' richiesta una posologia maggiore del medicinale sostituire con una goccia di soluzione allo 0,50% in ogni occhio affetto una volta al giorno. L'estremita' del contagocce non deve venire a contatto con l'occhio o con lezone circostanti. Cio' puo' determinare contaminazione batterica e puo' causare infezioni dell'occhio responsabili di seri danni, inclusa la perdita della vista. Per evitare possibili contaminazioni batterichenon appoggiare l'estremita' del contagocce su alcuna superficie.

INTERAZIONI

Informare il medico curante su tutti i farmaci di cui si fa uso al momento o di cui si ha intenzione di fare uso, compresi qualsiasi altro collirio e i farmaci acquistabili senza prescrizione medica. In particolare e' importante che il medico sia messo al corrente su eventuali trattamenti in corso a base di farmaci per abbassare la pressione sanguigna o per il trattamento delle malattie del cuore o per il diabete, se si assumono narcotici, inibitori delle monoaminossidasi (MAO), parasimpaticomimetici o dosi elevate di aspirina. Sebbene il farmaco da solo abbia un effetto scarso o nullo sul diametro pupillare, occasionalmente e' stata riportata midriasi risultante dall'uso concomitante di timololo maleato oftalmico ed adrenalina.

EFFETTI INDESIDERATI

Il farmaco in genere, non da' problemi. Occasionalmente i pazienti hanno riferito un offuscamento transitorio della vista, che si verifica subito dopo l'istillazione e, in genere, dura dai 30 secondi ai 5 minuti. Possono verificarsi sintomi quali bruciore e dolore, arrossamento di uno o di entrambi gli occhi, secrezione, senso di corpo estraneo nell'occhio e prurito. I seguenti effetti indesiderati sono stati riportati con la somministrazione oculare di questa o di altre formulazioni di timololo maleato negli studi clinici o con l'uso commerciale del farmaco: Congiuntivite, blefarite, cheratite, diminuita sensibilita' della cornea, secchezza oculare, disturbi visivi come la visione sdoppiata, abbassamanto delle palpebre, distacco della coroide dopo chirurgia filtrante, ronzii, rallentamento della frequenza ed irregolarita' del ritmo del battito cardiaco, insufficienza cardiaca, arresto cardiaco, abbassamento della pressione sanguigna, svenimento, problemi vascolaricerebrali, gonfiore, crampi agli arti dopo sforzo, senso di freddo alle mani ed ai piedi, respiro corto o affannato, tosse, dolore al torace, mal di testa, stanchezza, perdita dei capelli, eruzione cutanea, aggravamento della psoriasi, orticaria, angioedema (che comprende gonfiore del viso, delle labbra e/o della lingua) o altre reazioni allergiche, capogiro, depressione, insonnia, incubi, perdita della memoria, aggravamento della miastenia gravis, formicolio, nausea, diarrea, disturbi della digestione, bocca secca, riduzione del desiderio sessuale, comparsa di placche fibrose a livello del pene, lupus eritematoso sistemico. EFFETTI COLLATERALI POTENZIATI: Gli effetti collaterali riportati con il timololo maleato dopo somministrazione sistemica possono essereconsiderati potenziali effetti collaterali della somministrazione oftalmica del timololo maleato. Raramente si possono manifestare altri effetti collaterali e, alcuni di questi, possono essere seri. Per maggiori informazioni su questi effetti collaterali, rivolgersi al medico o al farmacista.

Codice: 024278071
Codice EAN:
Codice ATC: S01ED01
  • Organi di senso
  • Oftalmologici
  • Preparati antiglaucoma e miotici
  • Sostanze beta-bloccanti
  • Timololo
Temperatura di conservazione: a temperatura ambiente
Forma farmaceutica: COLLIRIO
Scadenza: 60 MESI
Confezionamento: FLACONCINO CONTAGOCCE