Condividi:

VISUMETAZONE ANTIB COLLIRIO 5ML

Produttore: VISUFARMA SPA
FARMACO DI CLASSE C
RICETTA MEDICA RIPETIBILE
Prezzo:

DENOMINAZIONE

VISUMETAZONE ANTIBIOTICO COLLIRIO, SOSPENSIONE

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Antinfiammatori ed antimicrobici in associazione.

PRINCIPI ATTIVI

Bekanamicina solfato (pari a 1,44 g di Bekanamicina base); tetrizolina cloridrato; betametasone.

ECCIPIENTI

Sodio tiosolfato; sodio edetato; sodio etil mercurio tiosalicilato; mannite; metilcellulosa; polisorbato 80; acqua depurata.

INDICAZIONI

Flogosi degli annessi e del segmento anteriore dell'occhio, ove si preveda la necessita' di copertura antibiotica a largo spettro, associata ad un trattamento antiflogistico.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Ipertensione oculare; Herpes simplex acuto e cheratiti virali in faseacuta ulcerativa, congiuntivite con cheratite ulcerativa; tubercolosidell'occhio; micosi dell'occhio; oftalmie purulente acute, congiuntiviti purulente, blefariti purulente ed erpetiche che possono essere mascherate o aggravate da corticosteroidi; orzaiolo; glaucoma ad angolo stretto; allattamento.

POSOLOGIA

1-2 gocce tre-quattro volte nella giornata. Uso pediatrico: la sicurezza e l'efficacia nei bambini non sono state stabilite. Di conseguenzal'uso nei bambini richiede l'approvazione medica.

CONSERVAZIONE

Conservare a temperatura non superiore ai 25 gradi C.

AVVERTENZE

L'uso prolungato puo' dar luogo ad inconvenienti; non superare le dosi indicate. Non somministrare per oltre 7 giorni consecutivi. Qualora si verificassero fenomeni di ipersensibilita' interrompere il trattamento. Il prodotto, se casualmente ingerito, o se usato per un lungo periodo ad alti dosaggi puo' procurare effetti tossici. Come con altri corticosteroidi, con l'uso topico prolungato di betametasone a livello oculare (1-2 settimane o piu') puo' aumentare la pressione intraoculare. Dal momento che l'aumento della pressione intraoculare puo' condurrealla perdita della vista questa possibilita' non deve essere trascurata e la somministrazione topica deve essere impiegata solo sotto un'adeguata supervisione tonometrica (misurazione della pressione endoculare), specie in pazienti glaucomatosi, o con familiarita' per glaucoma. Raramente, alle dosi consigliate, si sono presentati fenomeni dovuti ad assorbimenti sistemici. L'uso prolungato puo' comunque determinare la comparsa di una sindrome da eccesso di corticosteroidi con ipertensione arteriosa, astenia, adinamia, ipopotassiemia, alcalosi metabolica,edemi, turbe del ritmo cardiaco e del ritmo circadiano. In soggetti predisposti possono presentarsi turbe psichiche. Una somministrazione troppo prolungata puo' indurre insufficienza surrenalica secondaria. Per la presenza di tetrizolina il prodotto, pur presentando uno scarso assorbimento sistemico, deve essere usato con cautela nei pazienti affetti da iperglicemia (diabete) e nei soggetti in corso di trattamento con farmaci antidepressivi. Questa specialita' medicinale contiene sodio etilmercurio tiosalicilato (uncomposto organomercuriale) come conservante e, quindi, possono verificarsi reazioni di sensiblizzazione.

INTERAZIONI

Per la presenza di tetrizolina il prodotto va usato con cautela nei soggetti in corso di trattamento con farmaci antidepressivi.

EFFETTI INDESIDERATI

In caso di uso prolungato, come per tutti gli steroidi per uso oftalmico, puo' verificarsi la formazione di cataratta subcapsulare posteriore e glaucoma con lesioni del nervo ottico. In corso di malattie che determinano assottigliamento della cornea, puo' verificarsi la perforazione con uso topico di steroidi. Possono verificarsi, raramente, sensodi dolore pungente o bruciore. Come per tutti gli antibiotici, l'uso topico prolungato puo' condurre allo sviluppo di microorganismi non sensibili, particolarmente di Monilia, nel qual caso il prodotto deve essere sospeso e si dovra' adottare adeguata terapia immediata. Raramente possono verificarsi fenomeni di ipersensibilita'. In tal caso interrompere il trattamento ed istituire una terapia idonea, se necessario. A causa della presenza della tetrizolina raramente possono verificarsicefalea transitoria, nausea ed effetti di sensibilizzazione a carico della congiuntiva. In tal caso consultare il medico oculista, affinche', possa essere istituita una terapia idonea. Possono verificarsi reazioni di sensibilizzazione per la presenza come conservante del sodio etilmercurio tiosalicilato.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Nelle donne in stato di gravidanza il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessita'. Se l'impiego di questo prodotto da parte di una madre che allatta e' ritenuto necessario, la paziente deve interrompere l'allattamento.

Codice: 022729014
Codice EAN:
Codice ATC: S01CB04
  • Organi di senso
  • Oftalmologici
  • Antinfiammatori ed antimicrobici in associazione
  • Corticosteroidi/antimicrobici/simpaticomimetici in associaz.
  • Betametasone
Temperatura di conservazione: a temperatura ambiente
Forma farmaceutica: COLLIRIO
Scadenza: 60 MESI
Confezionamento: FLACONCINO CONTAGOCCE